Posts tagged ‘iPhone 8’

agosto 29, 2017

“iPhone 8 contro Galaxy Note 8, smartphone a confronto in un video”

Il Galaxy Note 8 di Samsung è stato presentato la settimana scorsa, iPhone 8 deve invece ancora essere svelato da Apple (la presentazione dovrebbe essere fissata per il 12 settembre). Ciò non ha però impedito a MacRumors di azzardare un confronto affiancando a un campione del nuovo Galaxy Note 8 con il mockup dell’iPhone in arrivo ed analizzando una per una le principali somiglianze e differenze tra i due smartphone. Già visti in un confronto fotografico, entrambi mostrano un pannello in vetro anche sul guscio posteriore, una novità per iPhone che non ne adottava uno da iPhone 4S e che questa volta torna alla ribalta per garantire la ricarica senza fili della batteria. Tutti e due utilizzano una doppia fotocamera posteriore anche se nel caso di iPhone 8 si trova orientata verticalmente, probabilmente per garantire una migliore gestione delle immagini in AR quando inserito all’interno di un visore. Tra i due inoltre ci sono meno di 1,5 centimetri di differenza eppure iPhone 8 sembra significativamente più piccolo rispetto a quanto mostrato nel video. Parlando di caratteristiche tecniche, Galaxy Note 8 monta un display QHD + Infinity da 6.3 pollici, processore Snapdragon 835 / Exynos 8895 costruiti a 10nm, 6 GB di RAM, slot per schede microSD, ricarica veloce via cavo e wireless, doppia fotocamera con zoom ottico 2x, certificazione IP68 e S pen. iPhone 8 dovrebbe invece montare un display OLED da 5.8 pollici, processore A11, 3 GB di RAM, doppia fotocamera verticale, ricarica rapida solo via cavo, disponibilità per la ricarica wireless e certificazione IP67 / 8.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

 

Annunci
Tag:
agosto 24, 2017

“Lamborghini Alpha One batte iPhone 8 solo sul prezzo”

Per gli appassionati che non possono fare a meno di possedere lo smartphone più avanzato sul mercato, la questione del prezzo dipende dalle tecnologie e dalle funzionalità offerte, sul mercato però ogni tanto appaiono terminali che puntano tutto sulla qualità dei materiali impiegati, sul marchio e sulla esclusività, come il nuovo Tonino Lambroghini Alpha One. Il celebre cognome da sempre associato alle supercar italiane ora propone un terminale Android super lusso, con chassis realizzato in liquid metal. Questa speciale lega offre una resistenza meccanica superiore a quella del titanio ed è anche diverse volte più resistente alla deformazione rispetto all’acciaio inossidabile, assicurando così un terminale privo di graffi, scheggiature e sempre perfetto nel tempo. Il retro dello chassis è invece rivestito con una sottile pelle italiana resistente all’usura, trattata con procedimenti speciali per esaltarne caratteristiche e look finale. Non manca anche una scheda tecnica generosa con schermo 5,5 pollici Quad HD AMOLED, fotocamera posteriore da 20 megapixel con doppia stabilizzazione ottica e digitale delle immagini, doppio chipset audio con DAC e AMP per offrire riproduzione audio superiore sia dagli speaker stereo del terminale, sia tramite auricolari, il tutto con tecnologia Dolby Atmos + Dolby Digital Surround. Lamborghini Alpha One però mostra un po’ di più i suoi limiti tecnologici quando si guarda al processore, un Qualcomm Snapdragn 820 con 4GB di RAM, in pratica il processore top dell’anno scorso. Per chi segue il mondo degli smartphone Android, escludendo i materiali premium, con queste specifiche tecniche sono disponibili decine di terminali, anche di buona qualità, con prezzi intorno ai 500 dollari. Così per arrivare ai 2.450 dollari richiesti per Lamborghini Alpha One occorre una grande predisposizione verso il marchio e il lusso. Il prezzo risulta 2,5 volte superiore a quello atteso per il nuovo top di gamma Apple: per iPhone 8 continuano a circolare anticipazioni per un prezzo di partenza di 1.000 dollari circa. Anche qui non è possibile escludere l’incidenza del brand, ma la quantità di tecnologie e funzioni in arrivo potrebbe giustificare l’acquisto per numerosi appassionati, anche se qualche analista la pensa in modo diverso.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
agosto 10, 2017

“iPhone 8 vs iPhone 7 Plus, il confronto svela schermo più grande e corpo più piccolo”

Ecco il paragone che in molti aspettavano: iPhone 8 vs iPhone 7 Plus. Naturalmente la foto ritrae un’unità finta del prossimo smartphone del decimo anniversario, ma serve comunque a dare un’idea delle dimensioni del prossimo terminale top Apple, soprattutto paragonato con il phablet attuale di Cupertino da 5,5 pollici. E’ Ben Miller, come riporta 9to5mac, a condividere questa volta immagini di una unità fittizia di iPhone 8, peraltro nella nuova colorazione oro rame, a volte indicata anche come oro bronzo e che alcuni costruttori di cover indicano come cipria, poi editata da Benjamin Geskin che propone invece un render più definito con la stessa opzione di colore. Il confronto dimensionale è a tutto vantaggio di iPhone 8 che mostra un display OLED da 5,8 pollici in un corpo più piccolo di iPhone 7 Plus. Il vantaggio è evidente: in mano il dispositivo si tiene bene, e offre uno schermo più grande. La cornice di iPhone 8 è ovviamente ridotta, sparisce quasi ai bordi, mentre sulla parte superiore è ben visibile una piccola lunetta che ospita telecamera anteriore, capsula auricolare e sensori vari. In basso, la cornice è ancor più ridotta di qualsiasi altro smartphone al momento presente sul mercato. Le nuove immagini confermano tutti i rumor più recenti su iPhone 8, mentre si pensa che Apple possa limitere le colorazioni di lancio a nero, argento e oro/rame per tutti e tre i nuovi iPhone di quest’anno, come anticipato da Macitynet captando le attese dei costruttori di accessori in questo articolo e poi confermato anche dall’affidabile analista Ming Chi Kuo. Quello che le nuove foto non mostrano è il Touch ID, su cui ancora è aperto il mistero. Apple potrebbe aver deciso di eliminare completamente questa funzionalità in iPhone 8, in favore di un sistema di sicurezza di diverso tipo, che sfrutterebbe la camera anteriore 3D per riconoscere con precisione il volto dell’utente. Rimane ancora aperta la possibilità che il sensore di impronte sia posto al di sotto dello schermo, nel tasto allungato di accensione o, ipotesi marginale, che trovi spazio sulla scocca posteriore, come su molti terminali Android. La verità, come sempre, è rimandata alla presentazione ufficiale, attesa a settembre prossimo. Mancano, insomma, poche settimane per iPhone 8: secondo i costruttori il keynote potrebbe avvenire già il 6 settembre, altri invece pensano a un evento verso la fine del mese.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
agosto 9, 2017

“Ming Chi Kuo «iPhone 8 arriva con iPhone 7s, solo 3 colori per tutti, accessori separati»”

Anche l’affidabile analista Ming Chi Kuo anticipa che iPhone 8 sarà presentato e lanciato insieme a iPhone 7s, per tutti solamente tre colori tra cui scegliere. Ricordiamo che nella giornata di ieri Macitynet ha riepilogato le “certezze” dei costruttori di cover e accessori: iPhone 8 e iPhone 7s sono attesi per la presentazione di Apple il 6 settembre in tre colori e per il top di gamma con un nome ufficiale diverso da quello impiegato finora per indicarlo. In sostanza, a parte la data indicata ieri che l’analista non menziona, le informazioni ottenute da Kuo grazie ai suoi ottimi agganci con i fornitori Apple, corrispondono con quelle captate da Macitynet negli scorsi giorni. Nel report dell’analista però troviamo ulteriori dettagli interessanti, innanzitutto vengono smentite le interminabili voci sul ritardo e disponibilità posticipata per l’attesissimo top di gamma. Apple sembra così aver risolto i problemi di approvvigionamento e di costruzione più volte emersi nelle scorse settimane, in ogni caso per Kuo la produzione in grandi volumi di iPhone 8 inizierà solo a metà settembre, limitando così in modo sensibile la disponibilità del modello più avanzato anche per l’elevata richiesta attesa. Si prevede così una domanda superiore alla disponibilità che potrebbe prolungarsi fino al periodo delle festività di Natale. Kuo conferma la disponibilità iniziale di solamente tre colorazioni sia per iPhone 8 che per i modelli iPhone 7s: come indicato da Macitynet ieri saranno nero, grigio e oro, quest’ultima con una nuova tinta che alcuni hanno indicato come oro rame, mentre i costruttori di accessori indicano come cipria. Kuo fornisce anche una prima stima delle quantità di produzione ordinate da Cupertino entro la fine di quest’anno: 45-50 milioni di iPhone 8 OLED, 35-38 milioni di iPhone 7s 4,7” infine 18-20 milioni di iPhone 7s Plus da 5,5”. Come già emerso negli scorsi mesi sembra che tutti i nuovi iPhone 2017 saranno predisposti per la ricarica rapida e anche per la ricarica wireless, ma secondo l’analista Apple potrebbe richiedere l’acquisto a parte rispettivamente di un cavo da USB-C a Lightning e della base di ricarica a induzione per poterle sfruttare.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
luglio 24, 2017

 “I concorrenti in attesa di vedere l’iPhone 8 prima di fare piani futuri – fornitori di chip”

Alcuni produttori di smartphone rivali aspettano di vedere quali sono le funzionalità introdotte nell’iPhone 8 prima di definire i propri piani, secondo i fornitori di chip …

Digitimes segna gli ordini di chip che rallentano davanti al lancio di iPhone 8 in un momento in cui normalmente si accelererebbero, suggerendo più di solito l’interesse per la nave di punta di Apple.

Gli ordini dei chip da parte del campo non appartenente a Apple dovrebbero essere stati raccolti a partire da aprile e cresciuti fino ad agosto, ma gli ordini sembrano essere stati spinti nel 2017, dato che le aziende adottano un approccio wait-and-see prima del lancio dei prossimi iPhone di Apple che credono Sono dotate di caratteristiche rivoluzionarie, indicano le fonti.

MediaTek e HiSilicon sono due aziende di chip che non hanno fatto altro che rallentare il ritmo dei loro ordini.

Non sono stati nominati specifici clienti finali, ma probabilmente i produttori cinesi sarebbero in ritardo di ordini finché non avranno una visione più chiara dei piani di Apple.

Le ultime notizie suggeriscono che l’iPhone 8 / Pro lancerà nel mese di settembre come al solito con l’approvvigionamento vincolato, innalzando in ottobre e all’inizio di novembre. I rapporti precedenti avevano affermato che Apple avrebbe ritardato il lancio fino al più tardi nell’anno.

L’iPhone di punta di quest’anno dovrebbe disporre di un design senza fronzoli, un telaio in vetro, un sottile telaio in acciaio inossidabile e una capacità di fotocamera 3D anteriore e posteriore.

Questo articolo lo trovate su sito 9to5Mac

Tag:
luglio 4, 2017

“iPhone 8 come iPad Pro? Forse avrà ProMotion e chip Apple Neural Engine”

Sembra che nell’atteso iPhone 8 non troveremo il Touch ID sostituito con il riconoscimento 3D avanzato del volto, ma gli ultimi report indicano anche il possibile arrivo di alcune delle tecnologie più avanzate introdotte da Apple negli iPad Pro di ultima generazione. Si tratta della tecnologia ProMotion e anche di un chip dedicato per l’intelligenza artificiale. Nei nuovi iPad Pro 10,5” e 12,9” la tecnologia ProMotion gestisce in modo dinamico la frequenza di aggiornamento dello schermo fino a un refresh massimo di ben 120 Hz, il valore più elevato in qualsiasi dispositivo mobile. La frequenza massima viene attivata quando l’utente visualizza filmati, video e altri contenuti e app che richiedono elevata velocità di aggiornamento per eliminare l’effetto blur. Viceversa il refresh viene ridotto quando l’utente legge o visualizza foto per ridurre i consumi di energia. Insieme a ProMotion in iPhone 8 potrebbe arrivare anche un chip proprietario Apple dedicato alle operazioni di intelligenza artificiale, indicato internamente con il nome Apple Neural Engine, sempre secondo quanto anticipa Bloomberg in base a quanto captato tra gli addetti ai lavori. Come il coprocessore M dedicato alla rilevazione dei movimenti, il chip per l’IA velocizza i calcoli e riduce i consumi per operazioni quali la predizione del testo e il riconoscimento delle immagini, molto probabilmente quindi anche per il riconoscimento avanzato del volto, oltre che per gestire la funzione ProMotion in base ai contenuti e alle app visualizzate a schermo. Ricordiamo che nelle scorse ore Ming-Chi Kuo di KGI Securities ha indicato due sole capacità di memoria per l’intera nuova gamma iPhone 2017, pari a 64 GB e 256 GB, opzioni di colore limitate per iPhone 8, forse solo in nero, e più tinte invece per le evoluzioni iPhone 7s e 7s Plus.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
giugno 21, 2017

“Febbre da iPhone 8, Olixar ha già pronte 9 cover in preordine online”

Alcuni costruttori sono disposti a tutto per arrivare primi sul mercato con cover e accessori per i nuovi modelli di iPhone non ancora annunciati, come ha fatto Olixar con le primissime cover iPhone 8 già disponibili per i preordini online. Si tratta di una linea completa composta da 9 modelli che partono da ExoShield, una tradizionale cover sottile e trasparente proposta a 11,49 euro, fino ai modelli top X-Trio Full Cover iPhone 8 che include una cover completa colorata (disponibile in rosso, nero e anche oro rosa) abbinata a una protezione in vetro temperato per lo schermo proposto a 28,49 euro. Le cover iPhone 8 e la protezione per il display di Olixar rispondono al design tutto schermo che circola praticamente in tutte le anticipazioni, con bordi e cornici sottilissimi nella parte frontale e la doppia fotocamera in verticale sul retro, con al centro il flash. Nel lato frontale in alto il bordo risulta leggermente più spesso al centro per ospitare la fotocamera frontale, che forse sarà anche questa doppia, più speaker e sensori vari. Come è facile intuire allo stato attuale delle cose si tratta di una scommessa: anche se le cover iPhone 8 di Olixar sono state realizzate a partire dalle informazioni circolanti sul prossimo iPhone, non vi è la certezza che si adatteranno alla perfezione al terminale quando Apple lo introdurrà questo autunno. Per questa ragione preordini e acquisti avvengono anche a rischio e pericolo degli utenti.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
giugno 19, 2017

“iPhone 8 si chiamerà Decade Edition? Presunto vetro conferma il design tutto schermo”

Sul sito cinese di microblogging Weibo sono apparse immagini e filmati di un presunto vetro protettivo per il futuro iPhone 8. L’elemento in vetro temperato sarebbe realizzato da una terza parte per gli iPhone 8 da 5.8″ e mostra dettagli dai quale si evince che l’iPhone 8 sarà realizzato con un design in linea con le numerose immagini e rendering già circolate del presunto nuovo dispositivo. La mascherina per lo schermo sembrerebbe notevolmente sottile e avere lo stesso spessore lungo tutto il perimetro, con l’eccezione della sezione riservata alla fotocamera frontale e ai vari sensori: da tempo si vocifera che l’iPhone 8 integrerà due fotocamere e uno scanner ottico 3D. Sempre ammesso che immagini e filmati siano veri, queste rivelano ancora una volta che le cornici che circonderanno il display saranno molto sottili. Denominato “Olixar iPhone 8 Full Cover Tempered Glass Screen Protector”, l’accessorio è già acquistabile online per 31.99 dollari. Nella descrizione su MobileFun si legge che supporta il 3D Touch e che fornisce protezione bordo-bordo per lo schermo dell’iPhone 8. Gli angoli arrotondati permetterebbero la perfetta aderenza al display OLED. Infine segnaliamo un’altra anticipazione che sta circolando in rete in queste ore: il sito SlashLeaks riporta che iPhone 8 si chiamerà “Decade Edition” e non “iPhone Edition” come finora ipotizzato da altri siti. Il nome, indicato da un non meglio precisato costruttore di accessori, non è mai stato indicato in precedenza e per il momento non è ritenuto tra le opzioni più probabili per il prossimo smartphone Apple, viceversa la dicitura iPhone Edition rispecchia quella già impiegata da Apple per il modello top della gamma Apple Watch.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
maggio 22, 2017

“Toto iPhone 8, nuovo schema mette Touch ID sotto il logo Apple” 

Sembra che gli sforzi da parte di Apple di mantenere sotto segreto il prossimo iPhone 8 stiano davvero funzionando: ad oggi sono molti i dubbi e le incertezze sul prossimo terminale di Cupertino, sul quale, in effetti, si è detto tutto e il contrario di tutto. L’ultimo indizio, comunque, viaggia ancora in direzione di un sensore impronte Touch ID posizionato sul retro. Ancora una volta gli indizi arrivano da presunti schemi di produzione diffusi da Sneakleaks, dove viene mostrato il telaio del prossimo iPhone: se fosse vero, non ci sarebbe spazio per alcun dubbio, considerando il foro circolare posteriore, proprio sotto al logo della Mela. Tuttavia, in questi giorni, non sono mancate voci di senso opposto, pronte a scommettere che iPhone 8 avrà un sensore di impronte digitali posto al di sotto dello schermo. Gli stessi schemi di produzione mostrano un design a doppia fotocamera verticale, sulla quale tutti gli ultimi rapporti apparsi in rete sembrano concordare. Ancora una volta, però, appare un dettaglio discordante rispetto a quello diffuso qualche giorno addietro: il foro del flash non sarebbe posizionato all’interno della protuberanza che ospita la doppia camera, bensì poco sotto. Insomma, l’ennesimo schema di produzione sembra puntare su una configurazione di iPhone 8 con Touch ID posteriore e telecamera posteriore doppia, con orientamento verticale. Questa nuova versione, però, si scontra ad oggi con altre anticipazioni e presunti schemi emersi nelle scorse settimane, secondo cui iPhone 8 avrà un Touch ID integrato nello schermo, come il prossimo Galaxy Note 8. Ma esiste anche una terza ipotesi sostenuta da un numero inferiore di report in cui si afferma che il Touch ID possa essere integrato lateralmente, direttamente nel tasto di accensione: sarebbe per questo motivo che in iPhone 8 il pulsante risulterà più grande e più lugo rispetto a quelli visti finora. Ricordiamo che tale soluzione è attualmente in uso su un limitato numero di terminali Android, come ad esempio Vernee Mars. Al di là dei rumor contrastanti esiste anche un insieme di rapporti che individuano senza incertezza alcune delle caratteristiche che più probabilmente troveremo in iPhone 8: schermo OLED da 5,8 pollici, ricarica wireless, chassis e lati del terminale in acciaio inox con vetro sia per il frontale che per il lato posteriore, naturalmente con un chip proprietario Apple A11 di nuova generazione.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
maggio 10, 2017

“Ming-Chi Kuo «Per iPhone 8 indizi del peggior scenario possibile»”

Per la nuova previsione Ming-Chi Kuo veste gli abiti di Cassandra: per iPhone 8 ci sono segnali da «peggior scenario possibile». La produzione a pieno regime inizierà in ritardo con conseguenze negative sia sulla disponibilità del nuovo attesissimo terminale, che per numeri di vendita e risultati Apple. Nel nuovo report l’analista considerato infallibile indica uno slittamento dei tempi per l’avvio della produzione a pieno regime che tradizionalmente avviene tra agosto e settembre, in tempo per affrontare l’elevata domanda che si registra al lancio di ogni generazione di iPhone. Quest’anno invece Kuo, riportato da AppleInsider, rileva indizi di ritardi tra i fornitori che portano a prevedere un avvio della produzione a pieno regime di iPhone 8 tra ottobre e novembre. Per questa ragione Ming-Chi Kuo prevede per iPhone 8 quantità severamente limitate al lancio con maggiore disponibilità solo alla fine di quest’anno. Non è la prima volta che Kuo rilascia un report prevedendo scorte molto limitate di iPhone 8 al lancio: considerazioni praticamente identiche erano già state espresse in un report pubblicato in aprile. Così anche se ora l’analista non indica precisamente motivi e componenti colpevoli del ritardo, nel precedente report erano indicati rifornimenti di schermi OLED da parte di Samsung inferiori al fabbisogno di Cupertino. Ricordiamo invece che altri analisti indicavano una tabella di marcia in linea con le tempistiche tradizionali di Apple, quindi senza ritardi e scarsità, e altri ancora ritardi dovuti all’integrazione del Touch ID nel display. In ogni caso se la previsione di Kuo sarà confermata potrebbe verificarsi ciò che è già successo con diverse generazioni precedenti di iPhone, vale a dire domanda e richiesta sensibilmente superiori alle scorte di lancio con lunghi tempi di attesa per il nuovo modello top, una situazione che Apple ha tutto l’interesse di evitare per cercare di soddisfare il numero più elevato possibile di utenti. Se questo non avverrà, come prevede Kuo, le vendite totali di iPhone potrebbero risultare limitate dall’offerta almeno inizialmente, ragione per cui l’analista ha rivisto il totale vendite iPhone da 100-110 milioni precedenti agli attuali 80-90 milioni per la seconda metà di quest’anno.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: