Posts tagged ‘iOS’

aprile 8, 2013

“Corso iOS Base in Sardegna, ultima chiamata e nuova App di un ex alunno”

Gli ultimi corsi di Objective si sono svolti a Padova, a Bologna, Reggio Emilia e Lecce. Le date sono andate bene a parte quella di Reggio Emilia dove il numero di partecipanti non è stato entusiasmante. Per questo motivo non torneranno più a Reggio.

 La settimana prossima il Corso iOS Base si svolgerà a Cagliari e, se volete intraprendere la carriera di sviluppatore iOS, sarà meglio approfittarne subito perché senza raggiungere il minimo di partecipanti necessario ad avviare il corso la data salterà e se ne riparla l’anno prossimo.

Ecco un esempio di cosa è possibile fare dopo il Corso Base ecco un nuovo esempio:

ePay – Calcolatore delle tariffe d’inserzione eBay di Matteo Carli

ePay è un’App che ti permette in modo semplice di calcolare il costo delle inserzioni su eBay. Una volta aperta bisogna solo selezionare se l’asta è di tipo Compra Subito o Asta, inserire il prezzo iniziale e finale previsto, aggiungere opzioni extra e infine toccare “Calcola” e l’App dirà quanto costa l’asta e quanta commissione tratterrà eBay sul prezzo finale. Molto utile è l’abbinamento con PayPal che permette di calcolare anche queste commissioni. Per sapere tutte le funzioni ed acquistarla si può visitare questo link.

Ovviamente si tratta solo del “calcio di inizio” dell’avventura, sarà necessario impegnarsi e metterci del proprio per raggiungere lo scopo. Objective C darà tutte le conoscenze e tutti gli strumenti di base per partire e il supporto anche dopo il corso.

Queste le date disponibili per il corso base:

Corso iOS Base – Cagliari 16 / 19 Aprile

Primo corso iOS d’Italia organizzato in Sardegna

4 giorni, 32 Ore di lezione – 499 € Iva compresa

Corso iOS Base – Milano 21 / 24 Maggio

4 giorni, 32 Ore di lezione – 499 € Iva compresa

Corso iOS Base – Roma 28 / 31 Maggio

4 giorni, 32 Ore di lezione – 499 € Iva compresa

Corso iOS Base – Milano 18 / 21 Giugno

4 giorni, 32 Ore di lezione – 499 € Iva compresa

Corso iOS Base – Roma 25 / 28 Giugno

4 giorni, 32 Ore di lezione – 499 € Iva compresa

Ricordiamo le peculiarità e i vantaggi del corso di Objective C:

4 giorni di corso, 8 ore al giorno (32 ore di lezione)

un App Starter Kit (interfaccia della vostra prima App + il design dell’icona + un articolo di lancio)

il codice sorgente di ben 24 Tutorial ricchi di commenti e spiegazioni

1.3Gb di librerie e progetti di terze parti

inserimento nel gruppo di Facebook “Italian iOS Developers”, dove potrete chiedere aiuto ad altri sviluppatori

possibilità di rifare il corso gratuitamente per una volta, nel caso qualcosa non fosse chiaro

Il corso è basato principalmente su tutorial pratici, che insegnano concretamente come si sviluppa un’App

Possibilità di contattare personalmente il docente se sorgono dubbi o problemi

Tutto questo a soli 499 € Iva compresa

Il corso base di iOS è adatto a tutti, anche a chi non ha mai programmato prima, consente di iniziare il cammino che può portare a diventare iOS Developer e di pubblicare le proprie App su App Store, sviluppare App conto terzi e/o trovare lavoro presso uno studio. Inoltre Objective C srl vanta un alunno arrivato in cima alle classifiche di App Store con ben 2 App.

Per informazioni, il programma del corso e l’iscrizione ad una delle date indicate, è possibile vistare la pagina http://www.objectivec.it/corsi/corso-ios-base.

Dopo il corso base sarà possibile anche seguire il corso avanzato ad un prezzo speciale riservato agli alunni del base. Il corso avanzato è adatto anche a chi ha appreso le basi in modo differente e vuole approfondire specifiche tematiche non di facile utilizzo.

Queste le date disponibili:

Corso iOS Avanzato – Roma 22 / 24 Aprile

3 giorni, 24 Ore di lezione – 499 € Iva compresa

Corso iOS Avanzato – Milano 8 / 10 Maggio

3 giorni, 24 Ore di lezione – 499 € Iva compresa

Corso iOS Avanzato – Bologna 15 / 17 Maggio

3 giorni, 24 Ore di lezione – 499 € Iva compresa

Il costo di 499 € comprende:

3 giorni di corso, 8 ore al giorno (24 ore di lezione)

il codice sorgente di ben 24 Tutorial ricchi di commenti e spiegazioni

1.3Gb di librerie e progetti di livello intermedio

l’inserimento nel gruppo di Facebook “Italian iOS Developers”, dove ci si potrà confrontare con altri sviluppatori

sarà possibile rifare il corso gratuitamente per una volta, nel caso qualcosa non fosse chiaro

corso basato principalmente su tutorial pratici che insegnano nella pratica il funzionamento

linea diretta con il docente

Per il programma completo, altre informazioni ed iscrizione visitare: http://www.objectivec.it/corsi/corso-ios-avanzato

Per qualsiasi informazione contattare info@objectivec.it o visitare http://www.objectivec.it.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
febbraio 21, 2013

“FileMaker intro iOS Soluzioni Demo”

Apple-proprietà FileMaker ha annunciato iOS Solutions Demo, una nuova sezione sul suo sito web. La pagina raccoglie una serie di strumenti di database iPad e iPhone creati con FileMaker. In linea con il suo nome, ogni applicazione nella sezione è limitata in termini di tempo o di funzioni, nel tentativo di convincere la gente a pagare per i prodotti completi.

Alcuni esempi includono FM punto di partenza, un sistema CMS che gestisce attività come contatti, calendari, fatture, schede attività e progetti. Common Core on the Go è pensato esplicitamente per l’iPad, e aiuta gli insegnanti a tenere traccia dei progressi degli studenti verso gli standard di base comuni. GoMaps porta in primo piano le informazioni relative alle posizioni di una persona visita su base regolare.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag:
febbraio 8, 2013

“Google arbitro fischia Mela affidabile, ma scherzi iOS utenti di Google Maps stanno rischiando la vita”

In un’intervista con la Australian Broadcasting Corporation mostra “One Plus One,” Michael T. Jones risponde – e, occasionalmente, parò – una serie di domande sul l’importanza della privacy nell’era dell’informazione, nonché i timori per così tanto le informazioni personali vengono raccolti e detenuti da grandi società multinazionali come Google, Apple, Microsoft e Facebook.
Mike Jones

Privacy è stata una questione importante per Google e Apple nel corso degli ultimi anni, in quanto entrambe le società producono prodotti hardware e software che memorizzano i dati sempre più granulare sui comportamenti degli utenti, le preferenze, le vite personali e posizioni. La Federal Trade Commission ha recentemente raccomandato che entrambe le imprese fare di più per proteggere la privacy dei bambini in apps bambini ‘. La Commissione ha inoltre multato Google lo scorso anno per aggirare tutela della privacy costruito nel browser web di Apple Safari.

“Penso che sia una questione di solo lavorare con persone di cui ti fidi,” Jones ha detto che quando premuto su se vede un pericolo in queste grandi organizzazioni in possesso di un numero crescente di dati sui comportamenti individuali. “Mi fido di certo Apple, e mi fido di Google, Microsoft e ho fiducia, se è per questo Non si tratta di organizzazioni di corrotti,. Queste sono persone gentili che cercano di servire Nel caso di Google, tutti lo fanno volontariamente Tu fai una ricerca.. , si poteva andare a qualcun altro, si è venuto a noi Se avete pensato che potrebbe tradire, non sarebbe venuto da noi, siamo quindi di perdere 30 miliardi dollari o più al momento in cui la gente perde fiducia in noi “…

Jones era meno gentile con Cupertino rivale di Google quando si trattava di mappatura, nervature Apple per i problemi in corso con la sua nuova applicazione Mappe, che ha sostituito l’app di Google come l’opzione di default con iOS 6.

“Penso che si dovrebbe essere preoccupati per arrivare dove si vuole andare, se si utilizza Mappe di Apple”, ha detto, parando un’altra domanda sulle informazioni personali. “Se si vuole essere onesti, si sta prendendo la tua vita nelle tue mani lì.”

Scherzo Jones ‘di cui al report da l’anno scorso che la polizia a Victoria, in Australia, aveva lanciato avvertimenti agli automobilisti dicendo loro che Apple iOS 6 mappe app aveva causato un certo numero di viaggiatori per diventare bloccati in un parco nazionale remoto. L’errore è dovuto a iOS Maps in modo non corretto la visualizzazione di Mildura più di 40 km a sud est della sua posizione attuale. Al momento, la polizia dette condizioni la posizione potrebbe rendere l’inesattezza mappatura un “potenzialmente pericolosa per la vita problema”.

Tornando alla questione a portata di mano, Jones ha cercato di dissipare le preoccupazioni per la quantità di dati grandi società detengono sui propri utenti, in particolare nel caso di Google.

“Quello che sappiamo è fondamentalmente informazione pubblica. Credo che sia sopravvalutato, a volte, la Insight queste aziende hanno. Non informano su nessuno. Noi non facciamo un giudizio di valore. Sono informazioni solo meglio per voi. E ‘il tipo di informazioni che un portiere potrebbe dare in un hotel. Richiedi maggiori informazioni su un ristorante e stai indossando uno smoking o un costume da bagno, che potrebbe dare informazioni diverse … Non è così profondo. ”

Jones ha anche toccato il futuro del computing, dicendo che ritiene che la tecnologia da indossare – come il vetro e la tecnologia Google simili da parte di Apple – è la strada da seguire.

“Ci sono sette miliardi di persone Due miliardi di loro hanno internet, ma quattro miliardi di loro hanno telefoni cellulari Così, davvero, il giorno del computer è finita per quanto riguarda i consumatori,.. Il giorno del dispositivo mobile è il nuovo giorno, e ciò che io considero accadendo è che quel dispositivo è destinato a diventare sempre più intima … Non avrai in tasca. Sarà nei vostri bicchieri, in un orecchio, in sostanza una parte di uno dei i tuoi organi sensoriali. ”

In sintesi, ha detto Jones consumatori aveva una scelta di dove si potrebbe trasformare, se volevano la Mela servizi, Google, Facebook e altri forniscono. Anche se le imprese operano in un ambiente aziendale americano, che potrebbe, secondo Jones, è meglio dell’alternativa.

“Penso che si dovrebbe decidere: Volete le informazioni del mondo venuta a voi Se lo fai, deve venire da una delle due fonti:. Sia il vostro governo o delle Nazioni Unite o di qualche altro governo, o da una società che non ti fidi di più: Google o il vostro sindaco ”

Ha continuato a tout record di Google come affidabile.

“Credo che, a dire il vero, abbiamo un record piuttosto immacolato di servire ogni essere umano … Quello che vorrei essere giudicato per il nostro comportamento reale. Penso che abbiamo ottenuto una A, magari un A +.”

Questo articolo lo trovate su sito Appleinsider

 

Tag: ,
febbraio 6, 2013

“Opinione: Un Apple iOS riprogettazione dell’interfaccia utente? Bello, ma non indispensabile”

Uno dei problemi che alcune persone sembrano avere con Apple di cinque anni, il sistema operativo iOS mobile è che non è sostanzialmente cambiato da quando è stato introdotto nel 2007. Come utente normale iOS in quel periodo di tempo, devo confessare che io sono uno di quelli che si sono annoiati con la sua identità. Tuttavia, ciò non significa che sia fondamentalmente meno efficace o efficiente di quanto non fosse quando è stato svelato.

Io sostengo l’opinione che Apple iOS offre il massimo dell’utilità di qualsiasi sistema operativo mobile, e questo resta il suo punto di forza. È estremamente facile da usare ed è solida roccia da un punto di vista della stabilità e della sicurezza. Quando è arrivato sulla scena nel 2007, ha spazzato via la concorrenza con la sua bellezza e quello che offriva come esperienza smartphone. RIM, per esempio, non riuscivo a credere che fosse vero. Le righe di lucido ad alta risoluzione icone sono, ironia della sorte, assunto lo status di icona, la homescreen iPhone è immediatamente riconoscibile in tutto il mondo. Non c’è da meravigliarsi di Apple è stato reticient a pasticciare con questa formula vincente.

A questo eccezionale, OS X basato su fondazione, Apple ha gradualmente introdotto ulteriori funzionalità che favoriscono la stabilità e l’usabilità del ritmo del cambiamento. L’aggiunta di iCloud alla fine del 2011 ha contribuito a costruire l’iOS / iTunes / ecosistema App Store con tutti i vantaggi dei servizi cloud. Gli utenti non sono più legati al proprio Mac o PC e hanno la possibilità di accedere ai propri contenuti e le applicazioni acquistate in precedenza attraverso la nube. Tutto questo è stato molto una parte di ciò che rende l’esperienza iOS. E ‘stato notevole, ma ha avuto luogo dietro le quinte.

Google Android è arrivato sulla scena circa un anno dopo l’iPhone, dopo la sua originale BlackBerry-come interfaccia utente trasformato in un multi-touch OS. Dal suo debutto, Google ha pubblicizzato il suo ‘APERTURA’ come un punto di vendita, così come la sua personalizzazione. Siamo stati in grado di godere della sua evoluzione nel tempo in piena vista del pubblico, alla quale sviluppare e diventare migliore con ogni iterazione. Tuttavia, non c’è dubbio che le sue prime versioni erano buggy, che ha portato ad alcune persone con cattiveria si riferiscono ad esso come una ‘beta perpetua.’ Ottenere Android nel mercato presto contribuito a garantire che è diventato un giocatore, soprattutto mentre Microsoft fumbled la sfera con ritardo di Windows Phone 7.

E ‘sicuro dire che a partire dal mese di Android 4.0’ Ice Cream Sandwich ‘, Android ha cominciato a maturare in una prima classe, il sistema operativo mobile. È il sistema più facilmente personalizzabile operativo mobile, che è stato sia una forza e una debolezza. Ciò rende alquanto meno facile da usare per l’utente medio, mentre anche portato alla frammentazione della piattaforma con molte diverse versioni del sistema operativo sul mercato. A meno che non si acquista un dispositivo Google Nexus, non è possibile garantire che si riceverà un tempestivo aggiornamento alla versione più recente di Android.

Parte del motivo che iOS non è cambiata tanto quanto Android è che la maggior parte del suo sviluppo dell’interfaccia utente si è svolto a porte chiuse, lontano dallo sguardo pubblico. Sappiamo già che iOS come sua prima apparizione su iPhone nel 2007 è stato originariamente sviluppato per l’iPad. Sapendo quanto di un perfezionista Lavori fine Steve fosse, non dovrebbe sorprendere che quando rilasciato iOS era già molto evoluto dal punto di vista dell’interfaccia utente fondamentale. Il modo in cui funziona adesso può sembrare ovvio, ma non c’è nulla di ovvio grande design. Ci vuole duro lavoro, per tentativi ed errori, e costante affinamento per arrivarci.

Si dice che ‘disprezzo familiarità razze’, e credo che iOS è affetto da questa. Eppure, come un sistema operativo e dell’interfaccia utente, offre ancora quasi tutto ciò che si potrebbe desiderare da un sistema operativo mobile su una base quotidiana per la stragrande maggioranza degli utenti. Centinaia di migliaia di applicazioni contribuisce a garantire questo. Inoltre, la stragrande maggioranza degli utenti non importa quale sia il loro sistema operativo sembra – la longevità inaspettata di Windows XP è indicativo di questo – si ottiene il lavoro fatto. iOS rimane liscia, e funzionale, mentre il fallimento di Windows Phone 7 e 8 a guadagnare trazione di mercato evidenzia che il design appariscente e animazioni chiazza di petrolio non equivale necessariamente al successo.

Nonostante questo, Apple ha posto le basi per una revisione dell’interfaccia utente iOS. La sorpresa scarico di iOS capo Scott Forstall fine dello scorso anno in seguito alla debacle Mappe e nomina il vicepresidente senior di Jony Ive Disegno Industriale per supervisionare la progettazione dell’interfaccia utente per iOS e Mac OS X è la testimonianza. Come molti utenti di iOS, non vedo l’ora di ciò che Jony Ive e il suo team di Apple messo a punto. Un nuovo design e il look per iOS sarà bello (così come la messa al bando di skeumorphism), ma per molti versi non è indispensabile dal punto di vista della pura funzionalità, che incarna iOS.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag: ,
ottobre 28, 2012

“L’Automobile di Furto grande: La venuta di Città di vizio all’iOS, l’Android”

Rockstar Studios hanno annunciato che Grand Theft Auto: Vice City farà la sua strada sia per il Android e iOS piattaforme mobili entro la fine dell’anno in occasione del 10 anniversario del gioco. La società ha fatto la stessa cosa l’anno scorso con Grand Theft Auto III e GTA: Vice City è stato rilasciato su console quasi esattamente 10 anni fa – il 29 ottobre 2002. Rockstars dice che offrirà il gioco su “selezionare” dispositivi, e comprendono ad alta risoluzione grafica e miglioramenti di gioco per i dispositivi mobili.

Il gioco originale è stato modellato a Miami, in Florida, e presentava un colonna sonora anni ’80 nello spirito della serie televisiva Miami Vice. La società prevede di rilasciare una serie di prodotti speciali in concomitanza con l’uscita del gioco, tra cui opere d’arte originali, oggetti da collezione e di un rimorchio nuovo anniversario con alcune delle scene più memorabili e musica dalla versione originale.

Inoltre, le note telefono sito PhoneArena, le notizie da Rockstar preannuncia anche un possibile rilascio il prossimo anno di Grand Theft Auto: San Andreas per piattaforme mobili. La società stessa non ha detto nulla in merito a questa possibilità finora.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag: ,
agosto 17, 2012

“Falla di sicurezza trovata in iOS, permette lo spoofing di messaggi SMS”

Pod2g ricercatore di sicurezza ha scoperto un difetto nel modo in cui iOS gestisce i messaggi SMS che, concettualmente, potrebbe consentire di texters dannosi per nascondere i messaggi come da una fonte conosciuta o di fiducia, potenzialmente ottenere che gli utenti a rivelare informazioni che normalmente non sarebbero, o accumulare cariche involontari sul loro conto. Pod2g si riferisce alla falla come “gravi” e prevede il rilascio di un tool per consentire iPhone 4 agli utenti di inviare messaggi in formato “raw” PDU fino a quando la vulnerabilità è fisso.

Mentre non ci sono ancora notizie di problema che appare “in the wild”, e il difetto di non consentire l’esecuzione di codice o altro malware, pod2g dice che sospetta che altri ricercatori di sicurezza iOS conoscere il difetto e forse alcuni pirati pure. Il difetto è esistita a destra la strada attraverso tutte le varie iterazioni di iOS ed è ancora presente nella sua ultima beta di iOS 6, aggiunge, chiedendo ad Apple di risolvere il problema prima del rilascio finale.

In breve, il difetto comporta una serie di opzioni relative alle informazioni di intestazione che cavalcano insieme al corpo del messaggio effettivo che contengono informazioni aggiuntive non tutti sono compatibili con gli smartphone. Una delle opzioni consente al mittente di modificare il numero che appare il messaggio da inviare dal numero e il ricevitore dovrebbe rispondere. “In una buona implementazione di questo, il ricevitore vedrebbe [sia] il numero di telefono originale e la risposta a uno”, il semi-anonimo ricercatore scrive. “Su iPhone, quando viene visualizzato il messaggio, sembra venire dalla risposta-al numero, e si perde traccia del origine”.

La falla potrebbe aiutare i pirati, consentendo loro di messaggi inviati che appaiono, per esempio, provenire dalla banca dell’utente chiedendo loro di chiamare e verificare le informazioni, o invitandoli a cliccare per visitare una pagina web maligno. Molte altre possibilità di attività di phishing o criminali sono disponibili anche attraverso la manipolazione sociale.

Pod2g dice che per il momento, gli utenti devono semplicemente essere sospettosi di tutti gli SMS che include una risposta a numero da una istituzione o relativamente estraneo. La soluzione è quella di utilizzare uno strumento che è in via di sviluppo per l’iPhone o per utilizzare un terzo gateway SMS che consente agli utenti di inviare e ricevere messaggi con le informazioni di intestazione in più spogliato fuori (cioè, crudo formato PDU) in modo che il numero reale di origine del messaggio SMS viene conservato.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag:
giugno 14, 2012

“Discorso per l’assistenza di app iOS vittime delle guerre dei brevetti?”

A seguito di denunce da parte dei brevetti Società titolari Prentke Romich e sistemi di compattazione semantico, Apple ha rimosso un’applicazione vocale aumentativa Parla per te dalla iOS App Store. Parla per te ha permesso vocali di sfidati i bambini a toccare le immagini sullo schermo le parole stringa in frasi che sono state poi pronunciate ad alta voce dal iPad. Il caso che coinvolge brevetto Parla per te gli sviluppatori e Prentke Romich è attualmente ascoltato in una corte distrettuale della Pennsylvania occidentale. Nonostante la rimozione della app principale, la prova gratuito limitato di Speak for Yourself è ancora disponibile per ora. 

In uno scambio di email con Parla per te i dipendenti, gli sviluppatori hanno detto che “continuerà la nostra sfida vigorosa per la validità delle RPC / Semantic brevetti, e la difesa contro la pretesa che la nostra app viola un brevetto valido – non è così. ” Hanno continuato a dire che il nucleo del PRC / Semantic disputa di brevetto, i simboli polisemici, non viene utilizzato nella loro applicazione. Il concetto, che coinvolge non letterali simboli corrispondenti alle parole che hanno più di un significato, è stato detto dagli sviluppatori di essere “confusa” per molti terapeuti, insegnanti e genitori, e che “[Parla per te] può insegnare in modo più efficace individui di utilizzare la comunicazione aumentativa e alternativa “.Le chiamate verso i sistemi semantici Compactic commento per questa storia non sono stati restituiti. Una dichiarazione sulla pagina di Facebook SCS dice che “c’è una ragione brevetti sono in atto, per proteggere i decenni di duro lavoro e di ricerca che vanno nei nostri dispositivi. A proseguire i lavori la vita di qualcuno e commercializzare come la tua è semplicemente sbagliato”. Continuano ad aggiungere che “SCS e PRC ha presentato la denuncia violazione di brevetto dopo che allungò la mano per [Parla per te è] fondatori ed ha offerto soluzioni di business diversi, ma sono stati rifiutati”.PRC fa produrre dispositivi hardware personalizzate per l’aumento del discorso, che vanno da 2.600 dollari a più di $ 15.000, una parte dei quali è in genere coperti da assicurazione sanitaria. Parla per te è un app $ 300, quindi il costo di ingresso (incluso l’acquisto di almeno un iPad 2) è un minimo di $ 700. Il costo della app (e iPad se necessario) non sono generalmente coperti da assicurazione, a prescindere dai risparmi sui costi rispetto alle soluzioni personalizzate.L’effetto immediato di rimozione dell’applicazione dal negozio è l’incapacità per i nuovi utenti ad acquistare il titolo. Qualora la rimozione diventano prolungato o addirittura permanente, gli utenti saranno in grado di aggiornare l’applicazione o ri-scaricare se non sono riusciti a eseguire il backup l’acquisto. Una revisione futura o l’aggiornamento a iOS hardware più recente può anche compromettere la funzionalità dell’applicazione come lo è oggi. Gli attuali utenti della applicazione può continuare a lavorare con Parla per te, ma devono assicurare il programma viene eseguito il backup e può anche bisogno di evitare aggiornamenti del sistema operativo fino a quando il caso dei brevetti è stato risolto.MacNN ha parlato con un genitore il cui bambino autistico usa Parla per te su base giornaliera. Quando è stato chiesto se avessero pensato di utilizzare tutte le altre applicazioni per scopi comunicativi, il padre ha detto che esistono diverse alternative. Un’alternativa che aveva provato era PRC proprio Vantage Lite, che costa 7.500 dollari. Il padre ha detto che anche se lui ha “nessun problema con PRC citato in giudizio [Parla per te] se pensano che il loro brevetto sia stato violato”, ha ritenuto di Apple non avrebbe dovuto rimuovere l’applicazione prima del processo aveva fatto il suo corso. Il padre ha aggiunto che “a differenza del dispositivo di PRC – [che possono avere bisogno] di essere espulso per la riparazione – se succede qualcosa al iPad di mio figlio con il Parla per te, si può solo andare al più vicino Apple Store o Best Buy e hanno la sua ‘voce’ di nuovo in pochi minuti. “Al di là delle implicazioni emotive della rimozione di un programma volto ad aiutare le vocali contestato i singoli, la Speak For Yourself controversia non è la prima volta Apple ha ritirato una applicazione prima di rivendicazioni legali sono stati risolti. Una discussione tra gli sviluppatori di VLC per iOS e curatore del progetto Rémi Denis-Courmont costretto il ritiro della popolare applicazione universale lettore video dal negozio iOS.Altre applicazioni per il discorso di assistenza sono disponibili su App Store, ma può essere difficile la migrazione di un autistico o di altro bambino “bisogni speciali” e loro genitori per un nuovo programma quando quello vecchio ha funzionato bene per loro. Apple ha da poco presentato uno sforzo esteso di utilizzare l’iPad per aiutare gli utenti disabili e autistici, tra cui l’introduzione di una funzione denominata accesso guidato che dovrebbe consentire ai genitori e gli operatori sanitari di personalizzare le applicazioni in modo che funzionino meglio nelle mani degli utenti-evolutivo contestati .La radice del problema sta nella natura di azioni legali sui brevetti tecnologici, qualcosa di Apple è fin troppo familiare. PRC / Semantic sperimentato l’uso commerciale di chiacchieroni assistive che utilizzano la loro tecnologia polisemico simbolo, che funziona per alcuni candidati talker. Il Speak for Yourself sviluppatori sono terapeuti stessi, e hanno detto che non hanno deciso di violare brevetti nel codice dell’applicazione e dello sviluppo dei principi si basa su di esso.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag: ,
aprile 4, 2012

“Instagram per Android cime 1m in 24 ore, 2.000 al minuto”

Il lancio di Instagram per Android innescato una rapida adozione più vicini ai livelliiOS, sia per le sue statistiche e Google ha confermato meno di un giorno più tardi. Lalista app (Google Play) ha già dimostrato tra 1 a 5 milioni di download in meno di 24ore. Con la base di utenti iOS a 30 milioni di euro, il primo bilancio ha visto Androidaggiungere un altro 3,3 per cento o più in tempo di un giorno. 

Società capo Kevin Systrom aveva commentato in ritardo Martedì al New York Timesche, al suo apice, il lancio Android era stato scatenanti 2000 segno-up di un minuto, ocirca tre milioni al giorno. Non è noto se quelli erano puramente utenti Android o se ha incluso anche gli utenti iOS.

Per Android, il rilascio Instagram ha segnalato sia una chiusura di un gap in termini di qualità app così come una sottolineatura di problemi in corso. Nonostante la crescenteparti Android, sviluppatori di applicazioni ancora più mobili obiettivo iOS primo o come piattaforma principale. Facilità di sviluppo e una maggiore disponibilità a supportare le applicazioni a pagamento sono stati considerati fattori importanti dietro il successo diapp iOS ‘, ma una migliore possibilità di applicazioni di essere scoperti è stato più rilevante e ha dimostrato problema Instagram di: risultati app di ricerca per gran parte del primo giorno di la disponibilità di Android ha visto l’applicazione legittima sepolto sotto cloni.

La versione Android è attualmente mancano alcune caratteristiche, come ad esempioil caricamento Flickr e tilt-shift filtri, ed è noto per avere problemi di compatibilità con le fotocamere alcuni telefoni. A differenza di iOS, Instagram, inoltre, non sarà eseguita correttamente su tavolette.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag:
marzo 12, 2012

“Instagram per Android in versione beta, può essere migliore di iOS app”

Instagram co-creatore Kevin Systrom utilizzato una presentazione alla conferenzaSouth by Southwest tecnologia per mostrare la versione di Android app dell’azienda.Attualmente in beta chiusa, esso sosterrà le risoluzioni multiple e dovrebbe funzionaremolto rapidamente. Anche se timido su ciò che significava, ha lasciato intendere checi sarebbero alcune caratteristiche che l’edizione iOS è stato finora mancanti, se nonin modo permanente andare senza. 
“Per certi versi, è meglio che la nostra applicazione iPhone”, ha detto al pubblicoSystrom Austin.

Non ha voluto fornire un calendario per uno open beta o una versione finale, se non per dire che stava arrivando “molto presto”.

La società co-fondatore ha ribadito la sua opinione che Instagram aveva mantenutoalla versione iOS dal suo lancio nel 2010 al fine di concentrarsi sulle basi di scalare lapiattaforma e affrontare il gran numero di utenti. Instagram ora aveva un totale di 27milioni di utenti, aiutato in parte da un buon tempismo. Come accennato prima,l’applicazione ha lanciato nei pressi del iPhone 4, che divenne una delle fotocamere più diffuse nella condivisione web e alimentato l’appetito per la macchina fotografica-friendly apps. Il servizio ha visto fasi di espansione anche nel 2011, sia attraverso il lancio di iPhone 4S e dopo che Apple ha chiamato Instagram la sua applicazione per iPhone dell’anno.

Android ha già paralleli grezzi per Instagram, come il lato foto di Path, nonché Picplz, ma nessuno ha scalato alla dimensione stessa Instagram di iOS app. Difficoltà alla scoperta di applicazioni in Android Market (oggi Store riproduzione Google) e di una piattaforma hardware meno consistente potrebbe aver ferito l’esposizione per questirispetto a una piattaforma più monolitico come iOS.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag:
ottobre 18, 2011

“Microsoft: gli strumenti di business intelligence in arrivo su iOS e Android”

Entro la prima metà del 2012 gli strumenti di business intelligence di Microsoft potranno essere utilizzati anche sui dispositivi mobile concorrenti, in primis iPhone e iPad e anche su Android. L’annuncio arriva dall’evento Microsoft SQL PASS Summit che si è svolto la settimana scorsa ed è riportato da ZDNet.

L’estensione del supporto agli smartphone e ai tablet non Windows è illustrata da una roadmap mostrata durante l’evento Microsoft. Entro la prima metà del 2012 anche gli utenti dei dispositivi iOS e Android, oltre che Windows naturalmente, potranno visualizzare all’interno del proprio browser mobile strumenti come SQL Reporting Services, PerformancePoint e anche Excel Services. Si tratta di strumenti basati sul web che permettono di creare report, budget e di utilizzare via server i fogli di calcolo di Excel.

Nella seconda fare programmata per la seconda metà del 2012 Microsoft punta a integrare i comandi touch per rendere possibili le funzioni avanzate di navigazione dei dati e di visualizzazione di budget e report. Nella terza e ultima fase, prevista dopo il 2012, gli strumenti di business intelligence verranno resi compatibili anche con i dispositivi mobile che funzioneranno con Windows 8. Ricordiamo che il nuovo sistema operativo di Microsoft potrebbe essere rilasciato entro l’autunno del 2012 mentre la prossima versione di MS Office è attesa non prima del 2013.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: ,