Posts tagged ‘HP’

febbraio 23, 2017

“HP Sprocket stampa al volo le foto da smartphone e social: la presentazione a Milano”

Piccola, comoda, sfiziosa: Sprocket è la nuova stampante smart e portatile di HP, una idea nuova in un settore che negli ultimi anni ha avuto poche novità di rilievo e forse il primo di una serie di dispositivi che arriveranno negli anni a venire. A vederla sembra un battery pack, ma è una stampante capace di realizzare stampe da smartphone e tablet nel formato 5 x 7,6 cm in completa autonomia. La stampa è realizzata grazie ad un processo sulla carta che non usa inchiostro (da qui le dimensioni ridotte) e grazie a una connessione Bluetooth che consente il dialogo con smartphone e tablet iOS e Android. L’interno della piccola stampante I cartellini personalizzati sono stati stampati al volo all’entrata proprio con le stampanti Sproket HP Sprocket è chiaramente pensata per il pubblico dei più giovani, i cosidetti Millennial o Generazione Y, vale a dire i ragazzi nati dopo il 2000. Un dispositivo che permette a chiunque di portarsi dietro la stampante in tasca, in borsetta, nello zaino grazie ai soli 170 grammi di peso, di accenderla e stampare in un solo clic tramite l’App apposita. L’intero processo di stampa richiede non più di 40 secondi, calcolato dall’invio del file fino al completamento della stampa della fotografia. Il prezzo al pubblico sarà di 149,90 euro, dai primi di marzo presso il sito HP e a ruota su tutti i circuiti più importanti: la carta per la ricarica sarà venduta a pacchetti da venti fogli a 9,99 euro, per due cariche complete della stampante (che tiene sino a 10 fogli alla volta). É già possibile ordinare la carta anche dall’interno dell’App. La carta tra l’altro è adesiva, per cui basta togliere la sottile protezione posteriore per attaccare subito le fotografie stampate sul diario, a parete oppure ovunque l’utente lo desidera. Un prodotto affascinante, certamente destinato a far parlare di sé per la facilità della soluzione e l’affinità verso le tecnologie più comuni ai giovani (smartphone e tablet). Oltre a poter stampare al volo le fotografie scattate e memorizzate nel rullino dei dispositivi mobile, HP Sprocket è perfetta anche per stampare le foto preferite direttamente dai social, Facebook in testa. La piccola stampante smart è abbinata all’app omonima per che permette di aggiungere testo, emoticon, cornici e di personalizzare le immagini prima di stamparle. Per maggiori informazioni sulla nuova stampante è disponibile la pagina ufficiale di HP.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Annunci
Tag:
maggio 1, 2016

“HP Chromebook 13, il Chromebook in metallo realizzato con Google”

HP ha presentato il nuovo HP Chromebook 13 ad un evento presso gli uffici di Google a New York.  Si tratta del primo Chromebook ad utilizzare uno dei processori Skylake Core m di Intel e può essere configurato con un massimo di 16 GB di RAM, mentre il display da 13,3 pollici display può essere aggiornato per utilizzare una risoluzione 3200 x 1800; grazie alla caratteristiche del processore Core m di Intel, il dispositivo dovrebbe garantire fino a 11.5 ore di autonomia, quanto un MacBook. L’HP Chromebook 13 dispone di due porte USB-C, una porta USB 3.0, un jack per cuffie e un lettore di schede microSD. Misura poco più della metà un pollice di spessore e pesa 2,86 chili. Il suo corpo è fatto di alluminio spazzolato, che gli conferisce un aspetto solido e allo stesso tempo accattivante. Google pare abbia collaborato con HP per realizzare il design del portatile, e per avere anche la possibilità di mostrare al pubblico le potenzialità del suo Chrome OS su dispositivi di fascia alta. L’HP Chromebook 13 può essere considerato da un certo punto di vista una versione più abbordabile del Chromebook Pixel, realizzato da Google ma in vendita al prezzo non economico di 999 dollari. Il Chromebook 13 di HP dovrebbe arrivare sul mercato nel mese di maggio. Il prezzo parte da 499 per il modello base, privo di processore Come m ma equipaggiato solo di un processore Pentium di fascia bassa, c’è comunque la possibilità di migliorare le specifiche a fronte di una spesa superiore. Non è dato sapere al momento se e quando il l’HP Chromebook 13 arriverà anche in Italia.

Questo articolo lo trovate su sito macity

Tag:
aprile 5, 2016

“HP Spectre: il portatile più sottile al mondo sfida MacBook 12”

Anticipato nella giornata di ieri, oggi HP ha presentato a Versailles il nuovo notebook HP Spectre, che dispone di un telaio in alluminio e fibra di carbonio spesso solamente 10,4 millimetri. Si tratta del portatile più sottile in assoluto in commercio e sfida MacBook 12 di Apple per diventare il notebook più elegante e ammirato dagli appassionati. HP Spectre offre uno schermo da 13,3 pollici, per dare ampio spazio a tutte le nuove funzionalità di Windows 10, comprese quelle che prevedono il multi windows, per affiancare finestre e lavorare su più fronti; arriverà sul mercato in diverse configurazioni con processori Intel Core i5 o Intel Core i7, insieme ad un display Full HD e altoparlanti marchiati Bang & Olufsen. Ad alimentare il nuovo portatile HP una batteria molto sottile, divisa in più parti per sfruttare meglio l’esigio spazio interno, in grado di restituire un’autonomia di nove ore e mezza. A proteggere il display un vetro Gorilla Glass, mentre a livello di connettività sono presenti tre porte USB-C, due delle quali supportano Thunderbolt per il collegamento a monitor esterni. A livello estetico HP prova a battere Apple con forti accenti di rame patinato e cerniere in bella vista tra il display e la tastiera; al di là dell’aspetto esteriore, che può piacere o meno, il profilo ultra-sottile del nuovo portatile non può essere ignorato.: sottilissimo, il notebook pesa appena 1,1 kg. Con questo nuovo Spectre HP ritiene di poter incrementare le vendite all’interno del segmento notebook ultra-sottili e addirittura di prendere il sopravvento su Apple: parlando ai microfoni del The Wall Street Journal, infatti, HP ha dichiarato di voler invertire il pensiero comune, che attualmente vede Apple come l’unica società in grado di innovare in questo settore. HP Spectre avrà un prezzo base di 1.170 dollari, per salire a seconda della configurazione scelta. È possibile ottenere fino a 8 GB di RAM e fino a 512 GB di storage SSD; il pre ordine sarà presto disponibile online sul sito ufficiale HP.com e BBY.com. Nei negozi fisici arriverà il prossimo 22 maggio con un prezzo di partenza di 1.250 dollari.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
aprile 22, 2015

“HP si prepara per ‘Back to School’ stagione con Pavilion, notebook Envy”

HP ha lanciato una nuova collezione di taccuini in due gamme di prodotti, con largo anticipo rispetto al “back to school” periodo di shopping. La linea premium Envy ottiene un nuovo lotto di X360 notebook convertibili rivestiti in alluminio, mentre la gamma Pavilion ottiene entrambi i dispositivi convertibili e altri notebook standard, con l’intera offerta gruppo Bilancio specifiche metà distanza.

La linea Envy x360 HP rende il lato premium della nuova collezione, composta da notebook che può convertire alle compresse spostando l’HD o Full HD da 15 pollici touchscreen completamente intorno. Utilizzando i processori Intel Core i5 e i7 con fino a 16GB di RAM, i notebook possono avere fino a 1 TB di disco rigido o 256 GB di storage SSD, una batteria 48WHr detto di durare fino a 8 ore e 45 minuti, e Bang & Olufsen audio .

Previsto per spedire negli Stati Uniti il ​​18 giugno e in distribuzione dal 21 giugno, il gamma Envy x360 parte da 680 dollari con un processore Core i5, schermo HD, 4GB di RAM, e 500GB di storage, mentre le versioni con il display ad alta risoluzione , 8GB di RAM, 1TB di storage e un processore Core i7 costerà 900 dollari.

I x360 Pavilion sono anche notebook convertibili, con 11 pollici HD e 13 pollici touchscreen Full HD. I modelli da 11 pollici hanno un design fanless e hanno Pentium e Core opzioni processore M, 4GB o 8GB di RAM, 500GB HDD e opzioni di storage SSD da 128 GB, e una batteria 32Whr che può durare per più di otto ore. La versione da 13 pollici in grado di durare fino a 10 ore e 45 minuti, supporta processori Core i3 e i5 di quinta generazione, fino a 1TB di HDD o 128GB di storage SSD, e fino a 16GB di RAM.

Spedizione da HP il 13 maggio, le versioni da 11 pollici partirà da 410 dollari, mentre il x360 Padiglione 13 pollici parte da $ 530.

I nuovi notebook Pavilion usano HD e display Full HD, con e senza funzionalità touch, che misura 14 pollici, 15 pollici e 17 pollici e confezionato in un telaio unibody. Utilizzando una scelta di AMD A-Series o quinta generazione Core i3 a Core i7, i notebook supportano fino a 2 TB di storage su disco rigido, 16 GB di RAM, e le opzioni per AMD Radeon o Nvidia GPU.

HP prevede di iniziare la spedizione i nuovi notebook Pavilion il 13 maggio con i rivenditori che ricevono stock al 21 giugno I primi modelli da 14 pollici offre processori Core i3, 6 GB di RAM e display HD, al prezzo di 550 dollari per il modello da 750GB HDD e $ 600 per la versione da 1TB. Il modello da 15 pollici con un processore Core i3, display HD, 4GB di RAM, e un disco da 500 GB sarà venduto per 600 dollari, mentre una versione abilitata contatto con il processore AMD A10, hard disk da 8 GB di RAM e 750 GB costerà 630 dollari. Un padiglione 17 pollici con un processore dual-core Pentium, display HD, 4GB di RAM, e 750GB di spazio di archiviazione sarà venduto per 480 dollari.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag:
gennaio 5, 2015

“CES 2015, nuovi monitor da HP incluso un modello curvo e un 5K”

Al Consumer Electronics Show di Las Vegas, HP ha presentato un monitor 4K, disponibile in due diverse varianti (27″ e 23.8″) , un modello con supporto alla risoluzione 5K e un virtual reality display che funziona con occhiali 3D.

Il Virtual Reality Display Zvr è un monitor da 23.6″ full HD con display tridimensionale sfruttabile con occhiali passivi. Una sorta di penna di serie permette di muovere, ruotare e manipolare oggetti sullo schermo. Quattro videocamere montate sulla parte superiore del display consentono di tracciare i movimenti della testa e individuare dove sta guardando l’utente. È, in sostanza, la “blended reality” su cui HP punta da qualche tempo, una realtà nella quale fisico e digitale si fondono. Il target del produttore non sono tanto gli utenti domestici ma le scuole, gli studi di design e i laboratori di Ingegneria: qualsiasi luogo dove si ha la necessità di manipolare con le mani oggetti, elementi e prototipi virtuali.

Più “tradizionali” due monitor curvi da 27″ e 34″ che hanno come target l’utenza business. Il modello Envy 34 (999$ negli USA, disponibilità da aprile) è un 34″ con risoluzione 3.440 x 1.440 pixel e rapporto 21:9. Sul versante connettività abbiamo: due HDMI e una DisplayPort; una delle porte HDMI supporta l’MHL per la riproduzione di contenuti da dispositivi mobili. Il modello da 27″, Pavilion 27c, è un classico schermo con risoluzione 1080p, 16:9, con VGA e HDMI e supporto MHL. Questo modello è in vendita da subito e negli USA il prezzo di listino è di 399$.

Per quanto riguarda i pannelli 4K, HP ne propone due: il 27″ Z27s (749$, disponibile questo mese) e il 23.8″ Z24s (549$ da aprile). Entrambi vantano risoluzione di 3840×2160 e pannello da 16:9 con supporto a 1.07 miliardi di colori. Il supporto integrato offre la funzione pivot (rotazione del monitor orientandolo orizzontalmente o verticalmente). Sul versante connettività abbiamo: DisplayPort, DVI, HDMI, Mini-DisplayPort, MHL e tre porte USB 3.0. Ultimo, ma non per importanza, il modello Z27q un display IPS 5K con risoluzione 5,120 x 2,880 pixel; anche questo supporta milioni di colori e integra le stesse porte dei modelli 4K. Gli schermi 4K e 5K supportano modalità picture-in-picture e picture-by-picture. Il modello 5K arriverà a marzo; il prezzo previsto negli USA è di 1299$.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
marzo 7, 2014

“HP lancia tranquillamente 7,85 pollici tablet, navi HP 8 1401 per $ 170”

Dopo il lancio del suo Slate 6 e 7 Slate VoiceTab phablets, HP ha tranquillamente fornito un bilancio tablet Android, a poca fanfara. Il 1401 Tablet HP 8 offre un display IPS 7,85 pollici con una risoluzione di 1024×768, e mentre è leggermente più grande della media tablet a basso costo sul mercato, utilizza ancora una lista relativamente simile di specifiche come i suoi rivali a prezzo ridotto.

HP 8 1401 TabletAll’interno si trova un processore quad-core Allwinner con 1GB di RAM e 16GB di memoria espandibile, riferisce Phone Arena. In esecuzione su Android 4.2.2, offre connettività Wi-Fi, un fuoco fisso fotocamera posteriore da 2 megapixel, una versione frontale da 0.3 megapixel e una batteria 3800 mAh disse a durare fino a sette ore con una singola carica.

Fornito con 25 GB di cloud storage gratuito da Box, il Tablet HP 8 1401 è ora di spedizione per $ 170.

Questo articolo lo trovate su Macnn

Tag:
novembre 21, 2013

“Il tentativo di scuola irlandese sostituire i libri con HP compresse risultati in ‘disastro'”

Invece di acquistare i libri tradizionali , all’inizio dell’anno scolastico , gli studenti di Mountrath Community School nella contea di Laois , Irlanda , sono stati invece fatti per acquistare HP ElitePad tavolette con sistema operativo di Microsoft Windows 8 , riporta l’Independent irlandese . I € 550 ( $ 741 ) compresse hanno dato gli studenti frustrati rifiutando di accensione, di andare a dormire in modo imprevisto , e che presenti problemi hardware che coinvolgono schede logiche dei dispositivi ‘ .

Mountrath principale Margine Gleeson ha scritto in una lettera ai genitori che la ” HP Elite Pad ha dimostrato di essere un disastro ” e che un ritorno ai libri di carta – a spese della scuola – era necessario per ” garantire la stabilità e la continuità della formazione . ” La scuola sta lavorando con HP per risolvere i problemi , ma non c’è nessuna parola su quando , o se , la scuola sarà reintrodurre le compresse nelle aule .HP ElitePad

Gleeson ha detto l’Independent che le compresse di HP sono stati scelti dopo un periodo di indagine di 18 mesi , durante il quale la scuola cercato ” un dispositivo che è stato effettivamente un computer in forma di compresse per i nostri studenti , quindi sarebbe un word processor , memoria sufficiente , ecc “. Ha chiamato la memoria a 64 gigabyte del ElitePad come particolarmente impressionante .

“Non stiamo accusando nessuno ” per i fallimenti , Gleeson ha detto .

I tempi della debacle è particolarmente povero di HP e Microsoft , come le scuole di tutto il mondo si preparano per uno spostamento verso l’e-learning e la corsa per la spesa per la tecnologia in classe si riscalda. IPad di Apple gode già di un quasi monopolio nel settore con una stima di 94 parti per cento del mercato dei tablet in classe , e le entrate complessive della società dal educazione superato $ 1 miliardo per la prima volta nel corso dell’ultimo trimestre fiscale .

Questo articolo lo trovate su sito Appleinsider

Tag:
dicembre 9, 2012

“HP prova il contropiede: Noi da sempre realizziamo prodotti made In USA”

HP come le migliori nazionali italiane degli anni ’60 e ’70, prova a vincere la partita giocando di contropiede e nei giorni in cui si parla per Apple del ritorno negli USA per una (modesta) linea di montaggio di alcuni prodotti ancora non ben identificati, Palo Alto prova a dimostrare che lei è da sempre patriottica conuna nota sul blog ufficiale dell’azienda evidenziando come da sempre i suoi computer siano costruiti negli USA (workstation e PC desktop a Indianapolis, server a Houston), impiegando migliaia di persone che producono miliardi di dollari di prodotti. “Il 36% dei PC desktop tipo business di HP sono prodotti e venduti negli USA, il 100% delle workstation vendute negli USA sono prodotte in USA” dice Hewlett Packard.

Facendo qualche conto anche molto empirico si comprende come però lo sbandierato patriottismo industriale di HP e del CEO Meg Whitmann (di dichiaratissima fede repubblicana, un partito che del “made in USA ha fatto una specie di bandiera anti Obama, candidata alle elezioni per il governatorato della California dove è stata sconfitta dal democratico Jerry Brown) va ridimensionato o se non altro ben contestualizzato.

In base ai dati di vendita riportati da Gartner, HP ha venduto nell’ultimo anno fiscale 60.5 milioni di PC: i 2.9 milioni di PC che prevede di costruire negli USA corrispondono a una frazione (circa il 5%) del suo mercato.  Quando si tratta di aggredire il mercato con prodotti di larga diffusione anche la mutlinazionale di Palo Alto produce all’estero: Cina (Foxconn assembla un gran numero di prodotti HP), Russia e Australia, per citare alcuni paesei. E anche se alcune componenti (per le stampanti ad esempio) sono realizzati in USA, la scelta non è esclusiva: ancher Apple usa ilGorilla Glass prodotto da Corning Glass nel Kentucky o processori che vengono sfornati in Texas ed è molto probabile che basti il fatturato di questi due prodotti per consentire ad Apple di fornire un contributo all’economia domestica americana per cifre e posti di lavoro largamente superiore quello di HP.

HP pare peraltro essere interessata alla delocalizzazione non solo degli assemblaggi, ma anche di servizi: ad esempio la propria contabilità finanziaria è svolta a Wrocław, in Polonia.

La realtà dura cui anche HP si piega, anche se prova a mascherarlo, è che la produzione in continenti diversi non è solo una questione di costi ma anche logistica e strategica che consente di semplificare la distribuzione di prodotti destinati a mercati che oggi sono in grado, ben più di USA ed Europa occidentale, di assorbire la produzione.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
settembre 10, 2012

“HP intro prima Spectre AIO con iMac di ispirazione Spectre One”

HP ha introdotto il suo primo Spectre con marchio all-in-in PC pronto per Windows 8. Colui Spectre headliner che richiama immediatamente linea iMac di Apple con il suo uso di materiali in alluminio e una tastiera wireless e il trackpad che sono molto ricordano i disegni di Apple. Le somiglianze con Apple non si esauriscono con il suo aspetto con i materiali HP di marketing utilizzando la parola ‘bellissimo’ per descrivere il suo nuovo PC – un aggettivo che il compianto Steve Jobs è stato sinonimo per l’utilizzo nel descrivere i prodotti Apple.

I centri di One Spectre su un 23,6 pollici a filo vetro di schermo 1080p, che pur essendo propagandato per il suo Windows 8-prontezza, non supporta l’input tocco. Invece le funzionalità multitouch sono spostati al trackpad di grandi dimensioni in un altro cenno a una filosofia di Apple (Apple insiste sul fatto che i computer tradizionali, verticali non sono adatti input tocco). Una gamma completa dei più recenti processori Intel Ivy Bridge sono in vendita abbinato a una GPU Nvidia con 1GB di VRAM dedicata.

La connettività include NFC, che HP ha soprannominato TouchZone per la sincronizzazione con dispositivi mobili, mentre incorpora anche due porte USB 2.0, due porte USB 3.0, HDMI-in e una presa per le cuffie Beats Audio. Storage SSD è offerto anche tra le opzioni. Precaricato software include le versioni complete di Adobe Photoshop Elements e Premiere Elements offrono agli utenti funzionalità di fotoritocco e video-editing out of the box – ricorda anche di Apple precaricato software suite iLife.

La Spectre HP One sarà disponibile il 14 novembre a partire da 1299.

Questo articolo lo trovate su sto Macnn
Tag:
gennaio 11, 2012

“Pratico con Apple di HP che rivaleggia con lo spettro di invidia 14”

Abbiamo avuto l’opportunità di provare lo spettro di 14 HP invidia questa sera. La maggior parte di HP ultrabookis avanzata e ha una strana somiglianza con un incrocio tra l’aria di MacBook e MacBook Pro, attraverso la sua attenzione al design. È una sostituzione per un aMc, però, o provare a cavalcare le falde di Apple? Leggere su quattro nostri prendere. Lo spettro è in linea con i principi di design della recente linea invidia in mente. Non non c’è nessun come muoversi l’ovvio: il design è molto ricordano di notebook più piccoli di Apple. Anche la schiena di vetro temprato è reminiscient di un iPhone. Che non è una brutta cosa, però, è certo un bell’aspetto design in un momento molti PC Windows sono ancora molto utilitaristica. Parte di esso proviene da HP rifilatura la lunetta giù per un molto più piccolo, probabilmente attraverso l’utilizzo di un pannello LCD di LG Shuriken. Indipendentemente dall’origine, il pannello se esso viene miscelato con uno schermo scuro crea un’illusione di continuità che è bello vedere; è un pannello IPS 1600 x 900, troppo, producendo ricco di colori. 
La tastiera retroilluminata può essere programmata anche per illuminare o scurire in un “onda” quando svegliato o mettere addormentato con la tastiera visibile: è un avviso banale, ma che mostra un’attenzione al dettaglio. Non siamo sicuri di come il coperchio di vetro torna reggerà in un sacchetto non protetto, ma ci piace il vetro sul palm rest. Avendo una liscia, superficie ininterrotto per le vostre mani è una sensazione insolita, ma una buona e un trucco che aiuta a mantenere la Palma di riposo dalla mostrando segni visibili di usura. HP ha fatto un buon lavoro con la tastiera e trackpad, o di cui sono confortevoli e nel caso della tastiera, retroilluminato. Abbiamo avuto ancora dare il bordo ad Apple per almeno il trackpad, dal momento che non ha bisogno di una zona di pulsante dedicato per mouse e supporta gesti considerevolmente più multi-touch. Qualunque cosa pensi di Windows detterà appello dello spettro pure, ma almeno ha una quantità minima di bloatware. Il Core i7 1,8 GHz, unità a stato solido e ottimizzazioni del tempo di caricamento sono utilizzati certamente di grande effetto. Abbiamo visto il sistema, riavviare e raggiungere Windows in quello che sembrava per essere in o vicino a 10 secondi, reputazione quale Windows certamente defied logica dato’ per iniziare lento per iniziare. L’inconveniente principale del progetto è che è pesante – notevolmente pesante. HP è tenendolo sotto quattro chili, ma c’è molto evidente differenza tra questo e il tre libbre 13-inch MacBook Air. Non è un onere rispetto alla maggior parte dei notebook più grandi, ma un po ‘ sconfigge il punto se il design è pesante qualsiasi aspetto definitivo presso lo spettro avrebbe dovuto aspettare per una revisione completa, ma per ora è un passo avanti per modelli HP. Earlier invidia erano un segno di HP è stata presa PC di fascia alta sul serio; Questo dimostra che la sua progettazione philposophy potrebbe essere qui per rimanere.
Questo articolo lo trovate su Macnn
Tag: ,