febbraio 27, 2017

“Al MWC17 Lenovo raddoppia, con Moto G5 e G5 Plus”

Insieme a LG e Huawei, anche Lenovo ha presentato nelle scorse ore, al MWC 17 in corso, i propri smartphone top di gamma. Si tratta di Moto G5 e G5 Plus, che secondo il produttore non accettano compromessi: il motto è “vietato accontentarsi”. Per Moto G5 Lenovo ha scelto un design in metallo, che contiene il peso del terminale in 144,5 grammi, con misure pari a 144,3×72,0×9,5mm. Al suo interno Moto G5 dispone di un processore Snapdragon 430 con clock fino a 1,4 GHz 3 GPU Adreno 505. Arriverà sul mercato con un display Full HD da 5 pollici, con 441 ppi. Le varianti disponibili consentiranno di scegliere storage da 16 o 32 GB, con 2 o 3 GB di RAM. A livello multimediale il terminale vanta una camera posteriore da 13 MP, con apertura f. 2.0, Flash LED e dimensione dei pixel pari a 1,1 um. Quella frontale, invece, consta di un sensore da 5 megapixel, con apertura f. 2.2. La batteria da 2800 mAh ne consente l’utilizzo dalla mattina alla sera senza bisogno di ricorrere a ricariche intermedie, e anche quando arriva il momento di ricaricarlo, il produttore promette tempi rapidissimi grazie al caricabatterie TurboPower da 10W. Moto G5 Plus, invece, propone dimensioni più generose, pari a 150,2×74,0×7,7 mm, con un peso di 155 grammi. Propone un display più grande del fratello minore, da 5,2 pollici, sempre Full HD, con una densità di pixel pari a 424. Moto G5 Plus è dotato di fotocamera da 12 megapixel, con doppio autofocus pixel che punta al soggetto rapidamente, utilizzando 10 volte più pixel in più sul sensore, si può mettere a fuoco il soggetto con una rapidità del 60% superiore rispetto al precedente Moto G4 Plus. Moto G5 Plus è alimentato da un processore octa-core da 2.0 GHz, lo Snapdragon 625, e una GPU Adreno 506. Sarà disponibile sul mercato nei tagli 16 e 32 GB, con 3 o 4 GB di RAM. Al suo interno anche una batteria da 3000 mAh con carica veloce grazie all’adattatore TurboPower, che garantisce fino a sei ore di durata della batteria con soli 15 minuti di ricarica. Prezzi e disponibilità Moto G5, in versione 2GB RAM e 16GB di memoria interna, sarà in vendita in esclusiva per TIM, mentre Moto G5 Plus, in versione 3GB RAM e 32GB di memoria interna, sarà distribuito nelle principali catene dell’elettronica di consumo. Disponibili in Italia a partire da aprile, avranno un prezzo al pubblico consigliato, rispettivamente, di 199,90 e 299,90 euro.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
febbraio 27, 2017

“Al MWC17 Plus 12, il nuovo 2-in-1 Alcatel con Windows 10 e tastiera hotspot 4G”

Non solo smartphone per Alcatel al MWC17; la società presenta, a sorpresa, anche un convertibile Windows 10, con prezzo competitivo e caratteristiche interessanti, a partire da uno schermo Full HD da 12 pollici. Ecco foto e caratteristiche, direttamente dalla presentazione ufficiale a Barcellona. Equipaggiato con sistema operativo Windows 10, PLUS 12 è progettato per offrire la versatilità di un tablet, ma anche la funzionalità di un PC Windows, con tanto di tastiera completa. E’ dotato di un display Full HD da 12”, un design sottile, di fotocamera frontale da 5MP, doppi speaker frontali e microfono digitale. Ovviamente, tra le peculiarità della periferica la tastiera staccabile, che ha il 4G LTE e funziona come hotspot Wi-Fi per connettere fino ad un massimo di 15 dispositivi. Si ricarica a parte e ha un meccanismo di innesto al display simile a quello di iPad Pro. PLUS 12 è basato su Intel Turnkey Solution, monta anche il nuovo processore Intel Celeron N3350, che a detta del produttore è in grado di garantire ottime prestazioni ad un prezzo accessibile. PLUS 12 include tutte le nuove funzionalità di Windows 10, Cortana inclusa, e permette di utilizzare il riconoscimento delle impronte digitali con Windows Hello per un accesso veloce, senza l’utilizzo di password. Inoltre, tra gli accessori che incrementano la produttività del convertibile, la nuova Windows Ink, per annotare gli appunti. PLUS 12 mette a disposizione dell’utente più porte, tra cui USB-C, USB-A, micro-HDMI e jack audio, e consente diverse connessioni a più periferiche, come memoria esterna, mouse, cuffie, e perfino per uno schermo secondario. A livello estetico, Plus 12 è compatto e propone un peso di soli 990 grammi, così da poterlo trasportare facilmente. Il look è impreziosito da una scocca frontale lucida in metallo con effetto spazzolato. PLUS 12 arriverà in Europa entro giugno ad un prezzo consigliato di 499,00 Euro, e sarà disponibile nella colorazione Ardesia.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
febbraio 27, 2017

“X-Men: Apocalisse, il film Marvel firmato Bryan Singer in offerta su iTunes”

Ce la faranno Raven, il Professor X e i giovani X-Men a salvare l’umanità e riportare la serenità sulla Terra? Lo racconta Bryan Singer con il film X-Men: Apocalisse, in offerta per un tempo limitato a 5,99 euro su iTunes. Il regista riporta sul grande schermo i supereroi Marvel attraverso l’interpretazione di attori come James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Oscar Isaac, Nicholas Hoult, Rose Byrne, Tye Sheridan, Sophie Turner, Olivia Munn, Lucas Till. E lo fa con un soggetto firmato Stan Lee e Jack Kirby che mette al centro lo scontro tra gli X-Men e il loro potente nemico, Apocalisse, per salvare gli uomini dall’estinzione. “Il regista Bryan Singer torna con X-MEN: Apocalisse – si legge nella recensione di iTunes – . Apocalisse ha in sé molti poteri, è immortale ed invincibile. Risvegliatosi dopo anni e deluso dal mondo, recluta un gruppo di mutanti fra cui Magneto, per creare un nuovo ordine su cui regnare. Il destino della Terra è in bilico: Raven con l’aiuto del Professor X, guida dei giovani X-Men per fermare il nemico e salvare l’umanità. L’ultima avventura dei mutanti divertente e appassionante. Per tutti i fan del genere, acquistando la pellicola su iTunes si potrà accedere agli iTunes Extras: il documentario X-Men: Apocalisse nei dettagli, una sequenza di gag, i video girati per il cast e la troupe durante la festa di fine riprese di X-Men: Apocalisse, le scene tagliate con l’introduzione opzionale di Bryan Singer, la galleria di immagini di produzione e il commento audio di Bryan Singer e Simon Kindberg. Il film, nelle sale nel 2016, si può scaricare da iTunes e per un tempo limitato costerà 5,99 euro.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
febbraio 26, 2017

“Matteo scrive a Dj Fabo: Anch’io sono disabile, non andare a morire” 

Matteo Nassigh ha 19 anni e dalla nascita non può parlare, camminare, mangiare o vestirsi da solo. Durante il parto ha subito un’asfissia che gli provocato gravissimi danni e oggi vive attaccato a una tavoletta con la quale comunica con il mondo. In questi giorni, come racconta il quotidiano della Cei “Avvenire”, ha usato questo sistema per lanciare un appello a Dj Fabo, cieco e tetraplegico dopo un grave incidente: “Io conosco bene la fatica di vivere in un corpo che non ti obbedisce in niente. Voglio dirgli che noi persone cosiddette disabili siamo portatori di messaggi molto importanti per gli altri, noi portiamo una luce. Anch’io a volte ho creduto di voler morire, perché spesso gli altri non ci trattano da persone pensanti ma da esseri inutili”. Per capire cosa passa nella testa di Matteo basta leggere il suo blog, a partire dalla descrizione subito in homepage: “Vita a rotelle di uno con le rotelle pensanti”. Sì, perché il giovane milanese non è autonomo in nessuna attività quotidiana, ma è un vulcano di idee e progetti. Al Dj che ha scritto al presidente Mattarella per accelerare i tempi di approvazione della legge sul testamento biologico dice ancora: “È vero che noi due non possiamo fare niente da soli, ma possiamo pensare e il pensiero cambia il mondo. Fabo, noi siamo il cambiamento che il mondo chiede per evolvere! Tieni duro”. E dopo il pensiero segue l’azione: Matteo ha infatti deciso di creare una sua associazione “Per la cura di chi cura” con l’obiettivo, spiega lui stesso, di “cambiare lo sguardo verso noi disabili. Anche noi siamo perfetti, se ci lasciate liberi di essere come siamo, diversi, e di non dover diventare simili a voi”.

Questo articolo lo trovate su sito Tgcom24

Tag:
febbraio 26, 2017

“Al MWC17 KEYone, lo smartphone BlackBerry non prodotto da BlackBerry”

Al MWC17 in corso BlackBerry svela finalmente il suo nuovo terminale, a lungo noto con il nome in codice Mercury. Prende il nome ufficiale di KEYOne, ma la prima sorpresa sta nel fatto che è stato concesso in licenza a TCL: un BlackBerry non fatto da BlackBerry. Ecco foto e caratteristiche ufficiali del nuovo terminale, che non rinuncia all’iconica tastiera a 35 tasti. KEYone propone dimensioni pari a 149.1×72.4×9.4 mm, e sopra la tastiera fisica il terminale propone un display da 4,5 pollici, con risoluzione 1620 x 1080 e un rapporto 3:2; sotto al cofano propone un processore octa-core, il Qualcomm Snapdragon 625 con X9 LTE , con clock a 2 GHz, e GPU Adreno 506, il tutto coadiuvato da 3 GB e uno storage interno da 32 GB, espandibile tramite microSD fino a 2 TB. Il reparto multimediale è affidato ad una camera posteriore da 12 MP e sensore Sony IMX378, con pixel di dimensione 1,55 um, apertura focale f/2.0, a due tonalità di flash LED, con una fotocamera anteriore da 8 MP, con messa fuoco fissa e un obiettivo grandangolare di 84 gradi. A livello di connettività il terminale propone ovviamente un modulo Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.2, NFC, radio FM, USB Type-C, con un’autonomia affidata ad una batteria da 3,505 mAh. Il produrre, vanta  una carica rapida Quick Charge 3.0, che permetterà al telefono di andare dallo 0 al 50 per cento in circa 36 minuti. Il tutto basato su Android 7.0 Nougat, ma con particolare attenzione alla sicurezza dell’utente. Questo grazie alla suite di sicurezza DTEK, che è stato progettata per monitorare costantemente il sistema operativo, informando in tempo reale quando la privacy potrebbe essere a rischio, e fornendo opzioni su come migliorare la sicurezza. Oltre all’iconico design progettato da BlackBerry per l’utente di oggi, KEYone avrà in dotazione BlackBerry Hub, che consente di raggruppare tutti i messaggi all’interno di un unico spazio più sicuro, incluse le mail, gli sms e i messaggi provenienti dai vari social network. Un altro vantaggio di Hub, spiega il produttore, è la possibilità di gestire più account mail senza dover passare da un’app a un’altra,  supportando Gmail, Yahoo Mail, Outlook, Microsoft Exchange e molti altri service IMAP e POP3. Il lancio di BlackBerry KEYone è previsto a livello mondiale per aprile, ad un prezzo di 599 euro.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
febbraio 25, 2017

“DupeZap 4, update per l’utility che individua file duplicati”

DupeZap 4.0 è l’ultima versione di una utility per Mac che abbiamo segnalato più volte. L’applicazione consente di trovare file duplicati in base a moltissimi criteri permettendo di recuperare spazio prezioso. È possibile cercare documenti e pacchetti duplicati per contenuto, tipo di file (es. PDF, immagini, filmati, ecc.), data di modifica, data di creazione e data/periodo. Le ricerche possono essere eseguite per tag, durata dei brani e frequenza bit di documenti MP3 e AAC e, per quanto riguarda le foto, per metadati EXIF; l’utility consente di cercare il contenuto dei database di iPhoto, Aperture, iTunes e delle caselle di Mail, sincronizzare le rimozioni con iPhoto, Mail e iTunes. DupeZap sfrutta un algoritmo che permette di scandagliare velocemente i vari volumi (dischi rigidi e altre unità collegate al computer) senza bisogno di creare indici. È possibile effettuare più ricerche contemporaneamente e sfruttare un sistema di sicurezza che consnete di lasciare inalterato un documento del gruppo di duplicati. Dai menu dell’applicazione è possibile annullare gli elementi copiati e spostati, e ripristinare gli elementi cestinati fino a quando il cestino non è stato svuotato, anche dopo un riavvio del computer. La versione 4.0 di DupeZap richiede OS X 10.11 o seguenti, “pesa” 11.5MB ed è al momento in offerta a 4,99 euro sul Mac App Store. L’ultima release è compatibile con macOS Sierra e supporta la Touch Bar dei nuovi MacBook Pro. FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppTelegramEmail Tags: Mac App Utility PRECEDENTE Proiettore LED per cinema casalingo compatibile full HD: ultimi giorni di sconto a 71,99 euro SUCCESSIVO Articoli sullo stesso argomento DupeZap Plus, ricerca duplicati su Mac a prezzo scontato: 1,79 euro invece che 1… DupeZap Plus: rimozione ultraintelligente dei file duplicati (musica, foto e mai… Le novità auto del 2017 – Ecco quali saranno i debutti più importanti dell’anno Tags: applicare metadati a file e cartelle Sconto del 60% su Drive Genius, salva e cura l’HD del Mac: 39,99$ Cloni cinesi – Come ti copio l’auto Raccomandato da Notizie correlate Copia per Mac, l’app che potenzia il Copia & Incolla gi… Mac più simile a iOS: bloccate le app degli sviluppato… Caption, l’app Mac che trova sottotitoli per film e ser… One for WhatsApp, il client WhatsApp per Mac ricco di f… Smart Home & Green Tech Norton avvisa: «I dispositivi smart in casa aprono la porta agli hacker» Adv È arrivata IperFibra IperFibra da 25€ ogni 4 settimane, chiamate illimitate… Offerte Hardware Dockingstation per ricaricare i dispositivi con ordine: poche ore a 34,19 e… Adv Hotel RIU La Mola Prenotate subito le vostre vacanze a Formentera con il 10%… Hardware e Periferiche Jeep e Porsche aprono le porte a CarPlay di Apple, con schermi fino a 12,3 … Adv Classe B NEXT. Con un vantaggio cliente di 2.600€.What’s Next? Offerte Hardware Sconto hard disk da 1 TB, Toshiba Canvio a soli 44 euro su Ebay Adv smart cabrio urbanrunner Tua da 159€* al mese. Acquistala online su smartfostore.it Più POWERED BY PROJECTADV

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
febbraio 25, 2017

“In un fantasy la storia di Luigi-uomo-ruota, eroe dei nostri giorni in handbike e carrozzina”

In Luigi-uomo-ruota ci sono tutti gli ingredienti del libro d’avventura, con una buona dose di fantasy e anche di emozione, ma non solo. Protagonista di questo, che è un romanzo scritto da Graziano Isaia, è Luigi, vent’anni, in carrozzina dalla nascita. Quella che vivrà – e il lettore con lui – sarà un’avventura che nasce con la scoperta di un diario: quello che suo fratello ritrova in cantina e gli mostra, e dove scoprono che lui sarebbe stato adottato, ma soprattutto che sua madre sarebbe una mascauna strega piemontese, poi isolata in un luogo non meglio precisato delle Langhe.

È da questa scoperta che prenderanno il via le peripezie di Luigi, che parte con la sua carrozzina per un viaggio lungo le Langhe, con partenza da Bra e arrivo ad Alba in treno per poi proseguire con uno speciale uniciclo (una handbike, in sostanza) verso le colline del Barbaresco. Ad attenderlo, una sorpresa dopo l’altra, un incontro dopo l’altro.
Per scoprire qualcosa di più di questo libro, abbiamo fatto qualche domanda al suo autore, Graziano Isaia.

La storia è una grande avventura che si snoda per diversi chilometri, in una impresa di spostamenti e viaggio e scoperte. Perché per intraprendere questa avventura molto fisica ha voluto un protagonista in carrozzina?
Dal punto di vista letterario, ho cercato d’immedesimarmi nelle difficoltà del protagonista e nel suo “umore disperato”, dovuto al modo in cui certe persone lo guardano (e lo giudicano), considerandolo appunto una serie di ruote più che un uomo. In generale, comunque, come scrittore ed educatore sono sempre stato incuriosito dalle masche moderne, ovvero gli individui messi ai margini e considerati con sospetto per una loro presunta diversità o inferiorità: i malati psichiatrici, i forestieri, gli artisti eccentrici, i rivoluzionari, i tipi molto timidi, i disabili ovviamente.

Lei è riuscito a spiegarsi quali profonde motivazioni, coraggio, tenacia riescano a far compiere a Luigi (ma pensiamo anche ai grandi campioni di sport paralimpici) imprese che lo vedono superare i limiti che il suo corpo gli impone?
La forza di Luigi (come dei veri atleti paralimpici) è il limite stesso: non adagiarsi nella propria condizione per compiere imprese che molti non crederebbero possibili. Per il solo fatto di essere “sfidate” dalla vita, queste persone dimostrano un coraggio che quelli che si considerano “normali” non hanno.

Completamente ambientato nelle colline della Langa cuneese, questo romanzo ci sembra anche una dichiarazione d’amore alla sua terra: è così?
Scherzando, potrei affermare che probabilmente, in una vita precedente, sono nato nelle Langhe attorno ad Alba: le adoro, le visito ogni volta che ne ho la possibilità, da esse sono attratto in maniera profonda ed inspiegabile, come se appunto mi avessero dato i natali. Nel romanzo questa terra ha un duplice ruolo: quello di esaltare la bellezza di un paesaggio letteralmente straordinario (l’avventura non sarebbe stata la stessa, per esempio, in pianura) e quello d’isolare il protagonista dal resto del mondo (non dimentichiamo che la storia è ambientata nel 1999, quando non c’erano internet e cellulari) e fargli vivere intimamente i “covi delle masche”, riservandogli una sorpresa quasi dietro ogni curva.

Oltre alla storia, ricca di avventura e mistero, c’è un messaggio che Luigi o lo stesso romanzo vogliono dare? Se sì, quale?
C’è… Damaris, la ragazza che tutti gli uomini dovrebbero incontrare: bellissima, spigliata, intelligente, spiritosa. Ma è anche la persona che, per amore, riesce ad accettare i limiti fisici di Luigi e lo prende così com’è, credendo in lui, spronandolo a non mollare, mettendolo di fronte alla realtà con ironia e nello stesso tempo con autentico rispetto.

L’autore – Graziano Isaia (1977) vive in Provincia di Cuneo. È insegnante di scuola primaria. È laureato in Scienze dell’educazione. È stato selezionato per la Biennale dei giovani artisti ad Atene. Ha vinto numerosi concorsi letterari e ha pubblicato racconti sia per adulti sia per bambini.

Questo articolo lo trovate su sito Disabili.com

Tag:
febbraio 24, 2017

“Chentre e Florean (Hyundai) al via nel CIR” 

Dopo l’esordio stagionale alla Ronde Val Merula i programmi di Elwis e Fulvio sembrano essersi incanalati per il verso giusto. Ad Andora ci avevano anticipato che difficilmente avrebbero difeso il titolo IRC conquistato la passata stagione e difatti li vedremo impegnati nel CIR 2017. Al contrario di quanto letto in alcuni post che davano per certa l’assenza di vetture Hyundai dal CIR, con piacere possiamo garantire la presenza del marchio coreano già a partire dal Rally del Ciocco e di Sanremo. In casa Promo Racing c’e’ molto fermento: “Essere presenti al CIR ci riempe di soddisfazione e consapevoli di dover affrontare una tappa molto impegnativa, nel quale dovremo supportare al meglio Elwis e Fulvio. Faremo dei test pre gara per preparare al meglio la gara toscana del Ciocco sia per il set up che per la gomma più adatta alla nostra vettura”. Fulvio Florean: “Già dopo gli eventi del Rally del Ciocco e Sanremo, potremo avere un’idea di massima del nostro livello di competitività, ci rimettiamo in gioco sia noi sia questa nuova avventura con gli amici della Promo Racing Team, avremo bisogno di tutto il supporto possibile sia dal team che da Hyundai Motorsport e tutti i nostri partners”.

Questo articolo lo trovate su sito Rally.it

Tag:
febbraio 24, 2017

“I nuovi iPad Pro 2 12,9 e iPad 10,5 arriveranno non prima di maggio?” 

Molti stanno già aspettando un keynote di presentazione Apple a marzo durante il quale saranno svelati i nuovi iPad Pro 2 12,9”, un iPad 10,5” completamente nuovo, una nuova versione economica di iPad 9,7” e altre novità. Ora però secondo un’altra indiscrezione i due tablet più interessanti potrebbero essere posticipati per arrivare non prima di maggio o solo successivamente, ma si tratta di una di quelle voci che sollevano qualche sospetto. Succede ormai da anni: prima diverse anticipazioni puntano a un mese per l’arrivo di novità da Cupertino, poco dopo però emergono uno o due report contrari che fanno slittare in avanti il rilascio atteso. I sospetti più sopra accennati derivano dalla fonte, il non sempre affidabilissimo DigiTimes. Questa volta però, a differenza del passato, non vengono indicati problemi particolari di componenti o produzione: la testata asiatica non lo precisa, così come non lo fanno le fonti indicate tra i costruttori, ma sembrerebbe che il posticipo sia una decisione di Cupertino. Il tutto è presentato dal punto di vista dei fornitori di Apple per iPad. Più precisamente i risultati trimestrali dei costruttori dei pannelli touch, TPK Holding e GIS, sarebbero in bilico a seconda delle scelte di Cupertino. Il calo delle vendite iPad si sta facendo sentire sui bilanci dei fornitori che rischiano di subire perdite nei primi mesi di quest’anno, viceversa i bilanci potrebbero migliorare sensibilmente se i nuovi iPad venissero lanciati a marzo. Così la prospettiva di un posticipo a maggio oppure a giugno potrebbe tradursi in un primo trimestre 2017 negativo, anche se in previsioni di miglioramento con l’avvio degli ordinativi di costruzione per i nuovi modelli. Gli analisti più accreditati e le indiscrezioni anticipano l’arrivo di iPad Pro 2 12,9”, di un nuovi iPad 10,5” con cornici ridotte per offrire uno schermo più grande con ingombri paragonabili al 9,7” infine anche una nuova versione più economica di iPad 9,7”. Per il giapponese MacOtakara nello stesso evento Apple potrebbe presentare anche un nuovo iPad mini, nuovi iPhone 7 e 7 Plus rossi (product)RED, un nuovo iPhone SE da 128 GB e anche nuove collezioni di cinturini e abbinamenti per Apple Watch. L’arrivo imminente di nuovi iPad sembrerebbe suggerito anche dalle scorte insolitamente basse e dai lunghi tempi di attesa per chi ordina l’attuale iPad Pro 12,9″ su Apple Store online.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
febbraio 23, 2017

“HP Sprocket stampa al volo le foto da smartphone e social: la presentazione a Milano”

Piccola, comoda, sfiziosa: Sprocket è la nuova stampante smart e portatile di HP, una idea nuova in un settore che negli ultimi anni ha avuto poche novità di rilievo e forse il primo di una serie di dispositivi che arriveranno negli anni a venire. A vederla sembra un battery pack, ma è una stampante capace di realizzare stampe da smartphone e tablet nel formato 5 x 7,6 cm in completa autonomia. La stampa è realizzata grazie ad un processo sulla carta che non usa inchiostro (da qui le dimensioni ridotte) e grazie a una connessione Bluetooth che consente il dialogo con smartphone e tablet iOS e Android. L’interno della piccola stampante I cartellini personalizzati sono stati stampati al volo all’entrata proprio con le stampanti Sproket HP Sprocket è chiaramente pensata per il pubblico dei più giovani, i cosidetti Millennial o Generazione Y, vale a dire i ragazzi nati dopo il 2000. Un dispositivo che permette a chiunque di portarsi dietro la stampante in tasca, in borsetta, nello zaino grazie ai soli 170 grammi di peso, di accenderla e stampare in un solo clic tramite l’App apposita. L’intero processo di stampa richiede non più di 40 secondi, calcolato dall’invio del file fino al completamento della stampa della fotografia. Il prezzo al pubblico sarà di 149,90 euro, dai primi di marzo presso il sito HP e a ruota su tutti i circuiti più importanti: la carta per la ricarica sarà venduta a pacchetti da venti fogli a 9,99 euro, per due cariche complete della stampante (che tiene sino a 10 fogli alla volta). É già possibile ordinare la carta anche dall’interno dell’App. La carta tra l’altro è adesiva, per cui basta togliere la sottile protezione posteriore per attaccare subito le fotografie stampate sul diario, a parete oppure ovunque l’utente lo desidera. Un prodotto affascinante, certamente destinato a far parlare di sé per la facilità della soluzione e l’affinità verso le tecnologie più comuni ai giovani (smartphone e tablet). Oltre a poter stampare al volo le fotografie scattate e memorizzate nel rullino dei dispositivi mobile, HP Sprocket è perfetta anche per stampare le foto preferite direttamente dai social, Facebook in testa. La piccola stampante smart è abbinata all’app omonima per che permette di aggiungere testo, emoticon, cornici e di personalizzare le immagini prima di stamparle. Per maggiori informazioni sulla nuova stampante è disponibile la pagina ufficiale di HP.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: