Posts tagged ‘Rally’

luglio 17, 2018

“Ucci-Ussi: Paolo Andreucci sarà trasferito a Torino”

Paolo Andreucci verrà trasferito a Torino per subire un intervento di vertebro-plastica. Il dieci volte campione italiano sarà sottoposto ad una infiltrazione di cemento osseo presso una struttura specializzata del capoluogo piemontese, necessario dopo il terribile incidente che lo ha visto coinvolto insieme ad Anna Andreussi nella giornata di venerdì. Tutto ciò gli farà quasi certamente saltare il Rally di Roma Capitale, al quale dovrà giocoforza rinunciare anche Anna, che probabilmente non rivedremo in gara prima dell’inizio della prossima stagione.

Il pilota toscano dovrebbe comunque mantenere inalterate le sue chance di difendere il titolo italiano, che lo vede al momento in testa nella graduatoria generale. Saltato Roma infatti resterebbero ancora due gare da affrontare: il Rally Adriatico ed il Rally Due Valli, anche se ovviamente in questo momento il recupero fisico del campione garfagnano e della sua compagna hanno la priorità su qualsiasi discorso agonistico.

Tutta la redazione di Rally.it si stringe con affetto a Paolo Andreucci e Anna Andreussi,cogliendo inoltre l’occasione per sottolineare il nostro dispiacere nell’avere nostro malgrado alimentato il tam-tam mediatico sollevatosi dopo le prime informazioni frammentarie, che lasciavano presagire una situazione inizialmente molto più grave, che fortunatamente invece sta via via migliorando con il passare delle ore.

FORZA PAOLO! FORZA ANNA!

Questo articolo lo trovate su sito Rally.it

Annunci
Tag:
luglio 15, 2018

“34^ Rally della Lanterna 2^ Rally Val d’Aveto – MAURO MIELE C’E’!!!”

Sette prove speciali divise su due giorni con il sabato le ps “Ottone” e ” Montebruno” da ripetere due volte per fare la prima selezione e con la domenica con la speciale ” Monte Penna ” da ripetere tre volte a decretare il vincitore di questa 34^ edizione. Quasi 80 iscritti con 7 vetture WRC e 10 R5 a decretare il successo di questa gara, ad oggi nessuna gara di coppa italia ha avuto un elenco così importante.

Tutti ci aspettavamo il favoritissimo Alessandro Gino al comando fin da subito invece così non è stato.

E’ Mauro Miele navigato da Luca Beltrame su Citroen Ds3 Wrc ( Olonia Corse ) a conquistare la vittoria al termine di una bellissima rimonta con la zampata decisiva nelle ultime due ps dove ha effettuato il cambio di passo decisivo per la conquista di questo Rally della Lanterna.

Ma andiamo con ordine con il racconto della gara. Pronti via ed è subito un grande Anthony Puppo a vincere la ps 1 ripetendosi poi anche sulla ps 3, la temutissima ” Ottone “. Non da meno il secondo protagonista del sabato, il velocissimo e sfortunatissimo Corrado Pinzano, autore di una gara bellissima ma purtroppo compromessa sull’ultima ps della domenica perdendo così la seconda piazza assoluta. Giornata del sabato conclusasi con al comando A. Puppo, seguito da M. Miele a 3″3 e da C. Pinzano a 6”.5.

Nella tarda serata del sabato un forte temporale rendeva la ps “Monte Penna” si asciutta, ma con grosse macchie di bagnato in particolar modo nel sottobosco e rendeva la prova molto insidiosa soprattutto nella mattinata. Primo passaggio e vittoria di Alessandro Gino e la sua Ford Fiesta Wrc in 9.52.0 seguito da Pinzano e da M.Miele che si portava al comando della gara a discapito di A.Puppo. Prima ripetizione e prima vittoria parziale per il campione varesino con il tempo di 9.40.3 davanti a Gino e Pinzano. Ma è sulla terza ps di giornata che un super Mauro Miele fa la differenza. Sarà 9.33.1 il tempo  fatto firmare dai vincitori… che sarà anche il miglior passaggio di tutta la domenica.

Sarà anche un podio quasi mondiale… Detto della vittoria di Miele, doveroso fare i complimenti al forte driver francese Anthony Puppo navigato da Laurie Galera su Skoda Fabia R5 ( primi di classe R 5 ) e secondi assoluti dopo un sabato interamente al comando. E complimenti anche ad Alessandro Gino e Marco Simone Ravera su Ford Fiesta Wrc che nonostante una gara non sui loro soliti livelli sono rimasti attaccati ai primi per poi approfittare della disavventura nell’ultima ps di Corrado Pinzano per acciuffare la terza piazza assoluta e punti importantissimi sia per il trofeo di Coppa Italia sia per il trofeo Pirelli.

 

Da sottolineare anche la bella gara di Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi primi di classe Super 1600 e vincitori tra le due Ruote Motrici, autori del 12° tempo assoluto. Gare spettacolari anche di Michele Guastavino e Mirella Siri su Peugeot 207 Super 2000 ( primi di classe e noni assoluti ) e di Alessandro Multari e Roberta Brizzolara su Peugoet 208 R2B ( primi di classe e 14esimi assoluti ), nonchè dei bravissimi Giuseppe Nucita e Maurizio Messina su Renault Clio R3C ( primi di classe e 15esimi assoluti).

  

Doveroso fare anche i complimenti all’organizzazione che ha gestito questo rally al meglio ed in completa sicurezza con la cornice della bellissima Santo Stefano D’Aveto.

Complimenti a tutti gli equipaggi giunti all’arrivo, questo weekend con caldo estivo e prove molto selettive non era per nulla semplice, e giungere al traguardo sarà stato sicuramente un successo per tutti.

Questo articolo lo trovate su sito Rally.it

Tag:
luglio 8, 2018

“IrCup: Alessandro Re e Fulvio Florean vincono il Rally del Casentino”

E anche questa edizione del rally del Casentino va in archivio dopo tanto spettacolo e tante lotte sul filo dei secondi. La gara toscana, quest’anno più internazionale che mai per via dei tanti equipaggi stranieri iscritti, ha dimostrato di saper mettere ancora una volta tutti quanti a dura prova, con ennesimi colpi di scena.

Ne sa qualcosa  Luca Rossetti che, in testa fin dalle prime battute, si ritrova a dovere tornare a casa con un ritiro pesante per la rincorsa al titolo. Nella temibile Talla da oltre 36 km, da percorrere interamente al buio, il campione in carica scivola in una curva particolarmente sporca e tocca su una pietra la sua Skoda Fabia R5, andando a forare. Ma il ritiro avverrà a causa del danneggiamento del crick, che costringe Rox a fermarsi e a gettare alle ortiche una vittoria fino a quel momento meritata senza ombra di dubbio.

Il primo gradino del podio va dunque a Alessandro Re e Fulvio Florean, bravi a non sbagliare nulla e ad approfittare dell’errore degli avversari per riaprire il campionato. All’equipaggio della HK Racing va il merito di averci creduto fino alla fine e di aver portato spesso allimite la loro Skoda Fabia R5 e di non aver perso la testa quando la vettura che gli partiva davanti in una prova speciale li ha tenuti dietro per circa 3 km per non essersi accorti del loro arrivo alle calcagna, ma segnando comunque un grandissimo secondo tempo assoluto.

La piazza d’onore va invece al bravissimo Gryazin, ritornato in Italia dopo le belle esperienze al Ciocco e al Sanremo. Il giovane protagonista dell’Erc si comporta molto bene anche in terra aretina, segnando anche alcuni scratch pesanti. Certamente un ottimo allenamento in vista dell’imminente Roma Capitale dove lo rivedremo ancora protagonista per la serie continentale. Il terzo gradino del podio va dunque a Pierre Campana a bordo di un’altra Skoda Fabia R5. Il corso fatica più del previsto ma porta a casa punti importanti  “con mestiere ed esperienza.

Quarto Marcello Razzini con la Peugeot 208 T16 R5, ancora una volta sorprendente ed estremamente competitivo, precedendo le Ford Fiesta Wrc di Roberto Cresci, del rientrante Tobia Cavallini e di Valter Gentilini.  Concludono la top ten il britannico Chris Ingram (Fiesta R5), il turco Avcioglu (Fabia R5) e il finlandese Lindholm (i20 N.G. R5). Da segnalare l’ottima prestazione di Michele Rovatti, 13° assoluto e primo tra le due ruote motrici con la Renault Clio S1600.

Prossimo appuntamento al rally della Valtellina, ultimo round di questa gagliarda IrCup dove vigerà il coefficiente maggiorato.

Questo articolo lo trovate su sito Rallyssimo

Tag:
luglio 1, 2018

“CIR, la mattinata a San Marino è del pilota di casa, Daniele Ceccoli, Ucci è OUT”

Riparte il CIR con questa seconda giornata di gara al 46° Rally di San Marino. Tempo ottimo, sereno e caldo nelle colline sammarinesi. La giornata comincia con la PS6 “Sestino 1” di 19,13 km. La prova scuote subito il pubblico perchè Paolo Andreucci con la sua Peugeot 208 R5 è costretto a fermarsi a sei chilometri dal termine a causa della rottura di un braccetto posteriore.  La prova è vinta dall’equipaggio veronese Umberto Scandola-Guido D’Amore, con la Skoda Fabia R5. Segue il giovanissimo equipaggio finlandese Pietarinen-Raitanen (Peugeot 208) staccato di 13″8. Completa il podio di prova il pilota di casa Daniele Ceccoli affiancato da Capolongo, sempre a bordo di Skoda Fabia, a 19”1.
Il romagnolo Campedelli del team Orange1 chiude ottavo seguito dal toscano Luca Panzani su Skoda Fabia R5.
Per la categoria Junior comincia alal grande Damiano De Tommaso che termina davanti a Tommaso Ciuffi di 16″, conquistando così la leadership. Occupa il gradino più basso del podio Lorenzo Coppe seguito da Andrea Mazzocchi.

La gara procede con la  PS7 “Lunano – Piandimeleto 1” di 5,28 km. Super Daniele Ceccoli! Vince la speciale su Scandola, a una manciata di decimi e a 2”5 di vantaggio su Giacomo Costenaro. Giù dal podio, ma sempre brillante il finlandesino Pietarinen.  Campedelli-Canton sono quinti e rosicchiano qualcosa nella generale a Marchioro che però li segue a ruota.

Andiamo a sentire ora le parole al termine della prova da parte dei protagonisti della gara (fonte rallylink):

Simone Campedelli:

abbiamo un piccolo problema al turbo che non spinge più per cui queste due prove dobbiamo ancora soffrire. Dal 5. km della prima è successo, pensavo di essere io sulla ghiaia, invece anche quella dopo prendevo 1 sec al km in salita. Non ho più potenza purtroppo.

Nicolo Marchioro:

anche sulla seconda stessa storia, abbiamo fatto una scelta di gomme per il secondo giro. Speriamo le strade si puliscano, comunque ci crediamo

Daniele Ceccoli:

bene, è andata come volevamo e adesso dobbiamo cercare di mantenere questo ritmo e andare fino in fondo;

Mauro Trentin:

male, ho dormito. Non sono riuscito a mantenere il ritmo perchè troppo corta. Ora cerchiamo di rimanere concentrati ed attaccare sul prossimo giro.

Eerik Pietarinen:

ora meglio. Sto guidando meglio, anche se prediligo i tratti veloci

Giacomo Costenaro:

bilancio positivo, dobbiamo recuperare su Marchioro per il CIRT. Speriamo si puliscano le strade queste e andare più veloci. Un piccolino errorino sull’ultima ma comunque tutto bene

Umberto Scandola:

abbiamo patito sul pezzo di asfalto sulla seconda ma comunque bene. Andiamo senza forzare troppo, partendo dietro siamo più avvantaggiati. Andiamo così.

Sotto la classifica aggiornata alla PS7:

Questo articolo lo trovate su sito Rallyssimo

Tag:
giugno 29, 2018

“Orange One e Campedelli in vista della partenza del Rally San Marino 2018”

Il CIR approda a San Marino, dove è in programma la prima gara su terra della stagione, nonchè quinto degli otto appuntamenti del campionato 2018.
Dopo il ritiro nel Rally dell’Isola d’Elba che stavano conducendo, Simone Campedelli e Tania Canton sono pronti al riscatto nel rally di casa del pilota romagnolo.

Sentiamo quindi le parole di Simone Campedelli in vista della gara romagnola:

Bisognerà cercare di capire in fretta quali sono i nuovi equilibri con questo tipo di fondo. La questione principale è: quanto sarà svantaggiato chi partirà davanti e si troverà a “spazzare” il fondo delle prove? Un’altra incognita è legata poi all’elevata percentuale di crono su asfalto, tre in tutto, da affrontare con gomme da terra. Come sarà da verificare la competitività che saprà avere il mio rivale Scandola con le nuove gomme che ha a disposizione. So che lui e la sua squadra si sono preparati con lunghe sessioni di test, quindi mi aspetto uno Scandola temibile a San Marino. E non bisogna scordare il leader in campionato Andreucci e Crugnola, sempre veloce sulla terra.

Voglio pensare alla gara e concentrarmi solo su questa. Veniamo da due stop, per due motivi differenti, ed è importante riprendere confidenza. Siamo stati i più veloci, a partire dalla seconda giornata del Rally di Sanremo, ma non abbiamo concretizzato tutto il nostro potenziale. Ora bisogna ripartire senza pensare ad altro che alla gara e capire in fretta dove saremo a livello di performances. Poi occorrerà saper gestire le gomme in vista del secondo giorno, soprattutto in considerazione delle prove su asfalto ed in particolare delle due “San Marino” in programma il sabato.

A San Marino c’è poi una grossa novità: l’ingresso in squadra di Daniele Pelliccioni, che con la sua esperienza rappresenterà un valore aggiunto ed andrà ad inserirsi nel team di uomini della Vieffecorse con compiti di supporto tattico e strategico. Campedelli ha così commentato la novità:

Pensiamo che nell’ottica della crescita professionale sia utile avvalersi di un professionista del calibro di Pelliccioni. Sappiamo che Daniele potrà darci quel qualcosa in più in termini di strategia di gara e gestione globale. Tutti i ragazzi stanno dando il 120 per cento e quest’inserimento s’inquadra in tale ottica. Mettendogli a disposizione una squadra molto preparata a livello tecnico sono certo che Pelliccioni darà il plus necessario per migliorare la nostra competitività complessiva, a cominciare dall’equipaggio stesso.

Sulla questione è intervenuto anche Armando Donazzan, l’appassionato Presidente di Orange1 Racing:

Sono del parere che siamo ancora più competitivi dello scorso anno e le ultime due gare lo hanno dimostrato. Era quello che chiedevo a Simone, perché “navigare” nelle posizioni di rincalzo non m’interessa. Abbiamo mostrato di possedere il ritmo giusto, la concentrazione, il feeling necessario. Come sappiamo c’è stato un forte cambiamento a livello di team e sono servite alcune gare ma adesso c’è affiatamento con Simone e Tania Canton, altra novità di questa stagione. Sono certo che da qui a fine anno otterremo dei risultati importanti e credo che per il campionato niente sia ancora deciso. Anche l’innesto di Pelliccioni è ottimo, lo chiedevo da inizio campionato. Simone deve concentrarsi solo sulla guida, senza avere altri pensieri. A San Marino, nonostante i miei impegni, ci sarò anch’io, con l’equipaggio e la squadra.

Questo articolo lo trovate su sito Rallyssimo

Tag:
giugno 28, 2018

“Wrc: si ipotizza un calendario con 15 gare dal 2020”

In queste ultime stagioni non è più un mistero che i calendari dei principali campionati del motorsport si stiano allungando sempre più. Formula 1 e Motogp, per esempio, stanno disputando entrambe le stagioni più lunghe della storia, composte da 21 e 19 gare ciascune.

Una traccia che potrebbe seguire anche il mondiale rally, da sempre con il calendario più corto rispetto alle due classi regine della pista, ma che già a partire dal prossimo anno potrebbe avere una gara in più sul suo conto. Il mondiale 2019, infatti, sarà composto da 14 appuntamenti piuttosto che gli ormai tradizionali tredici, riproponendo una situazione già venuta a crearsi nel 2016. Tuttavia in quella stagione il Rally di Cina non si disputò a causa delle avverse condizioni meteo, oltre che a difficoltà finanziare, facendo rimanere difatto invariato il calendario.

La verà novità è però attesa per la stagione 2020, quando il calendario Wrc potrebbe essere composto da 15 round.Un incontro tra la Federazione ed i costruttori ha effettivamente lasciato spazio a questa ipotesi, promuovendo quindi una formula che potrebbe evitare le lunghe pause che caratterizzano ogni anno il mondiale rally. Nonostante ciò i rally che potrebbero diventare iridati non sono ancora stati definiti, anche un primo quadro generico sembra già esserci.

In questo ultimi periodi si è infatti parlato di un ritorno in grande stile del Safari Rally per il 2020, ma non sono da sottovalutare nemmeno Giappone, quest’ultimo spinto anche dalla presenza ingombrante di Toyota, e il Cile, che spinge per una gara già nel 2019. Non sembrano incoraggianti al momento le notizie per quanto riguarda il Rally di Croazia, finito anch’essi nel ciclone delle potenziali gare con valenza mondiale.

In tutto questo ci guadagnerebbe sicuramente lo spettacolo, dato che in caso di mondiali combattuti e tirati come gli ultimi due che stiamo vivendo, un paio di appuntamenti in più non farebbero altro che aumentare l’appeal intorno al mondiale rally.

Questo articolo lo trovate su sito Rallyssimo

Tag:
giugno 24, 2018

“CIWRC – Trionfo di Sossella e Falzone al 35° Rally della Marca”

Il 35° Rally della Marca, terzo atto del Campionato Italiano WRC si è disputato sulle splendide strade asfaltate del Trevigiano, con base nella località di Valdobiadene. La gara organizzata in maniera eccellente dalla Motor Group di Montebelluna è stata caratterizzata da una grande battaglia sul filo dei secondi che ha visto protagonisti tre equipaggi: Manuel Sossella e Gabriele Falzone alla fine trionfatori con la Ford Fiesta RS WRC, Corrado Fontana e Nicola Arena sulla Hyundai I20 WRC e il leader del campionato, grazie alle due vittorie nei precedenti appuntamenti Stefano Albertini e Danilo Fappan in gara con un’altra Ford Fiesta RS WRC.

Sossella e Falzone iscrivono quindi il loro nome nell’albo d’oro della gara veneta, per la prima volta. Il driver vicentino, spezza così la lunga serie di vttorie di Stefano Albertini. Bellissima ed entusiasmante la lotta ravvicinata anche per il secondo e il terzo gradino del podio tra Fontana e Albertini. Alla fine la spunta il comasco, grazie ad un’ottima ultima prova speciale, sopravanzando di appena 1”5 il leader del campionato. In quarta posizione chiude Luca Pedersoli, insieme a Anna Tomasi con la Citroen DS3 WRC, che agguanta la quarta piazza,  dopo il ritiro di Paolo Porro e Paolo Cargnelutti che hanno avuto un problema tecnico alla Ford Fiesta WRC sul penultimo tratto cronometrato, stessa sorte anche per Marco Signor e Patrick Bernardi, outsider di spicco, arresisi dopo la prova numero 6 a causa di un cedimento meccanico della loro Fiesta WRC.

Completano la top ten, in quinta piazza il milanese Simone Miele, rallentato da alcuni problemi alla sua Citroen DS3 WRC. Sesto assoluto Antonio Forato al debutto sulla Skoda Fabia R5 (primi di classe), settima piazza per l’altra Skoda Fabia R5 portata in gara da Efrem Bianco. Ottavo assoluto ha chiuso Pedro insieme a Emanuele Baldaccinicon la Hyundai I20 WRC, chiudono la top ten completare il trentino Matteo Daprà su Skoda Fabia S2000 e il veneto Giampaolo Bizzotto con la Peugeot 207 S2000.  

Questo articolo lo trovate su sito Rallyssimo

Tag:
giugno 22, 2018

“Buon anniversario al Rally Alta val di Cecina”

Quello che si correrà Sabato 23 e Domenica 24 Giugno sarà la 40° edizione del Rally Alta Val di Cecina, gara valida per il campionato regionale toscano, un anniversario che si è potuto raggiungere grazie alla Lagone Corse, comitato organizzatore dell’evento.

Nonostante un elenco iscritti, non proprio corposo, con 48 auto sara’ una due giorni motoristica andando a disputare le classiche prove dell’entroterra toscano.

Le danze inizieranno Sabato con gli 11 km della celebre “Sasso Pisano” che sarà percorsa tre volte (ore 15e30, 19e05 e 22e40) dopodichè si percorrerà la “Micciano”, di 9,15 km per due volte (ore 16e49 e 20e24). Dopo il riordino notturno a Castelnuovo Val di Cecina si riprenderà Domenica con la sola “Montecastelli”, di km 9,30, ripetuta alle ore 9e02, 11e15 e 13e28 con arrivo a Castelnuovo a partire dalle ore 14e11.

Tra i protagonisti le Skoda Fabia R5 di Leopoldo Maestrini e Daniele Michi, per una gara test, il piacentino Gabriele Cogni con Marco Pollicino, recenti vincitori del Sanremo Leggenda e Pierluigi Della Maggiora con Titti Ghilardi, che avranno il #1 sulle portiere. Tra i favoriti anche Senigagliesi-Morganti su Peugeot 208 T16 R5, stessa auto per Marcucci-Gonnella. Stefano Gaddini correrà su Renault Clio S1600, equipaggio femminile per Susanna Mazzetti su Renault Clio A7. Con il #43 il nostro ambasciatore, Daniele Grechi, che navigherà Enrico Pellegrini, su Peugeot 106.

A fondo pagina della Home page del sito troverete il link della gara con elenco e classifiche.

ELENCO

Questo articolo lo trovate su sito Rally.it

 

Tag:
giugno 18, 2018

“Al Rally di Alba vince ancora Gino”

Anche l’edizione 2018 del Rally di Alba va ad Alessandro Gino e Marco Ravera, su Ford Fiesta WRC della Tamauto. Una vittoria meritata ma sofferta sino all’ultima prova speciale.
Dopo l’antipasto, già documentato di ieri sera, sulla ps 2 si erge protagonista Patrick Gagliasso che insieme al copilota Ghietti vincono la prova di Albaretto Torre, sulla Skoda Fabia R5, portandosi in testa nella classifica generale. Dopo due prove sono le Skoda R5 le protagoniste un pò a sorpresa, amaro ritiro per Luca Arione (Ford Fiesta R5).
Dalla prova #3 la situazione ritorna nei binari preventivati. Sia sulla lunga “Igliano” (18 km) che sulla breve prova di “Bossolasco” (7 km) è Alessandro Gino a segnare i due parziali e dopo il primo giro di prove si porta al comando con 5″3 su Andrea Minchella (Ford Fiesta WRC) e 7″9 su Chentre-Giovenale (Ford Fiesta R5).
Le tre prove successive dovrebbero dare lo strappo decisivo ma cosi non è, sulla “Albaretto 2” vince ancora Gino ma la prova è di circa 8 km ed i distacchi sono contenuti. Grande attesa per la “Bonvicino” con la parte finale inedita, purtroppo uno spettatore cade da una pianta e la prova viene sospesa dovendo “occupare” l’ambulanza prevista in prova speciale. Si torna sulla “Bossolasco 2″ dove vince ancora Gino ma resiste Minchella ha 8″7 e Chentre a 15″1.
Il pilota laziale, Andrea Minchella, recupera 2” sulla ps spettacolo di Alba riaprendo di fatto la gara e portandosi a soli 6″7.
Decisive le prove di Igliano e Bonvicino dove Gino non sbaglia nulla e va a conquistare, dopo Cuneo, la seconda vittoria della Coppa Italia di Prima Zona. Ottimi 2° assoluti Chentre-Giovenale (+25″2) che sull’ultima prova scavalcano la Fiesta WRC di Minchella per solo 1″6. Ottimo 4° assoluto Araldo-Boero (Skoda Fabia R5) davanti a Cantamessa-Bollito (Hyundai i20 R5), che aveva dei problemi nelle partenze. Completano la Top Ten: 6° Mauro MIele (Fiesta WRC), 7° Gagliasso (Fabia R5), 8° “Il Valli” (Hyundai WRC), 9° Carosso (Fiesta R5) e 10° Ronzano (Fiesta R5).
Le altre classi
Ottimi Vescovi-Guzzi, 14° assoluti su Clio S1600 e vincitori tra le due ruote motrici, 15° Simone Giordano su 207 S2000, 17° Giorgio Bernardi (Peugeot 208) vince la R2, 19° Canzian-Prizzon (Renault Clio) vince in R3 e 26° Roggero (Mitsu) vince in N4.
Alessandro Gino allunga cosi nel campionato di Coppa Italia di prima zona davanti all’aostano Elwis Chentre.
Nel Trofeo Pirelli se nella generale allunga Gino, nel primo raggruppamento Patrick Gagliasso scavalca il francese Puppo ed il biellese Pinzano andando in vetta.
Nel 2° raggruppamento allunga decisamente Roberto Vescovi, Matteo Giordano leader nel 3° raggruppamento mentre nel 4° Ramello passa al comando scavalcando l’assente Torchio. Iraldi mantiene la testa del 5° raggruppamento.
Prossima gara sarà il Rally della Lanterna in programma il 14 e 15 Luglio.

Questo articolo lo trovate su sito Rally.it

Tag:
giugno 15, 2018

“TRN – Anche Max Rendina al via del Rally Contea di Ceccano”

Guest star mondiale al via della 2° edizione del Rally Contea di Ceccano, in programma questo week end nei territori attorno a Frosinone, infatti tra gli iscritti alla gara spicca il nome del driver romano Max Rendina.

Il forte driver romano, reduce dal delicato ruolo di apripista al Rally Italia Sardegna, tornerà ad impugnare il volante della sua Skoda Fabia R5 e sarà navigato dal suo abituale co-driver Emanuele Inglesi. Per loro questa sarà una gara test in vista degli appuntamenti futuri. Dovranno vedersela contro altre due vetture R5, affidate rispettivamente ad Gianni D’Avelli (Skoda Fabia R5) Antonio Bucciarelli (Ford Fiesta R5). Altro pilota da tenere d’occhio sarà sicuramente Daniele Marcoccia in gara con la Peugeot 207 S2000.

Questo articolo lo trovate su sito Rallyssimo
Tag: