Posts tagged ‘Apple Watch’

agosto 18, 2017

“Toto Apple Watch 3: è quasi pronto, arriva entro l’anno”

Non è un mistero che Cupertino sia al lavoro su Apple Watch 3, o come probabilmente si chiamerà, sulla Serie 3 del prossimo smartwatch. Lo si aspetta con connettività LTE, anche se il design sarà particolarmente simile all’attuale generazione. Da Quanta Computer, fornitore Apple con sede a Taiwan, arriva la notizia che in molti aspettavano: Apple Watch Serie 3 è nella fase di test finale e sarà pronto per il lancio entro l’anno. Secondo il quotidiano cinese Economic Daily, dunque, il prossimo orologio intelligente di Cupertino sarà pronto per la stagione natalizia, ed entrerà a breve nella fase di produzione industriale. Come già anticipato nelle precedenti anticipazioni, non ci saranno particolari novità a livello estetico, e anche le varianti disponibili saranno identiche agli attuali modelli, con misure di 38 e 42 millimetri. Una prima differenza di natura tecnica sarà la presenza del modulo LTE, per rendere ancor più autonomo l’orologio, così da non dover necessariamente essere abbinato ad iPhone per un completo funzionamento. Ciò nonostante, a giudicare dai rapporti precedenti, Apple Watch sembra non potrà effettuare chiamate senza smartphone abbinato, questo secondo l’affidabile Ming Chi Kuo. Alcuni ritengono che almeno inizialmente il prossimo smartwatch potrebbe supportare chiamate FaceTime, o magari Skype e altri servizi VoIP, per abilitare le chiamate vocali solo in un secondo tempo con un aggiornamento o addirittura in una versione ancora successiva del dispositivo. L’Economic Daily osserva, altresì, che la prossima generazione Apple Watch sarà svelata durante la presentazione di iPhone 8 e iPhone 7s, così da poter essere lanciato sul mercato qualche settimana dopo, probabilmente accanto ai nuovi modelli di smartphone. Non è escluso, però, considerando che il keynote iPhone proporrà tanta carne al fuoco, che Apple opti per una diversa soluzione, tenendo un altro evento apposito entro la fine dell’anno, proprio per dare risalto alla terza generazione di Apple Watch. Nello stesso evento Cupertino potrebbe tornare a parlare anche di HomePod, o di una Apple TV aggiornata con supporto 4K, sempre da rilasciare durante il periodo natalizio.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Annunci
luglio 21, 2017

“Apple ripara Apple Watch di prima generazione con componenti della Series 1”

Sostituite pure i componenti difettosi degli Apple Watch di prima generazione con quelli della Series 1. E’ l’autorizzazione di Apple agli Apple Store e ai negozi affiliati che da questo momento potranno utilizzare i componenti della generazione di Apple Watch più recente per riparare i primi modelli inviati in assistenza. Tale concessione è limitata ai modelli di Apple Watch in alluminio nei colori argento, grigio siderale, oro e oro-rosa e solo per alcuni paesi che non sono stati elencati nella direttiva diramata da Apple citata da MacRumors. Gli Apple Watch Series 1, presentati insieme alla Series 2 lo scorso settembre, sono praticamente identici alla prima versione, eccezion fatta per il processore. I Series 1 montano infatti il più potente chip S2 dual-core, lo stesso che troviamo sui Series 2 ma senza le funzionalità GPS. Gli Apple Watch di prima generazione non sono più coperti dalla garanzia Apple: gli unici a beneficiare di un’eventuale riparazione gratuita sono i clienti che hanno acquistato anche l’Apple Care, che per l’appunto estende la garanzia ad ulteriori 2 anni.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

maggio 25, 2017

“Apple Watch è il più accurato per misurare il battito, il peggiore Samsung Gear S2”

Un nuovo studio mette a confronto l’accuratezza di sette fitness tracker e da questo emerge che Apple Watch è l’accessorio con il più basso margine di errore nella misurazione della frequenza cardiaca, mostrando valori più accurati rispetto a Basis Peak, Fitbit Surge, Microsoft Band, Mio Alpha 2, PulseOn e Samsung Gear S2. I ricercatori hanno usato delle procedure per determinare l’accuratezza dei dispositivi da polso misurando sia il ritmo cardiaco sia il dispendio energetico (il consumo calorico nelle diverse attività sportive). Ai test hanno partecipato 60 volontari, 29 uomini e 31 donne, ognuno dei quali ha indossato vari fitness tracker e completato attività quali camminata, corsa, andare in bicicletta. I dati ricavati dai dispositivi sono stati confrontati con un sistema di riferimento, un elettrocardiografo (ECG) per misurare la frequenza cardiaca e con l’analisi calorimetrica di livello clinico (in grado di determinare precisamente le quantità di calorie prodotte dalle trasformazioni fisiche e chimiche di un campione). Un tasso di errore del 5% è stato considerato entro i limiti accettabili. Nelle varie attività Apple Watch si è dimostrato nella frequenza cardiaca il dispositivo con il tasso di errore più basso: mediamente 2% (tra l’1.2% e il 2,8%), mentre Samsung Gear S2 ha evidenziato il tasso di errore più elevato: mediamente 6,8% (tra il 4,6% e il 9%). Ancora, Apple Watch si è dimostrato il dispositivo più accurato nella misurazione della frequenza cardiaca durante le camminate: tasso di errore medio 2,5% (tra 1,1% e 3,9%), mentre gli altri dispositivi hanno evidenziato un tasso di errore compreso tra il 6,5% e l’8,8%. Per quanto riguarda la misurazione delle calorie attive bruciate, nessun dispositivo, Apple Watch incluso, è stato in grado di determinare correttamente i parametri. Il tasso medio di errore di tutti i dispositivi è variato dal 27,4% (Fitbit Surge) al 92,6% (PulseOn). Benché nessun dispositivo si sia dimostrato accurato da questo punto di vista, Apple Watch si è rivelato il migliore anche nello stimare il dispendio energetico. In conclusione, lo studio ha rivelato che molti fitness tracker sono in grado di misurare la frequenza cardiaca con un livello di errore accettabile in condizioni di laboratorio, ma le stime relative alle calorie sono alquanto imprecise. Lo studio completo della Stanford University e della Swedish School of Sport and Health Services, è disponibile su Journal of Personalized Medicine.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

agosto 8, 2016

“Nuovo Apple Watch in autunno, con Gps”

A poche settimane dall’evento di settembre di Apple (la data ufficiale ancora non c’è) si moltiplicano in rete le indiscrezioni sulle novità in arrivo, non solo nuovi iPhone, ma anche una seconda generazione di Apple Watch. Secondo l’analista KGI Ming-Chi Kuo, noto per le sue previsioni ‘azzeccate’ in materia, il nuovo smartwatch della Mela arriverà in autunno con l’aggiornamento del sistema operativo. Il design sarà simile al modello attuale, ma avrà Gps, barometro e batteria più longeva. Quanto all’iPhone, il nuovo ‘melafonino’ potrebbe arrivare anche in una versione blu.     La compagnia di Cupertino, secondo le analisi di Kuo ottenute dal sito Apple Insider, si sta preparando per il lancio di due nuovi Watch nella seconda metà dell’anno: un modello avrà aggiornamenti minori rispetto a quelli attuali, mentre un Apple Watch 2 avrà funzioni e prestazioni diverse. Quest’ultimo includerà Gps e barometro per funzioni di geolocalizzazione più avanzate. Non riuscirà invece ad essere più sottile. La forma rimarrà la stessa anche nel 2017, ma l’anno prossimo una nuova generazione di Watch potrebbe integrare connettività cellulare Lte.     Nell’appuntamento previsto a settembre Apple svelerà nuovi iPhone: un video che circola in rete, pubblicato dal sito MacRumors, mostra ben tre nuovi iPhone pronti per il lancio. Tra le varie caratteristiche ci sono la doppia fotocamera, bande antenne posteriori integrate nei bordi, niente jack audio e lo Smart Connector. Secondo un’altra clip, arriverà anche un melafonino di colore blu. Per il blogger Evan Blass, noto per i suoi ‘leak’, i preordini dei nuovi smartphone partiranno il 9 settembre, con disponibilità dal 16 settembre.

Questo articolo lo trovate su sito ANSA

giugno 30, 2016

“Apple Watch in esaurimento scorte: seconda generazione alle porte?”

Alcuni modelli di Apple Watch non sono più disponibili presso i negozi online della società. Lo hanno notato alcuni possessori dello smartwatch – riporta MacRumors – sfogliando le pagine degli Apple Store negli Stati Uniti e dopo un attento controllo nel nostro paese possiamo confermare che anche in Italia viene dipinto un quadro irregolare relativo alla disponibilità delle varie combinazioni di cassa e cinturino delle collezioni di Apple Watch.

Nello specifico, sono completamente esauriti gli Apple Watch Sport con cassa 42mm e cinturino in fluoroelastomero nella colorazione blu e gli Apple Watch con cassa 42mm in acciaio inox e cinturino loop in pelle color grigio tempesta. Molti dei nuovi modelli Sport, come quelli con il più recente cinturino di colore giallo, sono spediti entro 4-6 settimane, dimostrando una carenza delle scorte disponibili mentre altri ancora, in netta contrapposizione con quest’ultima situazione, sono spediti entro un giorno dall’acquisto.

Apple Watch esaurito 1

Apple Watch esauritoAltrettanto curiosa quanto chiarificatrice la situazione di Apple Watch con cassa 38mm in acciaio inossidabile con cinturino Modern azzurro fiordo. Qui si presentano tutte e tre le situazioni contemporaneamente: il modello con cinturino in misura Small mostra la dicitura “Esaurito” nel pannello delle disponibilità, la misura Medium è “Attualmente non disponibile”, mentre il Large viene spedito in 1 giorno. Mentre quindi per gli orologi “Attualmente non disponibili” è probabilmente previsto un prossimo rientro delle scorte, la dicitura “Esaurito” lascia chiaramente intendere che non ci sarà più disponibilità di quel preciso modello presso l’acquisto online.

Una situazione simile si presenta anche nell’acquisto dei soli cinturini, la cui disponibilità è in gran parte esaurita. Di fatto con l’acquisto online, alcune combinazioni di cassa e cinturino sono attualmente impossibili da ottenere: tanto per dirne una, il cinturino Sport blu è completamente esaurito sia come cinturino accessorio, sia in coppia con Apple Watch.

Secondo le prime supposizioni Apple potrebbe essere in procinto di rilasciare alcune speciali collezioni di cassa e cinturini per l’estate, per altri starebbe invece semplicemente preparandosi al lancio di Apple Watch 2 che potrebbe essere per l’appunto accompagnato da nuovi bracciali.

Questo articolo lo trovate su sito Macity
marzo 15, 2016

“Apple Watch in sconto da R-Store, anche a tasso zero”

Dopo il successo della campagna di San Valentino, torna, grazie ai negozi R-Store, lo sconto su Apple Watch. L’operazione speciale prevede un ribasso che porta Apple Watch Sport a  359 euro e Apple Watch a 599 euro

Da R-Store è possibile indossare e provare diversi modelli e abbinamenti di Apple Watch per scegliere la dimensione della cassa ideale, la collezione preferita, la fattura e il colore del cinturino. SAd aiutarvi ci saranno gli esperti del negozio che sapranno consigliarvi ed aiutarvi a scegliere tra le varie combinazioni.
Screenshot 2016-03-14 20.09.05

È anche possibile acquistare Apple Watch in sconto a tasso zero (Tan 0% Taeg 0%), basta aggiungere l’importo minimo di € 399. Il finanziamento è disponibile solo per acquisti presso i punti vendita.
Per informazioni sul finanziamento visitate la pagina dedicata.

Per ulteriori dettagli è possibile visitare il sito web R-Store e visitare i negozi della catena che si trovano a Roma Eur, Napoli Chiaia, Napoli Vomero, Napoli Toledo, Nola, Pompei, Caserta, Avellino, Pontecagnano (SA) e Potenza.

Lo sconto si Apple Watch è valido fino al 26 marzo

Questo articolo lo trovate su sito Macity

 

gennaio 14, 2016

“Pazzesco! così Jeb Bush scopre che il suo Apple Watch può telefonare”

Carramba che sorpresa! Apple Watch può anche telefonare. Protagonista dell’incredibile scoperta non è Raffaella Carrà, ma Jeb Bush, fratello di George Bush e candidato alla Casa Bianca per il partito repubblicano, che si è accorto che il suo Apple Watch è anche in grado di rispondere alle chiamate telefoniche. «Il mio orologio non può parlare» ha esclamato con evidente incredulità ai giornalisti di The Des Moines Register che lo stavano intervistando, notando il trillo del suo Apple Watch.  Poi ha detto a chi gli stava telefondando “Ti chiamo dopo” aggiungendo: “Questa è la cosa più bella al mondo”… La reazione alla sua – a quanto pare – prima telefonata in entrata sullo smartwatch è stata pubblicata in un video da USA Today e trasformata poi in una animazione che alleghiamo nell’articolo. Jeb Bush ha un rapporto controverso con il suo Apple Watch. Dopo esserne comprato uno l’aveva bollato come “Non intuitivo come gli altri prodotti Apple“, anche se in precedenza, in un tweet, lo scorso luglio scriveva “Mi è stato chiesto di scegliere tra il mio Apple Watch ed una torta di mele. Non è stata una scelta difficile”, nell’apparente tentativo di dimostrare la sua passione verso il nuovo gingillo tecnologico o, forse, idee non del tutto chiare su che cosa distingue una torta di mele e un Apple Watch

Questo articolo lo trovate su sito Macity

dicembre 10, 2015

“Nuovo Apple Osservare app GoPro consente di visualizzare un’anteprima angolazione della telecamera, avviare / fermare la registrazione, la modifica e altro [Video]”

GoPro ha aggiornato la sua applicazione iOS con il supporto per l’orologio di Apple, ha dimostrato nel video qui sotto con pro skateboarder Mikey Taylor. I proprietari in precedenza dovevano usare un app di terze parti per controllare i loro camme azione dall’orologio.

GoPro è entusiasti di lanciare Apple Osservare funzionalità per l’applicazione mobile GoPro, con un design semplice che offre agli utenti Apple Osservare un rapido accesso ai comandi della fotocamera direttamente dal polso. Le caratteristiche di Apple Guarda consentono agli utenti di visualizzare in anteprima il loro colpo, commutazione tra le modalità di cattura, start / stop registrare e aggiungere HiLight tag per i migliori momenti della loro video.

L’applicazione per iPhone è stata aggiornata per rendere più facile per afferrare ancora immagini da video clip e facilmente tagliare video di 5, 15 o 30 secondi lunghezze utilizzando la funzione di modifica intelligente introdotto nel mese di settembre …

Trovare i tuoi momenti preferiti è anche più facile, con una nuova opzione di filtro che consente di mostrare solo Hi-Lights o clip modificati. Per gli appassionati di cam azione, potrebbe essere solo la scusa che stavi aspettando per regalarsi che scontato Apple Osservare.

L’applicazione è compatibile con qualsiasi di modelli Wi-Fi dotati di GoPro, che partono da $ 200.

Questo articolo lo trovate su sito 9to5Mac

aprile 3, 2015

“Apple Watch 2, ecco come lo immagina un designer”

Se Apple aggiornerà Apple Watch come ci ha abituati con iPhone e iPad, è molto probabile che il prossimo anno arriverà la seconda generazione dello smartwatch, arricchita da tantissime funzionalità a cui sarà molto difficile resistere. Ad immaginare le novità che Apple potrebbe integrare nella futura versione del proprio orologio è Antonio De Rosa di ADR Studios, illustrando con tanto di rendering 3D tutto ciò che Apple potrebbe modificare o aggiungere nei prossimi anni.applewatch2_0004

In prima linea ci sono nuovi materiali. Secondo il designer, che si è ispirato alle recenti indiscrezioni riguardo l’ipotetico arrivo di una versione originale in platino e diamanti, Apple potrebbe ampliare ulteriormente la propria linea di smartwatch realizzandolo con materiali ancora più preziosi, ma non solo. Oltre a quelli poc’anzi citati, la società potrebbe decidere di aggiungere nuove versioni in titanio, ceramica, oro bianco o addirittura il tanto chiacchierato Liquidmetal.

Il nuovo modello che potrebbe però spingere ulteriormente gli utenti all’acquisto è quello in policarbonato con cinturino in fluoroelastometro (lo stesso dell’attuale versione Sport) che, grazie all’impiego del nuovo materiale per la cassa (quello che Apple ha già usato per iPhone 5C), oltre ad offrire ancora più combinazioni di colore, potrebbe ridurne ulteriormente il prezzo di vendita raggiungendo un’utenza ancora più ampia.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

 

marzo 27, 2015

“Olio, lo smartwatch di lusso creato da un ex designer Apple”

Amanti degli orologi con quadrante circolare, aprite le orecchie. Se nonostante le interessanti funzioni, Apple Watch proprio non vi piace, sappiate che è in arrivo una eventuale soluzione alternativa: si chiama Olio Model One ed è uno smartwatch dal look classico, progettato per offrire compatibilità multipiattaforma, sarà cioè in grado di funzionare sia con iPhone che con gli smartphone Android.

E’ costruito con materiali di qualità e con lavorazione di alto livello – spiega Steven Jacobs, CEO dell’omonima azienda ed ex designer Apple – caratteristiche che si trovano solo negli orologi svizzeri di fascia alta. In pratica è l’antitesi dei prodotti di massa che abbiamo visto fino ad oggi, pensato per l’utente esigente che vuole la tecnologia più avanzata ma in un orologio che sembra…un orologio.

Anche le notifiche – continua – sono mostrate in un formato semplice ed intuitivo, ed il tutto si gestisce attraverso una semplificata interfaccia touch-based. Lo smartwatch promette di imparare dalle abitudini dell’utente, al fine di fornire l’esperienza più personalizzata possibile per ciascun proprietario dello smartwatch. Come anticipato funzionerà anche con iPhone per ricevere le notifiche direttamente al polso, permettendo di rispondere a messaggi e gestire diversi contenuti con un semplice tocco, con tanto di possibilità di rispondere o effettuare telefonate. Non manca la possibilità di controllare accessori di terze parti quali termostati, luci, serrature, automobili, altoparlanti oppure pagare probabilmente in maniera molto simile a quanto già permette di fare Apple Watch.

Olio, già disponibile sullo store in pre-ordine negli Stati Uniti, sarà venduto in sole 500 unità, almeno inizialmente, al prezzo di 595 dollari per la versione in acciaio, 745 dollari è invece il prezzo da pagare per acquistare il modello in acciaio nero.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

 

 

column-background-collection-1-new column-background-collection-2-new

Olio