Posts tagged ‘Xiaomi’

aprile 20, 2017

“Xiaomi Mi6 con 64GB di memoria si preordina su GeekBuying a 457,80 euro”

Xiaomi Mi6 si può già preordinare su GeekBuying per 457,80 euro. Quello proposto è il modello con 64GB di capacità del nuovissimo smartphone presentato dall’omonimo produttore cinese soltanto ieri e che, tra le caratteristiche di punta, offre ben 6 GB di RAM e processore Qualcomm Snapdragon 835, lo stesso che monta il nuovo top di gamma Samsung Galaxy S8. A livello estetico la società non ha fatto scelte estreme come Samsung e LG: il nuovo Mi6 si presenta come uno smartphone più tradizionale, con display da 5,15 pollici con vetro curvo su tutti i lati. Sul lato posteriore monta invece un doppio modulo fotografico, con un sensore da 12 megapixel che combina un obiettivo grandangolare con un obiettivo zoom. Il terminale presenta anche una batteria da 3.350mAh, mentre manca il jack per cuffie da 3,5mm. Nelle scorse ore non c’erano ancora informazioni certe relative alla disponibilità del dispositivo in special modo al di fuori del paese di produzione. Negli ultimi minuti Geekbuying ha così reso nota la disponibilità di preordinare la versione con 64GB di memoria a 457,80 euro già adesso: le prime spedizioni partiranno tra 29 giorni (19 maggio). Se invece siete interessati al modello da 128GB o la particolare versione con guscio in ceramica si dovrà ancora attendere. In ogni caso se avete bisogno di ulteriori informazioni sui costi e tempi di spedizione, eventuali oneri e gestione degli ordini, vi consigliamo di consultare il sito del venditore.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
aprile 10, 2017

“Xiaomi Festival, fino al 13 aprile tutto in sconto a partire da 5,54 euro” 

Che sia uno smartphone, una telecamera o uno smartband, su Geekbuying grazie ad una nuova promozione potete risparmiare sull’acquisto dei prodotti di Xiaomi, ben conosciuti in tutto il mondo per il loro incredibile rapporto qualità prezzo. Le offerte sono valide fino al 13 aprile e permettono di risparmiare anche il 50% sul prezzo di listino. L’offerta più bassa, di soli 5.54 euro, riguarda le cuffie Xiaomi Piston Basic, auricolari in-ear con cavo jack da 3.5 mm ma anche il nuovo Xiaomi Mi Band 2 costa molto poco: solo 21,62 euro. Tra le tante non possiamo non citare l’offerta su Xiaomi Mi Mix, il primo smartphone senza cornice con display da 6.4 pollici scontato a soli 554,94 euro nella versione con 6 GB di RAM e 256 GB di spazio su disco. Per 258,66 euro potete comprare Xiaomi Mi Robot, l’aspirapolvere robot automatico che vi farà risparmiare la fatica di dover pulire casa, mentre con soli 150,49 euro vi portate a casa Xiaomi Mi Pad 2, un ottimo tablet per tutta la famiglia. Le offerte, come dicevamo, spaziano un po’ tra tutte le categorie di prodotto, dagli smartwatch per sportivi alle action cam, senza dimenticare altoparlanti per la musica, batterie d’emergenza, router e webcam. Chi fosse interessato può sfogliare il catalogo cliccando qui. Vi ricordiamo che per ulteriori informazioni sui costi e tempi di spedizione, eventuali oneri e gestione degli ordini, è possibile consultare il sito del venditore.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
febbraio 14, 2017

“Xiaomi Redmi 4 da 32 GB in offerta su GearBest: pezzi limitati a 151,08 euro”

Se avete messo gli occhi su Xiaomi Redmi 4, questo è il momento buono per metterci anche le mani. Su GearBest la versione da 32 GB si compra in sconto a 151,08 euro grazie ad un codice speciale. Quello in offerta è un dispositivo piuttosto maneggevole per via delle dimensioni del display, di 5 pollici, sufficienti per garantire un’ottima area touch parallelamente a dimensioni ridotte rispetto ai classici phablet. Lo schermo, nello specifico, offre una risoluzione Full HD a 1920 x 1080 pixel e 441 ppi. Il telefono è alimentato da un processore octa-core Snapdragon 625 a 2.0 GHz, affiancato da GPU Adreno 506, 3 GB di RAM e 32 GB di spazio su disco espandibile tramite microSD. Con batteria da 4.100 mAh, monta un sensore per la scansione delle impronte digitali ed una fotocamera posteriore da 13 MP, accompagnata da una anteriore da 5 MP per selfie e videochiamate. Si tratta di un dispositivo Dual SIM che normalmente viene proposto per 155,66 euro. Con il codice XIREDMI è tuttavia possibile comprarlo in sconto a 151,08 euro. L’offerta è però limitata nel numero di scorte. Per ulteriori informazioni sui costi e tempi di spedizione, eventuali oneri e gestione degli ordini, è possibile consultare il sito del venditore.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
gennaio 23, 2017

“Hugo Barra lascia Xiaomi per tornare nella Silicon Valley”

 Hugo Barra lascia Xiaomi: l’abbandono del costruttore cinese da parte dell’ex uomo Android di Google arriva a sorpresa in queste ore con un post pubblicato personalmente da Hugo Barra su Facebook. Nel lungo messaggio il dirigente ringrazia l’intero team Xiaomi e i fondatori Lei Jun e Bin Lin per l’avventura durata 3 anni e mezzo, periodo nel quale la start-up di Pechino ha esteso le proprie mire e presenza commerciale  in diversi paesi. Ricordiamo che dopo aver lasciato Google, Hugo Barra ha ricoperto il ruolo di vice presidente operazioni globali di Xiaomi con il compito di ampliare business e presenza geografica della società. Secondo Hugo Barra l’operazione è riuscita: ora Xiaomi è presente in India, con un fatturato di un miliardo di dollari all’anno, oltre alla espansione raggiunta in Singapore, Malesia, Indonesia e altri 20 mercati, inclusi Russia, Messico e Polonia. Hugo Barra ripercorre le tappe principali della sua esperienza a Pechino fino ad arrivare alla collaborazione tra Xiaomi e Google per presentare i primi dispositivi al CES 2017 che hanno ottenuto tre importanti premi dalla fiera. Nel suo lungo post Hugo Barra spiega che le ragioni della sua fuoriuscita da Xiaomi sono per lo più personali: «Ma quello che ho capito è che gli ultimi anni di vita in un ambiente così singolare hanno avuto un tributo enorme sulla mia vita e hanno iniziato a interessare la mia salute. I miei amici, quello che io considero la mia casa e la mia vita sono tornati nella Silicon Valley, che è anche molto più vicino alla mia famiglia. Vedendo quanto ho lasciato alle spalle in questi ultimi anni, è chiaro che è giunto il momento di tornare». Il dirigente lascerà Xiaomi a febbraio subito dopo i festeggiamenti del capodanno cinese: al suo ritorno in USA seguirà un periodo di riposo prima di intraprendere una nuova attività nella Silicon Valley di cui ora però non vengono forniti ulteriori dettagli. Hugo Barra si prepara per lasciare Pechino ma la separazione con Xiaomi sembra non sarà completa: nel messaggio Barra dichiara che come amico e azionista di Xiaomi contnuerà a monitorare progressi e successi della società, inoltre Lei Jun, Ceo Xiaomi, ha chiesto a Barra di rimanere un consigliere di Xiaomi a tempo indefinito.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
novembre 7, 2016

“Xiaomi Mi Mix il primo telefono senza cornice esaurito in 10 secondi dal lancio”

Il nuovo Xiaomi Mi Mix sembra aver conquistato il pubblico cinese: sono bastati infatti solamente 10 secondi perché lo smartphone andasse tutto esaurito all’apertura della flash sales dello scorso 3 novembre, che ha visto per la prima volta in vendita il phablet senza cornice dell’azienda cinese. Sito web ha infatti lanciato le vendite per tutti coloro che avevano prenotato il dispositivo; in pochissimi secondi entrambe le due versioni dello Xiaomi Mi Mix sono state “bruciate”: sia la versione da 6 GB di RAM + 128 giga di memoria, venduta a circa 516 dollari, sia la seconda versione da 6 GB di RAM + 256 GB di memoria, venduta a circa 590 dollari. Non si sa però quante siano state le unità vendute.  Xiaomi ha annunciato che sarà possibile acquistare il dispositivo anche offline in alcuni negozi e che le prenotazioni per poter partecipare a queste vendite verranno effettuate attraverso WeChat. Invece la prossima flash sale online sarà disponibile a partire dal 8 di novembre e anche in quel caso ci si attende che lo smartphone vada a ruba e faccia il tutto esaurito ancora una volta dopo pochissimi secondi. Xiaomi Mi Mix è stato particolarmente apprezzato per l’innovativo schermo privo di cornice che lo rende uno dei cellulari più interessanti degli ultimi anni. Purtroppo questa caratteristica pare aver reso il dispositivo molto fragile esponendo il display a pericoli di rottura anche a seguito delle cadute più innocue. Questo però pare non essere percepito come un problema per tutti gli acquirenti che hanno deciso in ogni caso di acquistarlo in massa.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
luglio 27, 2016

“Xiaomi chiama Cupertino: Mi Notebook Air è il clone dell’Air da 490 euro” 

Durante la presentazione dello smartphone Redmi Pro, Xiaomi ha presentato anche il portatile Mi Notebook Air. Come rivela il nome, seza dubbio non scelto a caso, si tratta di un portatile Windows che ricorda nella forma e nello “spirito” il MacBook Air di Apple. Xiaomi Mi Notebook Air è disponibile in due varianti: 13,3″ e 12,5″, è ovviamente offerto con Windows, offre un display Full HD, corpo full-metal, porta USB-C, due porte USB, HDMI ed jack audio da 3.5mm. La tastiera è di dimensioni regolari, ricorda molto quelle dei portatili Apple ed è (come sui computer della Mela) retroilluminata (un sensore interno rileva i cambiamenti nell’illuminazione esterna regolando la luminosità dello schermo e dei tasti). Il produttore propone di serie il software Xiaomi Sync per l’accoppiamento e lo scambio dati con smartphone Xiaomi ed è anche possibile sbloccare il portatile con l’indossabile Mi Band. Per i prezzi si parte da 3599 Renmimbi (CNY), in altre parole circa 490 euro, per il modello da 12.5 e 4999 Renmimbi (680 euro) per il modello più grande. Almeno per il momento non è prevista la distribuzione a livello internazionale perché questo, come altri prodotti di Xiaomi, sono destinati al mercato cinese. In Cina il laptop sarà venduto dal 2 agosto. Confronto diretto con MacBook Air Dal punto di vista delle caratteristiche tecniche Xiaomi Mi Notebook Air funziona con processore Intel Core i5 con 8 GB di RAM DDR4, unità SSD mSATA da 256GB e slot di espansione che consente di aggiungere un secondo SSD. La grafica fa affidamento a una NVIDIA GeForce 940MX. Le dimensioni sono: 306.9 mm x 210.9 mm x 14.8 m, il peso è di 1.28 Kg. Il modello base da 12,5″ ha un processore Intel Core M3 con grafica integrata, 4 GB di RAM e unità SSD da 128 GB anche questa espansibile tramite uno slot. Come già fatto in passato, Xiaomi nelle immagini pubblicitarie confronta il suo nuovo laptop con i prodotti Apple evidenziando il minore spessore del suo prodotto (-13%) rispetto al MacBook Air. Dei laptop dell’azienda cinese si vociferava già lo scorso anno; sarà interessante vedere tra qualche trimestre i numeri di vendita. In seguito a un round di finanziamenti da 1,1 miliardi di dollari, a dicembre dello scorso Xiaomi ha registrato una valorizzazione record da 46 miliardi di dollari, compresi i nuovi capitali. Ora dovrà dimostrare di essere all’altezza delle attese degli investitori.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
luglio 18, 2016

“Dimenticate Huawei e Xiaomi, in Cina il nuovo pericolo per Apple è OPPO”

Un piccolo e (all’infuori dell’Asia) sconosciuto produttore di smartphone potrebbe essere la nuova minaccia di Apple nel mercato cinese. Si chiama OPPO e nell’ultimo periodo ha visto le spedizioni di dispositivi crescere del 153%, pari a 18.5 milioni di unità nell’ultimo trimestre secondo i dati di IDC, dato che ha portato l’azienda sul podio dei primi cinque produttori al mondo. A maggio di quest’anno il suo market share è cresciuto dell’11% secondo la società di analisi Counterpoint Research; dai dati di giugno si annuncia un testa a testa con Huawei e per il nuovo trimestre l’azienda forse potremmo vedere questo nome tra i primi tre produttori di smartphone in Cina. La crescita dell’azienda è arrivata in concomitanza ad un declino di un 5% del mercato smartphone cinese nel primo trimestre dell’anno con l’acuire della concorrenza e il rallentamento della crescita economica. Secondo dati di Strategy Analytics riportati da Forbes, nel primo trimestre OPPO è risultato il secondo produttore cinese di smartphone per spedizioni, con un market share del 13.2%: in crescita rispetto al 7.9% di un anno addietro. Huawei è sul podio con un market share del 16.6%; Xiaomi è al terzo posto mentre Apple è al quinto con l’11.5%. La strategia di OPPO? Tenersi alla larga dall’ecommerce. Contrariamente a Xiaomi che ha costruito il suo successo sulla svendita di dei prodotti, OPPO evita la presenza online preferendo concentrarsi sugli store al dettaglio, spesso con accordi di distribuzione in esclusiva con i commercianti, anche per singole città relativamente piccole. In Cina OPPO ha in questo momento un network di 200.000 store al dettaglio, negozi che propongo smartphone non eccessivamente costosi (prezzo medio 270$) per la giovane utenza residenziale. Non mancano prodotti che hanno come target l’utenza più ricca: il modello R9 (dispositivo con meccanismo di ricarica rapida della batteria e fotocamera da 16 megapixel studiata per i selfie) è venduto a prezzi che variano dai 599$ agli 849$. OPPO afferma di aver venduto 7 milioni di unità di quest’ultimo dispositivo in soli 88 giorni dopo il lancio a marzo con oltre il 90% delle vendite che arriva da grandi magazzini. Un rivale che sembra dare un po’ di filo da torcere a OPPO è Vivo, produttore cinese noto in precedenza come Bubugao. OPPO era inizialmente nata come controllata di Bubugao con lo scopo di concentrarsi sull’espansione oltreoceano, ma divergenze nel consiglio portarono OPPO a operare in autonomia. Vivo è il quarto produttore di smartphone cinese (11.9% di market share); Duan Yongping, fondatore di Bubugao, ha ancora una piccola partecipazione in OPPO ma non sarebbe più coinvolto attivamente nel management. L’azienda punta ora nel coinvolgere i consumatori di città quali Pechino e Shanghai, target che non sono ad ogni modo facili: in queste città, infatti, dominano brand quali Apple e Huawei e gli utenti sono riluttanti a provare marchi poco familiari.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: ,
gennaio 14, 2016

“Xiaomi lancia più veloce, più potente Snapdragon 650 Redmi Nota 3 variante”

Xiaomi ha preso le coperture via una nuova variante del suo phablet ammiraglia, la Nota Redmi 3. Questo nuovo modello è dotato di Qualcomm esa-core Snapdragon 650 processore e un prezzo un po ‘più alto rispetto ai modelli MediaTek alimentati …
Come i modelli hanno annunciato un paio di mesi fa, questo telefono è dotato di un display da 5,5 pollici 1080p, un enorme batteria 4,000mAh e un sensore di impronte digitali posteriore montato in grado di sbloccare il telefono metallo corpo entro mezzo secondo.
Mentre condivide il design e alcune delle caratteristiche del suo fratello attrezzata Helio X10, la variante Snapdragon ha ancora una manciata di miglioramenti.
Il Snapdragon con clock a 650 è 1,8 GHz e dispone di 2x ARM Cortex A72 core e 4x ARM Cortex A53 core, e supporta le reti 4G + in Cina, consentendo velocità di download molto più veloce. Consente inoltre la funzione di visualizzazione luce solare che regola il contrasto per ogni pixel, a seconda della luce ambiente, rendendo più facile da leggere alla luce del giorno.
Come bonus, il processore Snapdragon 650 ISP permette molto meglio l’acquisizione di immagini e video, che è il motivo per cui la SD Redmi Nota 3 ha una fotocamera da 16MP con 0.1s Phase Detection messa a fuoco automatica. Giochi e video sono migliorate anche grazie al Adreno 510 GPU.
In breve, la nuova versione è più veloce, più potente e prende le immagini migliori rispetto alla versione MediaTek Helio, e non costa molto di più.
Xiaomi venderà la versione di stoccaggio / 16GB 2 GB di RAM della nuova nota Redmi 3 per 999 yuan (circa $ 151 USD), che è poco meno di $ 10 USD in più rispetto al modello da 16GB MediaTek. Prezzi per il modello da 3GB / 32GB non è stato ancora annunciato, ma se si attacca allo stesso sistema di prezzi, mi aspetto che a costare 1.199 yuan ($ 182 USD).
Il telefono sarà lanciato in Cina, ma Xiaomi è anche il lancio di una iniziativa in India per offrire 100 consumatori la possibilità di essere un Redmi Nota 3 esploratore. Coloro che sono scelti sarà dato compiti da completare sul loro telefono cellulare, e saranno classificati in base a quante delle missioni che completano. Xiaomi dice che ci sono altri premi in palio, ma non dice che cosa questi sono.
Siamo sicuri che cosa prevede Xiaomi ha da renderlo più ampiamente disponibile a livello internazionale. Abbiamo letto un certo numero di volte nel corso degli ultimi due anni che il produttore cinese sta cercando di lanciare negli Stati Uniti, ma nulla è materializzato come ancora.
Questo articolo lo trovate su sito 9to5Mac

Tag:
gennaio 8, 2016

“Xiaomi Mi 3 teaser rivela enorme batteria 4,100mAh in uno smartphone da 5 pollici, lanciato il 12 gennaio”

Solo un paio di giorni fa, SVP di Xiaomi ha rivelato su Weibo che la sua azienda sta dilagare piena produzione di capacità in vista di un lancio febbraio per la sua prossima ammiraglia, il Xiaomi Mi 5. Quello che non ha detto è che la società è anche in programma di lanciare un, più telefono moda focalizzato più piccolo al più presto. Xiaomi ha rivelato due teaser per il Mi 3 che sarà svelata nel giro di pochi giorni di tempo, il 12 gennaio …
Mentre i teaser poster non rivelano molte specifiche dettagliate, ci sono due quelli importanti rivelate nelle immagini.
Il primo: il telefono sarà dotato di un enorme batteria 4,100mAh. Una batteria che grande sarebbe una caratteristica fantastica in un phablet. E questo non è un telefono grande.
L’altra rivelazione è che ha uno schermo da 5 pollici. Per mettere che per la prospettiva, il OnePlus X con un HD 1080p schermo da 5 pollici ha una batteria 2,250mAh e facilmente dura una giornata intera con una singola carica, a volte due con l’uso della luce. Il gioco Moto X, che ha un full HD Display da 5,5 pollici ha una batteria 3,630mAh e può andare due giorni con l’accusa. Il Redmi 3 dovrebbe avere un display 720p. In altre parole: Questo telefono è destinato a durare giorni prima di dover essere collegato di nuovo.
Per quanto riguarda l’estetica, il telefono sembra essere in metallo e ha un motivo scozzese inciso sul retro simile al disegno che abbiamo visto su di BLU nuovi smartphone ieri. Nonostante la sua grande batteria, Xiaomi rivendica il telefono è ancora molto sottile, e comodo da tenere in mano grazie alla tecnologia delle batterie ad alta densità di energia utilizzata.
Pur avendo una grande batteria è grande, in termini di quanto tempo può andare avanti con una singola carica, può avere un effetto negativo sul tempo di ricarica. Non sappiamo se Xiaomi intende utilizzare USB di tipo C o Quick-Charge di Qualcomm nella Mi 3, ma certamente spero che lo faranno, a fare tempi di carica sopportabile.
Un TENAA trapelato elenca un paio di settimane indietro rivela che il Redmi 3 avrà un processore octa-core da 1.5GHz e 2GB di RAM in coppia con 16 GB di storage espandibile. Cosa c’è di più, ci si aspetta di funzionalità sia un 8MP e fotocamera 13mp sul retro, accompagnato da un snapper 5MP sul davanti. E ‘probabile che il lancio operativo Android 5.1.1 con la consueta interfaccia software MIUI di Xiaomi in cima.
Xiaomi è ancora confermare qualsiasi delle specifiche presenti all’interno della lista TENAA, ma per fortuna, abbiamo solo un paio di giorni di attesa prima che l’azienda rivela ufficialmente tutti.

Questo articolo lo trovate su sito 9to5Mac

Tag:
settembre 22, 2015

“Xiaomi Mi 4c annunciato ufficialmente, presenta Snapdragon 808 circuito integrato, display a 1080p da 5 pollici e USB di tipo C per meno di 205 $”

Xiaomi ha una crescente reputazione per il rilascio smartphone con liste spec impressionante e caratteristiche a prezzi molto convenienti. Il suo ultimo “fiore all’occhiello” è stato presentato solo poco tempo fa e dispone di alcune ammiraglia corrispondenti specifiche, ma con un prezzo che è molto al di sotto quello che ci si aspetta che sia …

Il 4c Xiaomi Mi è l’ultimo smartphone di dimensioni regolari del produttore e si unisce il recentemente annunciato Redmi Nota 2 phablet giusto in tempo per le festività natalizie. Il Mi 4c vanta un impressionante HD display a 5 pollici, che è alimentato da 1.8GHz Snapdragon 808 processore esa-core di Qualcomm. Per inciso, lo stesso chip si trova all’interno del G4 LG e la nuova Moto X Style / puro. Il display stesso ha alcune caratteristiche degne di nota, tra cui la modalità notturna speciale per rendere più facile la lettura di notte, e una modalità diurna per incrementare la visibilità sotto il sole. Un’altra caratteristica interessante è la funzione di ‘bordo Tap’, che consente di scattare una selfie, o andare indietro toccando il bordo del telefono una o due volte.

Essa ha avuto una fotocamera posteriore da 13mp con autofocus a rilevamento di fase e flash bicolore, e gioca in casa a una batteria 3,080mAh e un blaster a infrarossi. Ha un connettore di tipo C USB e – a differenza del OnePlus 2 – è compatibile tecnologia ricarica rapida 2.0. E dal momento che USB di tipo C è una nuova tecnologia, Xiaomi offre una micro USB per Type-C Adattatore per appena 5 ¥ (circa 78 centesimi).

Mi 4c di Xiaomi spedirà in bianco, nero, blu, rosa e arancio e sarà disponibile in due diverse opzioni di archiviazione e di memoria. La versione meno cara dispone di 2 GB e 16GB di memoria e costa ¥ 1.299 (circa $ 205), oppure si può pagare 1.499 ¥ ($ 235) e ottenere un dispositivo dotato di 3GB di RAM e 32GB di storage. Il dispositivo pesa solo 132 grammi (0,3 libbre), e le misure di soli 7,8 millimetri sottile. Come ci si aspetterebbe, il dispositivo è dotato di supporto Dual SIM LTE di serie.

Sarà disponibile per gli ordini da mi.com da domani, 23 settembre in Cina. Non siamo sicuri quando sarà disponibile a livello internazionale, ma saremo sicuri di aggiornare una volta / se lo è.

Questo articolo lo trovate su sito 9to5Mac

Tag: