Archive for ‘Tecnologia di Apple’

aprile 3, 2020

“Gli Apple Store negli USA rimarranno chiusi fino a maggio”

Anteprima Apple Q3 2019, ecco cosa si aspettano gli analistiApple ha inviato una nota ai dipendenti per spiegare che tutti i negozi al dettaglio negli Stati Uniti rimarranno chiusi fino a inizio maggio per via della pandemia da  coronavirus (SARS-CoV-2) che continua a devastare anche gli USA. Nel memo ottenuto da Bloomberg, Deirdre O’Brien – Vice Presidente responsabile negozi al dettaglio e Persone in Apple – ha riferito allo staff che l’azienda prevede che “condizioni di lavoro flessibili resteranno in vigore per tutti gli uffici, e i negozi al dettaglio rimarranno chiusi fino all’inizio di maggio”. La manager della Mela riferisce ancora che “Apple continua a monitorare quotidianamente le condizioni locali di ogni struttura aziendale” e che l’azienda deciderà la riapertura “sulla base di scrupolosi e riflessivi esami” e tenendo conto “delle ultime indicazioni delle amministrazioni locali e degli esperti di sanità pubblica”. Nella mail la manager spiega ancora che l’azienda sta esaminando diverse opzioni affinché i genitori abbiano il sostegno e la flessibilità affinché possano adattare i loro orari in base alle loro necessità. O’Brien spiega ancora che Apple è al corrente di genitori che devono bilanciare le necessità di casa e lavoro, incoraggiando i dipendenti ad avere atteggiamenti aperti con il management in merito alle loro difficoltà. La manager di Apple, in precedenza aveva riferito ai dipendenti che alcuni negozi all’infuori degli USA forse potevano essere riaperti per l’inizio di aprile. Nell’ultima nota O’Brien riferisce che il team esecutivo dell’azienda si riunisce quotidianamente a stretto coordinamento con i vari team di tutta l’azienda. Apple ha circa 270 negozi ufficiali negli SUA e 458 solo tra Cina, Taiwan e Hong Kong. I vari uffici dell’azienda si stanno muovendo verso un’organizzazione di lavoro flessibile in tutto il mondo al di fuori della Cina. Il CEO di Apple, Tim Cook, in una lettera di qualche giorno addietro ha spiegato ” che i membri del team dovrebbero lavorare a distanza, se il loro lavoro lo consente, e coloro il cui lavoro richiede la presenza sul posto di lavoro dovrebbero seguire le linee guida per massimizzare lo spazio interpersonale. Opere di pulizia profonda ed estesa continuano ad essere effettuate in tutte le nostre sedi. In tutti i nostri uffici, stiamo effettuando nuovi controlli sanitari e controlli della temperatura”. E ancora: “Tutti i nostri lavoratori a ore continueranno a ricevere la retribuzione come da operatività normale. Abbiamo ampliato le nostre politiche di congedo per tener conto delle circostanze personali o familiari create dal COVID-19 – tra cui il recupero da una malattia, la cura di una persona cara malata, la messa in quarantena obbligatoria o le difficoltà dovute alla chiusura delle scuole. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Coronavirus sono disponibili da questa pagina.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
marzo 31, 2020

“Film e serie tv per bambini e gratis per tutti gli utenti Amazon”

Una selezione di titoli per famiglie, gratuita per tutti: è questo il regalo che Amazon fa a tutti i clienti Amazon. In questo periodo di emergenza sanitaria internazionale Amazon offre una finestra su Amazon Prime Video a tutti i suoi clienti: per accedervi basterà avere un profilo gratuito di Amazon.  Non occorrerà, dunque, essere iscritti al servizio di Prime Video per accedere a questa raccolta di serie tv e film per bambini e famiglie da guardare in streaming. Amazon non ha annunciato il termine di questa offerta, ma è lecito pensare che vada avanti per tutto il mese di aprile o fino a quando saranno in vigore le disposizioni del Governo di contenimento del Coronavirus.  Tra le serie tv per tutti resa disponibile gratuitamente da Amazon ci sono alcuni titoli originali Amazon – come Tumble Leaf, Pete the Cat, The Snowy Day, Gortimer Gibbons e una lista di contenuti già noti al grande pubblico come Peppa Pig, Ben e Holly, Mia and Me, Vicky il Vichingo, Horrible Histories: The Movie – Rotten Romans.   Per accedere ai contenuti gratuiti per bambini e famiglie su Prime Video non è necessario avere un abbonamento Prime, ma sarà sufficiente creare un account gratuito Amazon.  Amazon Prime Video è il servizio di intrattenimento on demand di Amazon che offre agli utenti una raccolta di contenuti da guardare ovunque: tutto su Prime Video in questo articolo di Macitynet. Tutte le novità su Amazon Prime Video si possono seguire a partire da questo link. Amazon Prime Video è gratis per gli utenti abbonati ad Amazon Prime. Gli appassionati di cinema troveranno notizie e approfondimenti nella sezione dedicata ai film e in quella dedicata al cinema di Macitynet. Tutti gli aggiornamenti sulle piattaforme dello streaming tv si trovano invece nelle pagine dedicate ad Amazon Prime Video, Netflix, Apple TV+ e Disney+.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
marzo 30, 2020

“Sul sito web di Apple la schermata di una versione di Logic Pro X con i Live Loops”

Apple sta probabilmente preparando un aggiornamento per Logic Pro X, l’applicazione DAW (Digital Audio Workstation) e sequencer MIDI per macOS. Una delle novità della nuova versione dovrebbero essere i “Live Loops”. A indicare la novità è il sito Macrumors facendo riferimento ad una foto che appare sulla sezione dedicata all’istruzione del sito Apple. La foto mostra un MacBook Pro con Logic Pro X; peculiarità della foto è che la schermata con Logic Pro X mostra la funzionalità Live Loops. I “Live Loops” sono noti agli utenti di Garageband per iPad. Nella descrizione dell’app per iPad, Apple descrive la funzionalità in questo modo: “Con Live Loops, produrre musica elettronica è facile e divertente: ti basta fare tap su celle e colonne della griglia per attivare i loop e iniziare a creare i tuoi arrangiamenti. È possibile scegliere template Live Lopp con inclusi set di strumenti e celle preregistrate o scegliere una griglia vuota”. Non è dato sapere quando Apple rilascerà la versione aggiornata di Logic Pro X. Pochi giorni addietro la Mela ha messo a disposizione una versione Trial (dimostrativa) di Final Cut Pro X liberamente utilizzabile per 90 giorni. Una versione trial di Logic Pro X, anche questa liberamente utilizzabile per 90 giorni, dovrebbe essere disponibile a breve nella sezione del sito Apple dedicata alla DAW e al sequencer MIDI. Grazie alla capacità di utilizzare al massimo l’hardware del Mac Pro di ultima generazione, Logic Pro X supporta ora fino a 56 thread di elaborazione, permettendo a musicisti, produttori e compositori professionisti di lavorare con progetti incredibilmente complessi, permettendo di eseguire fino un numero cinque volte superiore di plug-in in tempo reale rispetto al Mac Pro precedente: supporta  fino a 1000 tracce audio e 1000 tracce di strumenti software,  un numero complessivo quattro volte superiore di tracce disponibili rispetto a prima Logic Pro X è è venduto  sul Mac App Store a €229.99. FinalCut Pro X è venduto sul Mac App Store a €329,99.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

marzo 27, 2020

“Serif contro coronavirus offre prova gratis estesa delle app Affinity e sconti del 50%”

Lo sviluppatore Serif, noto a apprezzato in tutto il mondo per la suite di app Affinity per la creatività digitale ha varato un corposo piano contro l’emergenza coronavirus. «Numerosi rappresentanti della comunità creativa sono alle prese con gravi difficoltà causate dalla pandemia da COVID-19: sappiamo di non essere in grado di risolvere molti di questi problemi, ma vogliamo cercare di offrire il massimo supporto possibile durante questo periodo incredibilmente difficile». E’ l’introduzione del messaggio diramato da Serif, sviluppatore delle app di grafica, fotoritocco e impaginazione come Affinity Publisher, Affinity Photo e Affinity Designer. Con il suo messaggio la società informa delle nuove manovre che sono state appena messe in atto per venire incontro ai propri clienti, vecchi e nuovi, tutti bloccati o rallentati dalla epidemia di coronavirus in corso. Nello specifico Serif lancia tre iniziative: innanzitutto l’ultima versione di tutte le applicazioni della suite Affinity, per Mac e Windows, si può scaricare, installare e usare gratuitamente per i prossimi tre mesi. In secondo luogo, per chi decidesse di acquistare una o più applicazioni dello sviluppatore, potrà beneficiare di una riduzione del prezzo pari al 50%, potendo così continuare ad utilizzare tutte le app Affinity per iPad, Mac e PC Windows pagandole sostanzialmente la metà del normale prezzo di listino. Infine l’impegno che la società intende offrire nei prossimi tre mesi: in questo arco di tempo infatti Serif investirà l’equivalente del bilancio aziendale annuale di outsourcing per la realizzazione di diversi progetti destinati ad oltre 100 creativi feelance. Queste iniziative sono state concepite con l’intento di rendere la vita un po’ più facile a chi fa uso di soluzioni software creative per guadagnarsi da vivere, ma che in questi giorni di emergenza potrebbe trovarsi chiuso in casa senza poter impiegare gli strumenti abitualmente utilizzati. Allo stesso tempo possono far comodo a tutti quegli studenti che potrebbero trovarsi impossibilitati ad accedere alle app Affinity installate sui loro dispositivi personali. Anche l’investimento non è casuale: l’azienda infatti dichiara che «Accrescendo il bilancio dedicato a commissionare progetti a freelancer intendiamo inoltre convogliare qualche fondo extra in un settore dell’industria che sarà particolarmente colpito dalla situazione». Per il momento si potrà attivare il periodo di prova gratuito di 90 giorni delle app Affinity o comprarle con lo sconto del 50% entro e non oltre il 20 aprile: Serif comunque fa sapere che monitorerà la situazione e, nel caso fosse necessario, valuterà l’estensione del periodo promozionale. La società ha attualmente chiuso gli uffici di Nottingham riorganizzando il lavoro con lo smart working. Ciò sta chiaramente causando qualche interruzione, soprattutto per quanto riguarda l’assistenza. «Al momento non siamo in grado di accettare chiamate telefoniche in arrivo e il personale incontrerà difficoltà nel rispettare il normale orario lavorativo a tempo pieno, soprattutto in vista dell’imminente chiusura delle scuole nel Regno Unito» concludono «Ovviamente faremo del nostro meglio ma per le prossime settimane potremmo non essere in grado di garantire l’abituale tempestività».

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
marzo 26, 2020

Saturimetro con schermo LED a colori in offerta a soli 16 euro – Macitynet.it

Il pulsossimetro è uno strumento medico che sostanzialmente permette di misurare la quantità di emoglobina legata nel sangue in maniera non invasiva. Se desiderate acquistarne uno, sappiate che al momento potete comprarlo in offerta a circa 16 euro. Precisiamo che qualsiasi pulsossimetro non permette di stabilire con quale gas è legata l’emoglobina, ma solo la percentuale di emoglobina legata: normalmente l’emoglobina lega l’ossigeno, quindi in sostanza permette di ottenere una stima della quantità di ossigeno presente nel sangue. Normalmente si usa nei reparti ospedalieri e sui mezzi di soccorso in quanto è un dispositivo non invasivo (cioè non è necessario eseguire manovre o analisi che penetrino nei tessuti del paziente) ed è precoce nel riconoscere l’ipossia rispetto alle condizioni di cianosi, permettendo una diagnosi di desaturazione dell’ossigeno prima di gravi complicanze. L’ipossiemia poi, è tipica di varie malattie: ostruzioni delle vie aeree, anemia, sindrome da distress respiratorio acuto, BPCO, enfisema, malattia polmonare interstiziale, polmonite, pneumotorace, edema polmonare, embolia polmonare, fibrosi polmonare e sindrome delle apnee ostruttive durante il sonno. Anche l’altitudine e l’anemia si associano a quadri di ipossia; per esempio tra i 5000 e i 5500 metri di altitudine, la saturazione di ossigeno scende intorno all’85%. Il dispositivo non è pensato per un monitoraggio su base continua, non va quindi a sostituire quello che ad esempio troviamo in sala operatoria: è piuttosto pensato per un uso domestico ed è indicato per fornire informazioni aggiuntive al proprio medico. Il modello attualmente in promozione ha uno schermo LED da 1”, promette un’autonomia di 20 ore ed è dotato di un sistema di autospegnimento che gli consente di risparmiare energia se non viene rilevata la presenza del dito per più di 15 secondi consecutivi. Come dicevamo al momento potete trovarlo in offerta su GearBest per 16,33 euro. Per ulteriori informazioni sui costi e tempi di spedizione, eventuali oneri e gestione degli ordini, è possibile consultare il sito del venditore. L’offerta è valida fino ad esaurimento scorte; per ulteriori informazioni sui costi e tempi di spedizione, eventuali oneri e gestione degli ordini, è possibile consultare il sito del venditore.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

marzo 25, 2020

“Apple Store potrebbero riaprire a aprile”

Apple potrebbe riaprire alcuni dei suoi negozi nella prima metà di aprile, dopo averne chiusi 458 – cioè tutti gli Apple Store del mondo eccetto quelli in Cina, Hong Kong, Taiwan e Macao – a metà marzo. Lo scrive Bloomberg citando una nota interna firmata dalla vicepresidente responsabile per il retail e le risorse umane, Deirdre O’Brien, in cui si affronta anche il tema dello smart working. “Per tutti i nostri punti vendita al di fuori della Grande Cina, riapriremo i negozi in modo scaglionato”, si legge. “Al momento prevediamo che alcuni negozi potrebbero essere in grado di aprire nella prima metà di aprile, in base alle condizioni della loro comunità. Forniremo aggiornamenti per ogni negozio non appena saranno stabilite date specifiche”. Sul telelavoro, nel memo si estende almeno fino al 5 aprile la possibilità di lavorare da casa per tutti i dipendenti che possono farlo. In seguito ci saranno rivalutazioni settimanali in base alla situazione nei vari Paesi.

Questo articolo lo trovate su sito ANSA

Tag:
marzo 24, 2020

“Dell Mobile Connect può trasferire foto tra iPhone e Windows, e abilita il mirroring dello schermo”

Dell ha annunciato a gennaio che il suo software Mobile Connect sarebbe diventato compagno ideale per tutti i possessori di un iPhone; la promessa viene ora mantenuta con l’aggiornamento di Dell Mobile Connect, l’app che permette ora di trasferire foto tra iPhone e PC. Per il corretto funzionamento sarà necessario effettuare il download dell’app da Microsoft Store e App Store, e si dovrà per forza utilizzare un PC Dell/Alienware 2018, o più recente. Solo così, infatti, sarà possibile abilitare sia i trasferimenti di file, che il mirroring dello schermo per iPhone. Lo scambio di file, peraltro, è limitato solo a foto e video, ma si tratta comunque di una funzione utile per quanti volessero trasferire gli scatti mobili sul proprio PC. Il mirroring dello schermo, invece, è quello che ci si aspettava: l’utente potrà vedere lo schermo del proprio iPhone su PC e controllarlo con la tastiera, il mouse o, nel caso in cui fosse disponibile, con il touchscreen. Si tratta di una funzione utile per utilizzare le app mobili su uno schermo più grande. Questo aggiornamento rende l’app di Dell un’opzione più praticabile e appetibile per i proprietari di iPhone, che pareggia l’esperienza già proposta da altri brand.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
marzo 19, 2020

“Con l’AI Augmented Sky di Luminar 4.2 per Mac e PC il cielo nelle foto lo create voi”

Fotografia composita per il cielo: è la caratteristica principale della nuova funzionalità AI Augmented Sky introdotta nella versione 4.2 di Luminar, disponibile gratuitamente per tutti gli utenti di Luminar 4 a partire da oggi.

Questo particolarissimo software di fotoritocco, di cui vi abbiamo già parlato in maniera approfondita attraverso la nostra recensione, si arricchisce oggi di uno strumento che di fatto consente di personalizzare il cielo delle fotografie in un modo in cui pochi altri software oggi ci riescono.

Le novità una per una

Nello specifico la funzione AI Augmented Sky – visibile nella scheda Creative di Luminar 4.2 – i fotografi sono in grado di posizionare diversi oggetti direttamente in cielo, realizzando un paesaggio realistico o trasformando lo stesso in qualcosa di fiabesco.

E’ possibile scegliere oggetti dal database di Luminar o utilizzare i propri: anche con foto dove ci sono sfondi complessi, con alberi o edifici, non occorre impiegare livelli e maschere ma al contrario, l’oggetto si adatta senza problemi all’interno della foto.

[EMBARGO fino al 19/3] Con l’AI Augmented Sky di Luminar 4.2 il cielo lo create voi

AI Augmented Sky rileva automaticamente il cielo di una foto e aggiunge l’elemento scelto al cielo stesso. Grazie alle tecnologie in grado di rilevare i contenuti, gli oggetti in primo piano vengono automaticamente individuati, facendo in modo che l’oggetto si fonda naturalmente con il cielo. E se si desidera un maggiore controllo sul posizionamento, è possibile trascinare il nuovo elemento nell’area del cielo.

Ma Luminar 4.2 non è soltanto questo. In quest’ultima versione del software è infatti presente un aggiornamento della tecnologia di rilevamento automatico dei volti che consente di ripristinare la pelle in aree eccessivamente lucide e smagrire i volti in modo più efficace. Questa nuova architettura della rete neurale di rilevamento delle caratteristiche del volto consente a Luminar 4.2 di offrire un’automazione ancora migliore quando si va a migliorare i ritratti.

La tecnologia è pensata per rilevare volti diversi in tutti i tipi di posizioni, tenendo conto di aspetti come inclinazioni della testa, angoli insoliti, volti scarsamente illuminati o parzialmente nascosti e persino quelli con trucco pesante. Può rilevare persone di qualsiasi tonalità di pelle o età, oltre a individuare tutti i volti in una foto di gruppo.

E’ inoltre presente lo strumento AI Skin Enhancement che facilita la rimozione dei bagliori. Nello specifico questa nuova opzione aiuta a ridurre l’eccessiva lucentezza sulla fronte o sulle guance, per rendere più piacevole la foto. Funziona ripristinando la pelle sulle macchie del viso con una luce eccessiva, generando automaticamente una pelle dall’aspetto realistico che si fonde con il resto del viso.

Attraverso la funzione AI Portrait Enhancer è poi presente la tecnologia di snellimento del viso 2.0. Prima di Luminar 4.2, il dimagrimento del viso si applicava solo alla parte inferiore del viso di una persona, ottenendo a volte risultati non realistici. Con Snellisci viso 2.0, lo strumento può rendere l’intero viso proporzionalmente più piccolo e naturalmente magro, consentendo ai fotografi di ottenere risultati più realistici e piacevoli.

Altri miglioramenti

Luminar 4.2 offre infine vari miglioramenti per diversi strumenti, nonché alcuni miglioramenti di prestazioni. Nello specifico:

Novità specifiche su Windows

Per quanto riguarda gli utenti Windows ci sono diversi altri aggiornamenti specifici per la loro piattaforma, che includono:

Come aggiornare

Come dicevamo, Luminar 4.2 è un aggiornamento gratuito per gli utenti attuali di Luminar 4. Su Mac, basta cliccare nella barra del menu in alto e scegliere Luminar 4 > Controlla aggiornamenti. Se è stato effettuato l’acquisto tramite Mac App Store, basta aprire l’App Store e recarsi sulla scheda Update. Su Windows, nella barra del menu in alto bisognerà invece scegliere Aiuto > Controlla aggiornamenti.

Se Luminar viene eseguito come plugin di Photoshop, Lightroom Classic o Photoshop Elements, è consigliato rieseguire anche in questo caso l’installer del plugin.

Come sfogliare il manuale

E’ stato aggiunto anche un ​manuale utente ampliato che semplifica agli utenti la ricerca e l’individuazione di risposte a domande che potrebbero avere sul software.

L’offerta

Per un periodo di tempo limitato, è possibile acquistare Luminar 4,2 a 89 Euro e ricevere gratuitamente il pacchetto di Look di ispirazione, del valore di 49 dollari.

In alternativa è possibile effettuare l’upgrade all’edizione Plus che include Luminar 4.2, il pacchetto di Look di ispirazione e il pacchetto di cieli California Sunset al prezzo di 99 Euro.

Una terza opzione consente di ricevere invece Luminar 4.2, i pacchetti di Look di ispirazione e di cieli California Sunset oltre ad Aurora HDR 2019 al prezzo di 169 Euroi.

Questo articolo lo trovate su sito Macity
Tag:
marzo 16, 2020

“Da Rekordata corsi gratuiti su Google Hangouts per l’emergenza coronavirus”

Rekordata mette a disposizione tecnici specializzati che terranno corsi online gratuiti per illustrare il funzionamento di Google Hangouts Meet per la collaborazione da remoto e lo smart working. Aziende e istituzioni di tutto il territorio italiano stanno fronteggiando l’emergenza coronavirus. Le misure restrittive imposte dalle autorità per evitare il diffondersi dell’epidemia possono avere un grande impatto sulla continuità delle attività lavorative e/o scolastiche. Nell’ottica di fornire un aiuto concreto a tutti coloro che hanno subito gli effetti dell’emergenza sanitaria, Google ha deciso di rendere gratuite per tutti le funzionalità avanzate di Hangouts Meet. Questo significa che chiunque possieda un account G Suite o G Suite for Education(attivabili gratuitamente) potrà accedere a: Meeting online fino a 250 partecipanti per call Streaming online fino a 100mila spettatori per dominio Registrazione diretta dei meeting su Google Drive Per fornire ulteriore supporto, Rekordata ha messo a disposizione tecnici specializzati, che terranno delle live session gratuite atte a illustrare il funzionamento della piattaforma Hangouts Meet per la collaborazione da remoto e lo smart working. Per scoprire tutti i corsi live session disponibili e iscriversi è possibile partire da questo collegamento.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
marzo 10, 2020

“In iOS 14 e macOS 10.16 tante novità per l’app Messaggi”

Apple sta testando nuove funzionalità per l’app Messaggi che vedremo in iOS 14 e macOS 10.16. Una delle prime novità è un meccanismo tipo Slack per menzionare gli utenti che permette di taggare altri utenti usando la chiocciola seguita dal nome (es, @Joe o @Jane). Quando si digita il carattere “@” appare una lista con suggerimenti di contatti, funzione utile in conversazioni di gruppo; è possibile attivare  “alert silenziosi” e ricevere notifiche push solo quando si viene menzionati direttamente. Apple starebbe testando anche la possibilità di ritirare un messaggio dopo l’invio; una postilla visibile a mittente e destinatario permetterebbe di fare capire che il messaggio è stato eliminato; non è al momento chiaro se è stato predisposto un tempo limite massimo entro il quale eliminare il messaggio inviato. Altre funzionalità in fase di sviluppo riguardano indicazioni che consentono di capire chi sta digitando testo all’interno di un gruppo, sulla falsariga della funzione già presente su Messaggi nelle conversazioni con le singole persone. È prevista la possibilità di marcare l’ultimo messaggio come non letto e l’espansione del comando “/me” per condividere lo stato di una nostra azione (comando noto agli utenti IRC o iChat). Lo scorso anno lo sviluppatore Steve Troughton-Smith aveva individuato prove che lasciavano immaginare che Apple era al lavoro su una versione di Messaggi creata con la tecnologia Catalyst, permettendo lo sviluppo di un’app unica per Mac e iOS. Nuove funzionalità integrate nell’app Messaggi per Mac potrebbero rendere l’app di Apple più simile all’app rivale Slack, strumento di collaborazione molto apprezzato in vari ambiti aziendali. A riferire il tutto è il sito MacRumors citando informazioni da sue non meglio precisate fonti, precisando però che si tratta di funzionalità non del tutto definite e dunque non è scontato il loro arrivo con le prossime versioni degli aggiornamenti dei sistemi operativi.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: