Posts tagged ‘SmartWatch’

ottobre 31, 2016

“Smartwatch eleganti: nuovi modelli HP sui brand di Movado Group”

Attiva da un po’ di tempo e con modelli già disponibili (ad esempio la linea Movado Bold Motion), la collaborazione tra HP e Movado Group per la realizzazione di smartwatch eleganti potenziati dalla piattaforma Engineered by HP si espande con nuovi modelli smart di cinque brand di orologi in licensing al gruppo: Hugo Boss, Juicy Couture, Tommy Hilfiger e Scuderia Ferrari. I nuovi modelli di smartwatch sono: BOSS Classic Smartwatch, Coach Bleecker Smart, Juicy Couture Connect, Scuderia Ferrari Ultraveloce, Tommy Hilfiger TH 24/7. Li definiamo smartwatch eleganti perché in queste realizzazioni la piattaforma smart non si esplicita in accessori wearable la cui peculiare cifra stilistica è nella tecnologia, ma si inserisce in maniera discreta all’interno di un design che mantiene orgogliosamente la sua identità e personalità da orologio fashion, con quadranti analogici. In questo caso HP fornisce la tecnologia hardware e software per potenziare con funzioni smart e connesse gli orologi. Gli smartwatch eleganti Engineered by HP supportano la connessione con smartphone sia iOS sia Android; l’integrazione delle funzioni smart nell’orologio avviene appunto in maniera poco invasiva, a seconda dei modelli con display OLED nascosti, pattern di LED, vibrazioni, a segnalare con notifiche chiamate in arrivo, messaggi, promemoria e altro. Tra le altre funzioni smart c’è l’activity tracking, i fusi orari internazionali e la connessione cloud; gli orologi possono raggiungere fino a cinque giorni di autonomia della batteria. Dei nuovi smartwatch eleganti Engineered by HP è al momento confermata la disponibilità a partire dal 27 ottobre solo negli Stati Uniti, Canada e Regno Unito, ma il lancio non coinvolge al momento il nostro Paese; non si hanno informazioni su una eventuale successiva disponibilità in Italia. Ciò avviene anche per gli altri orologi Engineered by HP, come ad esempio gli smartwatch eleganti per donna di Isaac Mizrahi.

Questo articolo lo trovate su sito Applicando

 

Tag:
novembre 13, 2015

“Ecco primo smartwatch Android che chiama”

Arriva il primo smartwatch con sistema operativo Android Wear di Google che consente di fare telefonate indipendentemente dalla vicinanza dello smartphone. Il Watch Urbane 2nd Edition Lte di Lg integra infatti una scheda Sim che fa rimanere collegati orologio e telefono via rete cellulare in mancanza di Bluetooth e Wi-Fi. In pratica si potrà andare a fare jogging lasciando lo smartphone a casa, potendo comunque usare app, tracciare l’attività fisica, inviare e ricevere messaggi e telefonate. Lo smartwatch ha tre tasti fisici che consentono di accedere alle funzioni più usate: la lista dei contatti, l’applicazione per il fitness e la schermata iniziale, che rende il dispositivo esteticamente simile a un normale orologio. In vendita in Usa a partire da 200 dollari, arriverà sui mercati internazionali nei prossimi mesi. Quello di Lg è il primo smartwatch con scheda Sim basato su piattaforma Android, ma non il primo in assoluto: ad anticiparlo è stato il Samsung Gear S, che però usa il sistema operativo Tizen creato dalla casa sudcoreana.

Questo articolo lo trovate su sito Ansa

Tag:
giugno 3, 2015

“Google, per calcolare le calorie del cibo basta una foto al piatto”

Calcolare le calorie del cibo e quelle ingerite è uno dei problemi da affrontare per qualsiasi dispositivo e sistema che punta a migliorare salute e benessere. Bracciali smart, fitness band e anche gli smartwatch per il momento si affidano a database già compilati, perfezionati con gli inserimenti manuali dell’utente, una procedura valida ma che risulta laboriosa. Non sorprende che Google stia studiando un sistema più automatico, in grado di calcolare le calorie del cibo a partire da una fotografia.

Così l’abitudine di immortalare piatti e pietanze, diffusa grazie al successo degli smartphone e dei social, in un futuro non remoto servirà anche per ottenere al volo una stima delle calorie ingerite. Il progetto di Google battezzato Im2Calories è stato presentato durante la conferenza Deep Learning Summit: il ricercatore Kevin Murphy di Google ha dichiarato che il sistema sfrutta l’intelligenza artificiale per calcolare le calorie del cibo. Dalla dimostrazione effettuata il sistema di Google è in grado di riconoscere i diversi cibi presenti nell’inquadratura e di calcolarne anche le dimensioni in base alle dimensioni del piatto. Non solo: il sistema di Google è in grado di elaborare una stima dei possibili condimenti impiegati nella preparazione per includerli nel calcolo delle calorie. Murphy ha dichiarato che al momento Google Im2Calories offre una stima piuttosto realistica del totale delle calorie a partire da una foto, in ogni caso eventuali discrepanze in difetto o in eccesso vengono annullate dalle medie di una settimana, in un mese e così via.

Questo articolo lo trovate su sito Macity
calcolare le calorie del cibo 620

 

Tag:
marzo 27, 2015

“Olio, lo smartwatch di lusso creato da un ex designer Apple”

Amanti degli orologi con quadrante circolare, aprite le orecchie. Se nonostante le interessanti funzioni, Apple Watch proprio non vi piace, sappiate che è in arrivo una eventuale soluzione alternativa: si chiama Olio Model One ed è uno smartwatch dal look classico, progettato per offrire compatibilità multipiattaforma, sarà cioè in grado di funzionare sia con iPhone che con gli smartphone Android.

E’ costruito con materiali di qualità e con lavorazione di alto livello – spiega Steven Jacobs, CEO dell’omonima azienda ed ex designer Apple – caratteristiche che si trovano solo negli orologi svizzeri di fascia alta. In pratica è l’antitesi dei prodotti di massa che abbiamo visto fino ad oggi, pensato per l’utente esigente che vuole la tecnologia più avanzata ma in un orologio che sembra…un orologio.

Anche le notifiche – continua – sono mostrate in un formato semplice ed intuitivo, ed il tutto si gestisce attraverso una semplificata interfaccia touch-based. Lo smartwatch promette di imparare dalle abitudini dell’utente, al fine di fornire l’esperienza più personalizzata possibile per ciascun proprietario dello smartwatch. Come anticipato funzionerà anche con iPhone per ricevere le notifiche direttamente al polso, permettendo di rispondere a messaggi e gestire diversi contenuti con un semplice tocco, con tanto di possibilità di rispondere o effettuare telefonate. Non manca la possibilità di controllare accessori di terze parti quali termostati, luci, serrature, automobili, altoparlanti oppure pagare probabilmente in maniera molto simile a quanto già permette di fare Apple Watch.

Olio, già disponibile sullo store in pre-ordine negli Stati Uniti, sarà venduto in sole 500 unità, almeno inizialmente, al prezzo di 595 dollari per la versione in acciaio, 745 dollari è invece il prezzo da pagare per acquistare il modello in acciaio nero.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

 

 

column-background-collection-1-new column-background-collection-2-new

Olio

ottobre 22, 2014

“Moto 360 navi di aggiornamento software, dock di ricarica wireless su Google Play”

I possessori del SmartWatch Moto 360 hanno ricevuto due bit di buone notizie questa settimana. L’ultimo aggiornamento Wear Android per il SmartWatch Motorola introduce ulteriori miglioramenti correlati alle batterie, insieme ad altre modifiche del software, mentre Google Play ha iniziato a includere la Moto 360 Wireless Charging Dock tra i suoi elenchi di hardware.

L’ultimo aggiornamento software aggiunge ora una modalità di risparmio batteria, rapporti di polizia Android, quella che spegne automaticamente la modalità ambiente del Moto 360 quando la batteria ha solo il 15 per cento della sua carica residua. L’aggiornamento aggiunge anche un gesto di mostrare il volto pieno orologio, senza notifiche licenziare, sarà sincronizzare l’ora con uno smartphone collegato più spesso, e aggiunge “Mood Lighting”, regolando in modo efficace lo schermo per l’illuminazione della stanza mentre l’orologio è in carica. Correzioni di bug sono inclusi anche, insieme a una serie di miglioramenti “sotto il cofano”, che potrebbero consentire di auricolari Bluetooth di connettersi al l’orologio in futuro.

Il Dock di ricarica wireless era precedentemente disponibile per l’acquisto tramite Best Buy, scrive Ubergizmo, in modo che il Google Play elenco fornisce Moto 360 proprietari di un viale alternativa di acquistare un punto di ricarica secondaria per il loro dispositivo indossabile. Al prezzo di $ 40, il dock ricarica la Moto 360 con ricarica wireless Qi, ed è progettato per tenere il SmartWatch orizzontale, con il display rotante automaticamente per mantenere il tempo in posizione verticale quando in carica.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

ottobre 20, 2014

“Microsoft, uno smartwatch per tutti: funzionerà con Windows, Android e iPhone”

Anche Microsoft entrerà nel nascente mercato degli smartwatch. Secondo Forbes, che cita fonti anonime, lazienda di Redmond sarebbe pronta a presentare, già nelle prossime settimane, un suo orologio intelligente dedicato al fitness. Larrivo sul mercato dovrebbe avvenire in tempo utile per la stagione di acquisti natalizia. A differenza dei rivali, il dispositivo sarà compatibile con più di una piattaforma mobile. Potrà cioè interagire con smartphone Windows Phone, Android e anche con iPhone.Stando alle indiscrezioni, lo smartwatch Microsoft monitorerà i principali parametri fitness, dalle pulsazioni alla distanza percorsa, alle calorie consumate. Tra i vantaggi competitivi, oltre alla compatibilità multi-piattaforma, ci sarebbe la durata della batteria, che andrebbe a superare i due giorni in condizioni duso regolari.Di rivali, del resto, Microsoft ne dovrà affrontare molti in un mercato, quello dei dispositivi indossabili, che secondo gli analisti varrà 5,2 miliardi di dollari nel 2014 e 7,1 miliardi nel 2015. Se lApple Watch arriverà solo nel 2015, i prodotti tra cui scegliere non mancano, a partire dal Samsung Gear S, dotato di scheda Sim che lo rende autonomo dallo smartphone, anche per telefonare. Il dispositivo ha un display curvo da due pollici e sistema operativo Tizen, quello fatto in casa dallazienda coreana. Simili a un orologio tradizionale sono lo ZenWatch di Asus e il Moto 360. Quadrante rettangolare il primo, tondo il secondo, hanno entrambi un design sobrio e sistema operativo Android Wear di Google. Sulla piattaforma dellandroide si basano anche il G Watch R di Lg, altro dispositivo dal display rotondo, e lo Smartwatch 3 di Sony.

Questo articolo lo trovate su sito La Repubblica

ottobre 7, 2014

“In breve: i guadagni Galaxy S Opera Mini, BBC iPlayer estende il tempo di visualizzazione”

Il Samsung Gear S, un SmartWatch con la propria connessione dati 3G a causa di andare in vendita nel prossimo futuro, sarà in grado di accedere a Internet tramite il suo browser, Opera ha rivelato. I possessori del SmartWatch standalone saranno in grado di scaricare Opera Mini per il dispositivo tramite il negozio Samsung Apps Gear, con il browser detto di essere reso più user friendly per il piccolo schermo, rendendo i collegamenti del sito web in pulsanti più grandi, e includendo un singolo smart Pagina raccogliere insieme i vari aggiornamenti sociali su un unico schermo.

Così come precedentemente promesso, la BBC ha esteso il periodo di visualizzazione predefinita per spettacoli sul on-demand servizio di catch-up video di iPlayer. Il cambiamento dall’emittente britannica dà telespettatori nel paese fino a 30 giorni per guardare perdere la programmazione, dal precedente limite di sette giorni per impostazione predefinita. Si è notato che ci sono eccezioni alla regola, con alcuni programmi di attualità essendo disponibile per un massimo di un anno, mentre una “piccola minoranza” di spettacoli sarà disponibile per meno per “motivi legali o contrattuali.”

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

febbraio 17, 2014

“SmartWatch Fitness ditta Science Basis riferito in trattative con buyout di Apple, altri”

Secondo fonti vicine alla vicenda , Basis ha – beens attivamente alla ricerca di un acquirente per il monitoraggio delle TIC per la salute di business smartwatch sopra ai ” ultime settimane ” e ha parlato con Apple , Google e gli altri riguardo alla possibilità di un’acquisizione , riporta TechCrunch .Basis

Base è presumibilmente girando per un target price ” sub- cento milioni di dollari” , tutti che si restringe verso il basso per un selezionare i potenziali acquirenti con tasche profonde e poco serio interesse per la salute Entrare nel mercato dei dispositivi di tracciamento . A meno di un Basis buyout potrebbe andare per round di finanziamento C , la gente ha detto .

Per quanto riguarda il prodotto stesso, la base Health Tracker Watch è caricato con sensori per tenere traccia della frequenza di un utente di cuore , movimento , consumo di calorie , ciclo di sonno e lo scambio di temperatura della pelle e il livello di traspirazione . Un matrimoni app i dati grezzi e metriche Consente una più profonda analisi Rispetto a competere dispositivi concorrenti .

Apple si dice di essere ampiamente lavorando su un ” iWatch ” So- Called Alcuni credono che integrerà le funzioni di monitoraggio dello simili a Base Quelli inclusi nel prodotto . Il Cupertino , in California . , Azienda ha – beens stava assumendo baldoria nel corso degli ultimi mesi , schioccando nuovi assunti con sfondi nella tecnologia medica e sensori di salute .

Google , inoltre, è – stato detto per essere guardando un ingresso nel settore con indossabili TIC SmartWatch proprio dispositivo , anche se non si sa molto sulle funzionalità del prodotto o specifiche. Si è – stato ipotizzato che la ricerca gigante di Internet potrebbe essere a caccia di un ingresso nel settore hardware mobile con un indossabile Google di marca .

Mentre Apple e Google sono stati nominati come front-runner nella riportato su base buy , Samsung e Microsoft può anche essere interessati , riferiscono le fonti . Samsung potrebbe essere in cerca di sostenere le vendite di Galaxy TIC Gear SmartWatch , che ha visto le vendite poco brillanti , mentre le intenzioni di Microsoft sono in gran parte sconosciuti .

Questo articolo lo trovate su sito Appleinsider

Tag:
gennaio 23, 2013

“Pebble navi SmartWatch a sostenitori, iOS app ritardo”

Il smartwatch Pebble ha iniziato a distribuire a Kickstarter sostenitori, anche se meno di quanto inizialmente previsto. Il basso numero di problema spedizione è accompagnata da notizia di un possibile ritardo in app iOS per l’orologio, limitando le azioni sostenitori saranno in grado di eseguire sul dispositivo una volta che ricevono i loro ordini.

Un aggiornamento sulla pagina Kickstarter del progetto dice che meno di 500 unità saranno di uscire a clienti di oggi, con la ragione del possesso per essere qualcosa a che fare con “documentazione presso l’aeroporto”. Un problema con la conferma indirizzo e-mail anche vedere alcuni finanziatori non ottenere un numero di tracking per il loro ordine fino a pochi giorni dopo che sono spediti.

La Pebble iOS app è stata presentata ad Apple due settimane fa, e il team è stato Pebble rispondere ai feedback recensore, ma non c’è stata alcuna conferma di quando apparirà in App Store. Questo impedirà agli utenti di installare iOS watchfaces o l’aggiornamento del software di bordo, ma permetterà comunque per le notifiche da visualizzare e per la musica di essere controllato dallo stesso guardare. La versione di Android l’applicazione andrà in diretta su Google Play il 24 gennaio.

Le note di produzione più recenti indicano che la fabbrica è di fabbricazione tra 800 e 1.000 Ciottoli al giorno, a pieno regime e sarà la costruzione di 2.400 orologi al giorno. Cartoni master di Pebbles si viaggia per via aerea ai centri di distribuzione negli Stati Uniti e Hong Kong, dando il tempo totale di consegna tra un ciottolo di uscire dalla linea di produzione e di raggiungere il sostenitore tra cinque giorni e una settimana.

 Questo articolo lo trovate su sito Macnn
Tag: