Posts tagged ‘Whatsapp’

dicembre 19, 2016

“WhatsApp, in arrivo due nuove funzioni che cambiano la vita”

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, si è pentito di aver digitato un messaggio subito dopo aver cliccato il tasto “invia”. Eppure basterebbe un tasto per modificare la parola erroneamente modificata dal correttore automatico o per eliminare del tutto un messaggio scomodo. Qualche servizio di messaggistica istantanea (vedi ad esempio Telegram) offre già entrambe le funzioni, ma presto anche il più diffuso WhatsApp potrebbe integrarle. Secondo quanto segnalato da un beta tester su Twitter, la società starebbe testando due nuovi pulsanti, Modifica e Revoca, rispettivamente per modificare il contenuto di un messaggio o eliminarlo completamente. Al momento WhatsApp offre già il tasto “Elimina”, ma questa opzione permette soltanto di eliminare il messaggio dal proprio dispositivo e non c’è alcun modo di farlo sparire anche dalla chat del destinatario. Non è chiaro quando e se questa seconda possibilità arriverà effettivamente in via ufficiale attraverso un prossimo aggiornamento software, ma è comunque interessante notare che la società ci starebbe già lavorando. Sembra che con la funzione di revoca in arrivo su WhatsApp probabilmente saranno compresi anche fotografie e video.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
novembre 11, 2016

“WhatsApp introduce il doppio fattore di autenticazione”

Alcuni utenti WhatsApp stanno cominciando a trovare attiva l’opzione per l’autenticazione a due fattori nella loro cartella impostazioni dell’account WhatsApp. Secondo Android Police, la funzione è già disponibile nelle più recenti versioni beta dell’app (2.16.341 e superiori), ed è stato anche avvistata nella versione beta di Windows Phone. Una volta attivata, l’applicazione richiederà all’utente un codice di accesso statico di sei cifre ogni volta che un nuovo telefono cellulare viene registrato sull’account. Il doppio fattore di autenticazione potrebbe sembrare scomodo, ma fornisce un’importante linea di difesa contro i criminali che potrebbero tentare di clonare il telefono, ingannando un operatore e convincendolo ad assegnare il numero di telefono altrui e l’accesso a WhatsApp su un qualunque dispositivo mobile. Senza protezione a doppio fattore, per attivare WhatsApp su un dispositivo è infatti sufficiente un messaggio SMS di conferma, ma dal momento che il messaggio viene inviato a tutti i dispositivi registrati sotto uno specifico numero di telefono, è molto semplice ottenerlo se un eventuale hacker ha clonato il dispositivo. La funzionalità è stata annunciata da molto tempo, ma questa è la prima volta che una versione funzionale del doppio fattore di autenticazione è disponibile per gli utenti WhatsApp e, nonostante sia al momento solo in versione beta, il suo arrivo sulla app ufficiale è solo una questione di tempo.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
settembre 14, 2016

“Con iOS 10 Siri parla anche con Whatsapp e invia messaggi”

Whatsapp è tra i primi software ad utilizzare le possibilità di sfruttamento delle chiamate esterne alle capacità di Siri su iOS. L’applicazione di messaggistica di Facebook è stata aggiornata qualche ora dopo l’uscita del nuovo sistema operativo e introduce, oltre ad altre migliorie, la possibilità di accettare i messaggi dettati vocalmente dall’assistente virtuale del vostro iPhone o iPad o Apple Watch. Nella galleria di immagini vi mostriamo come si attiva l’opzione e si permette a Whatsapp di accedere ai servizi di Siri: basterà dettare la prima volta “Invia Messaggio Whatsapp” per vedere comparire l’opzione di attivazione; da quel momento in poi potremmo accedere anche direttamente ai nostri contatti per inviare un messaggio di testo attraverso la nostra voce oppure procedere in maniera classica con tutta una serie di domande e risposte che ci permetteranno di scegliere destinatario, messaggio e confermare l’invio. Non c’è ancora la possibilità di farsi leggere da Siri gli ultimi messaggi non letti e di questo l’assistente vocale se ne dispiace. Tra le altre novità dell’ultima versione di Whatsapp troviamo la condivisione di messaggi verso più chat contemporaneamente, la risposta alle chiamate con scehrmo bloccato su iOS 10 e successivi, un nuovo widget che permette di accedere velocemente a chat anche con messaggi non letti (su iOS 10 e successivi) e un nuovo pulsante che permette di inoltrare più velocemente foto e video dalle chat.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
agosto 25, 2016

“Svolta Whatsapp, apre chat alle aziende”

Whatsapp apre la porta alle aziende in una mossa che punta a fare cassa. La società, di proprietà di Facebook dal 2014, ha annunciato una modifica dei termini di servizio e dell’informativa sulla privacy – la prima in quattro anni – che le consentirà di far comunicare le aziende e i clienti attraverso la sua chat come già avviene su Messenger, altra chat di Mark Zuckerberg. Accanto a questo, Whatsapp “collegherà” i numeri di telefono degli utenti “con i sistemi di Facebook”, in modo che il social network possa “offrire migliori suggerimenti di amici e mostrare inserzioni più pertinenti”. In un post sul suo blog, Whatsapp offre rassicurazioni al suo miliardo e più di utenti in merito alla privacy. “Anche se ci coordineremo maggiormente con Facebook nei mesi a venire, i messaggi crittografati rimarranno privati e nessun altro potrà leggerli. Né WhatsApp, né Facebook, né nessun altro”, assicura la società. Gli utenti potranno scegliere di non condividere le informazioni con Facebook. Per farlo dovranno deselezionare l’apposita voce nelle impostazioni. Sulla ricezione di messaggi dalle aziende, “vogliamo esplorare modi per poter comunicare con le imprese che interessano, continuando a fornire un’esperienza senza banner pubblicitari di terze parti e spam”, spiega Whatsapp. “Che si tratti di ricevere informazioni dalla banca circa transazioni potenzialmente fraudolente, o di ricevere notifiche da una compagnia aerea su un volo in ritardo, molti di noi ottengono queste informazioni altrove, tramite sms o telefonate. Vogliamo testare queste funzionalità nei prossimi mesi, e per farlo abbiamo bisogno di aggiornare i nostri termini e l’informativa sulla privacy”.

Questo articolo lo trovate su sito ANSA

Tag:
maggio 2, 2016

“Whatsapp si aggiorna, videochiamate e app per desktop in arrivo?”

Whatsapp è in un periodo ricco di cambiamenti. Dopo l’introduzione della crittografia end-to-end per proteggere la privacy degli utenti, la possibilità di condividere file PDF e di poter personalizzare i propri messaggi scrivendo in grassetto, corsivo e barrato, ora sembra che l’azienda, acquistata nel 2014 da Facebook per 19 miliardi di dollari, possa mettere a disposizione una versione dell’app per desktop. Al momento gli interessati sono solo gli utenti Windows e Mac OS, mentre sarebbero esclusi quelli Linux. Questo sembra emergere da alcune stringhe dei file di traduzione per gli sviluppatori, in cui sono comparse le voci “download per Windows” e “download per Mac OS”. Dalle indiscrezioni sembra emergere inoltre che con i prossimi aggiornamenti sarà possibile effettuare videochiamate e lasciare un messaggio in segreteria telefonica in caso di chiamata persa. Questo rinnovamento potrebbe andare a sostituire “Whatsapp web”, l’interfaccia che da browser già permette di collegare un account da smartphone a pc, ma con funzioni limitate. L’intenzione dell’app per desktop sembra essere quella di riprodurre in tutto e per tutto i comportamenti della sua controparte mobile, accogliendo così le richieste di molti utenti che da tempo chiedevano questo aggiornamento.

Questo articolo lo trovate su sito Tgcom24

Tag:
marzo 14, 2016

“crittografia WhatsApp riferito ostacolare un’indagine- penale”

Apple non è l’unica azienda di tecnologia che il Dipartimento di Giustizia sta attaccando su crittografia, come i pubblici ministeri stanno creando i propri siti su WhatsApp, secondo un rapporto. Si sostiene funzionari del governo sono in discussioni su come affrontare un ordine di intercettazione per un procedimento penale che si applica al servizio di Facebook di proprietà, che non può essere facilmente implementato a causa dell’uso di WhatsApp di crittografia per proteggere sia i messaggi e le chiamate vocali effettuate tramite la rete.

Fonti del Dipartimento di Giustizia parlando con il New York Times sostengono il dibattito interno si svolge su come ascoltare, ma sono contrastati da crittografia di WhatsApp. L’azienda ha iniziato per crittografare le comunicazioni end-to-end tra i dispositivi Android nel 2014, aggiungendo il supporto per iOS l’anno scorso, e ha collaborato con Open Whisper Systems per rafforzare ulteriormente la sicurezza della app.

A differenza attuali rapporti di Apple con l’FBI, il caso in questione, si dice che sia sotto sigillo, e riferire fonti affermano che non è un’indagine del terrorismo, anche se l’esatta natura del caso e la posizione sono stati tenuti segreti.

l’utilizzo di WhatsApp di crittografia è già sbarcato il servizio di messaggistica in difficoltà, con l’arresto di un dirigente di Facebook in Brasile richiesto dal continuo fallimento di WhatsApp per rispettare un ordine del tribunale in un caso di traffico di droga. L’arresto, avvenuto all’inizio di questo mese, si è verificato nonostante l’insistenza da parte della società che “WhatsApp non è in grado di fornire informazioni che non abbiamo”, vale a dire i dati crittografati non può accedere a se stesso.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag:
novembre 17, 2015

“WhatsApp per Mac, il client Messages for WhatsApp arriva su App Store”

L’app ufficiale di Whatsapp per Mac non esiste, tuttavia è possibile affidarsi ad alcune soluzioni non ufficiali (questo e questo) oppure, da questo momento, optare per una ancora più semplice e diretta come l’app Messages for WhatsApp disponibile su Mac App Store.

Si tratta di un nuovo client che porta sul computer tutte le funzionalità native che ci si aspetta da un software simile, quali ad esempio il drag&drop dei file da condividere all’interno di una conversazione, le notifiche con tanto di opzione di risposta rapida e il badge sull’icona per indicare il numero di messaggi ancora non letti, oltre a poter visualizzare l’app a schermo intero. Il software è un “vestito” per i servizi web e rende la loro utilizzazione più semplice e comoda senza interferire nella comunicazione tra l’utente e i server.

Messages for WhatsApp richiede OS X 10.11 El Capitan ed un dispositivo compatibile con Whatsapp Web, quindi prima di acquistare l’applicazione, disponibile su Mac App Store per 1,99 euro, controllate che la funzione sia visibile all’interno del pannello Impostazioni dell’applicazione sullo smartphone).

Click qui per comprare.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Messages for WhatsApp

Tag:
agosto 6, 2015

“Whatsapp per iOS si aggiorna: nuove gesture, pulsanti e decine di funzionalità”

Nelle scorse ore Whatsapp per iOS ha raggiunto la versione 2.12.5 con un aggiornamento che ha introdotto una miriade di novità che aggiungono nuove funzionalità e migliorano il servizio di messaggistica di proprietà di Facebook.

Strizzando un occhio a Viber, ora Whatsapp per iOS aggiunge una nuova gesture all’interno della schermata delle chat. E’ possibile eseguire uno swipe verso destra o sinistra per rivelare opzioni nascoste. Da un lato ci sarà l’opzione “Segna come non letto”, mentre dall’altro si potrà Archiviare una chat oppure cliccare su Altro per rivelare un menu a comparsa per mettere in Silenzioso una chat (8 ore, 1 settimana o 1 anno), guardare le info del contatto/gruppo selezionato, inviare il contenuto via email, cancellare ed eliminare la chat.

Nuovo è anche il pulsante Whatsapp all’interno del menu di condivisione di una posizione nelle app Mappe di Apple. Grazie a questa nuova opzione è possibile condividere un segnaposto o la propria posizione in un clic direttamente all’interno di Whatsapp selezionando nella finestra successiva il contatto o la chat a cui inviarla. Migliora anche la miniatura di anteprima della posizione condivisa, molto più grande e appariscente.

whatsapp per ios

Lo stesso pulsante compare anche nel pannello di condivisione di un contatto. Ora è possibile condividere una scheda dei Contatti o soltanto voci selezionate di una scheda (solo il numero, solo la mail, solo l’indirizzo civico o una combinazione delle varie informazioni riportate) direttamente in Whatsapp, con tutti i vantaggi che ne conseguono. Chi riceve può salvare la scheda con un click o aggiungere le informazioni ad un contatto esistente senza alcuna fatica.

Miglioramenti anche per il consumo dei dati. Un nuovo pulsante permette di comprimere i dati per le chiamate Whatsapp, risparmiando sul traffico dati. Ad esempio la stessa funzione permette di attivarla anche Viber, dove nel caso specifico vengono consumati appena 84 kb al minuto su una chiamata audio su connessione 2G.

All’interno delle funzioni di backup ora spunta l’interruttore per archiviare anche i video. Dall’elenco delle novità riportate nel changelog ufficiale si scopre che è stato migliorato il supporto a VoiceOver e il design della funzione di ritaglio foto e video durante la condivisione di un file multimediale, oltre al fatto che i messaggi precedenti si caricano automaticamente quando si scorrono le chat.

Whatsapp per iOS è disponibile gratuitamente su App Store. Click qui per scaricare

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
marzo 27, 2015

“WhatsApp salverà le conversazioni in Google Drive?”

Secondo alcune indiscrezioni presto WhatsApp potrebbe offrire il supporto e l’integrazione con Google Drive. Lo scopo principale sarebbe quello di mantenere il salvataggio delle proprie chat e conversazioni con gli amici in maniera più semplice e fluida. Se infatti siamo costretti o obbligati a cambiare dispositivo, ci sono buone possibilità di perdere i dati, a meno di non seguire le istruzioni per il backup e il ripristino delle discussioni, procedura non impossibile ma sicuramente non immediata.whatsapp google drive

WhatsApp è usato da milioni di persone ed è irragionevole pensare che tutti gli utilizzatori siano in grado di seguire istruzioni un po’ più complesse, magari alla portata dei più esperti ma non così semplici per un utente comune. L’integrazione con Google Drive potrebbe proprio servire per automatizzare il backup e il ripristino dei dati per utenti che volessero cambiare dispositivo.

Questo potrebbe valere ad esempio anche per gli utenti che passano da Android o iOS (o viceversa), che potranno portarsi dietro anche le loro chat e tutti i dati raccolti in mesi o anni di chat con amici e contatti. Al momento sembra che l’integrazione possa arrivare certamente per Android mentre non è dato sapere se sarà poi effettivamente disponibile anche per i dispositivi iOS.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

febbraio 5, 2015

“WhatsApp iOS: arriva il tasto Quick Camera e il supporto Dynamic Type”

Piccole ma interessanti novità quelle introdotte in WhatsApp iOS con l’ultimo aggiornamento. Con la versione 2.11.15 sono infatti approdati su iPhone il tasto Quick Camera ed il supporto al Dynamic Type.Con quest’ultimo è infatti possibile modificare il font direttamente dal menu di sistema, mentre con il tasto Quick Camera arriva una funzione già conosciuta dagli utenti iPhone grazie a Messaggi su iOS 8 dove, quando si utilizza iMessage, è possibile condividere rapidamente le foto presenti nel rullino con un tasto. E’ questa la funzione svolta da Quick Camera, il nuovo pulsante che permette di scegliere e selezionare rapidamente le foto da condividere con i propri contatti.WhatsApp per iPhone, lo ricordiamo, si scarica gratuitamente da App Store. Il primo anno è gratuito, mentre per i successivi è necessario sottoscrivere un abbonamento annuale di 0,99 euro. Ricordiamo che gli utenti che hanno scaricato e installato l’app su iPhone nei primi anni di disponibilità possono utilizzare WhatsApp gratis per sempre.Click qui per scaricare

Questo articolo lo trovate su sito Macity

WhatsApp iOS

Tag: