Posts tagged ‘iOS 7’

febbraio 3, 2017

“Nuova querela per Apple Ha bloccato FaceTime iOS 6 per obbligare gli utenti a passare a iOS 7”

Una donna californiana, Christina Grace, ha avviato una causa collettiva accusando Apple di avere volontariamente costretto gli utenti a passare da iOS 6 a iOS 7, impedendo a chi è rimasto con il precedente sistema di poter sfruttare FaceTime. In breve Cupertino avrebbe volontariamente reso inutilizzabile FaceTime su iOS 6 e versioni precedenti, costringendo all’aggiornamento a iOS 7 che però risultava troppo lento su iPhone 4 e 4s, di fatto spingendo all’acquisto di un nuovo iPhone. Ne parla AppleInsider spiegando che l’utente sostiene di essere stato costretto ad aggiornare il sistema e che Apple avrebbe fatto questo per non pagare servizi per la gestione dei dati forniti da Akamai. L’utente fa riferimento a documenti interni di Apple ed email rivelate nel procedimento legale per violazione del diritto brevettuale che ha visto contrapposte Apple e VirnetX, alla fine del quale Apple ha pagato 302 milioni di dollari. Nel 2010, quando FaceTime è stato lanciato, Apple sfruttava due tipi di connessione: un meccanismo peer-to-peer che creava una connessione diretta tra gli iPhone e un sistema staffetta che si appoggiava a server di Akamai. La trasmissione peer-to-peer usata da Apple era basata sulle tecnologie contestate va Virtex. Dopo il reclamo di VirnetX nel 2012 per l’uso di tecnologie a loro dire brevettate, Apple si è appoggiata esclusivamente sui server di Akamai per la gestione delle connessioni da iPhone a iPhone. Stando a quanto emerso nel procedimento legale, l’anno seguente, Apple ha pagato 50 milioni di dollari di commissioni ad Akamai. La class action fa riferimento ad una mail interna di Apple di cui si è parlato nel precedente procedimento con oggetto “Ways to Reduce Relay Usage” sostenendo che le crescenti commissioni da versare ad Akami erano fonte di preoccupazioni per i dirigenti Apple. La multinazionale di Cupertino ha risolto il problema creando una nuova tecnologia peer-to-peer che ha fatto il suo debutto in iOS 7. Nella causa collettiva si afferma che Apple – per risparmiare denaro – avrebbe integrato volontariamente un bug facendo scadere prematuramente un certificato digitale in modo da impedire le chiamate FaceTime con iOS 6 e costringere gli utenti a passare ad iOS 7. Nella transizione da iOS 6 a iOS 7 Apple aveva pubblicato un documento di supporto consigliando a chi aveva avuto problemi di aggiornare il sistema a iOS 7; dal documento di supporto in questione sarebbe stato successivamente eliminato il riferimento alla data del 16 aprile 2014, giorno in cui Cupertino avrebbe fatto scadere il certificato digitale per usare FaceTime su iOS 6 e precedenti. I partecipanti all’azione legale chiedono un non meglio precisato risarcimento dimostrando che Apple ha violato le norme californiane relative alla concorrenza sleale, oltre che per violazione o interferenza con beni mobili appartenenti ad altre persone.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
dicembre 6, 2013

“Apple conferma ufficialmente tre quarti di iDevices ora con iOS 7”

Pochi giorni dopo Fiksu ha mostrato quanto migliore è iOS che Android, quando si tratta di consentire vecchi dispositivi per l’aggiornamento a per l’ultimo sistema operativo, e la maggior parte delle società di analisi segnalavano iOS 7 penetrazione di circa tre quarti di dispositivi, Apple ha aggiornato la sua sito degli sviluppatori per mostrare che iOS 7 penetrazione è al 74 per cento.

overview_features

I dati di Apple è probabilmente il più affidabile, basata sulle visite ai App Store nel corso di un periodo di 7 giorni che termina il 1 ° dicembre. iOS 7 adozione era incredibilmente veloce, aiutato da vendite record di week-end di apertura dei nuovi iPhone, e si è sviluppato un ulteriore 10 per cento negli ultimi due mesi.

I numeri sono in netto contrasto con Android, dove l’ultima versione KitKat (Android 4.4) è a solo 1,1 per cento e la precedente versione 4.3 di Jelly Bean a soli 4,2 per cento.

Questo articolo lo trovate su sito 9to5Mac

Tag:
settembre 22, 2013

“Furti iPhone, negli USA la polizia consiglia di passare a iOS 7”

Per limitare i furti di iPhone, meglio passare a iOs 7. Il consiglio arriva dal New York Police Department secondo il quale il nuovo sistema operativo è in grado di operare efficientemente come deterrente nei confronti dei ladri dei dispositivi Apple.Furti iPhone

Secondo il dipartimento di polizia, in particolare, sono le nuove funzionalità per Trova il mio iPhone, una delle quali è denominata “Blocco Attivazione” a fare la differenza.

I procuratori generali di New York e San Francisco in una dichiarazione congiunta hanno lodato le nuove funzionalità. “Un importante passo avanti per mettere fine all’epidemia dei furti di smartphone”. E ancora: “La nostra speranza è che il Blocco Attivazione sia un deterrente efficace contro i furti e che il diffondersi del nuovo sistema metta fine alla persecuzione degli utenti iPhone, man mano che i ladri comprendono che i dispositivi non hanno, con questa funzione, nessun valore sul mercato”.

George Gascón, procuratore generale di San Francisco ed Eric Schneiderman, procuratore generale di New York, si sono incontrati con dirigenti di Apple, Google, Samsung e altri per spingere i produttori di smartphone a integrare nei dispositivi nuove e migliori misure di sicurezze, atte a dissuadere il furto.

La polizia di New York ha persino predisposto dei volantini con i quali spiega proprio che grazie ad iOS 7 diventa molto più sicuro.

Ricordiamo che grazie a questa opzione chi ruba un telefono si trova di fronte ad un muro che è difficile da superare visto che è impossibile ripristinarlo e a determinate condizioni anche impedire che venga disattivata la ricerca mediante GPS. Il meccanismo entra in gioco non appena si attiva Trova il mio iPhone. A quel punto il sistema richiede l’Apple ID e la password, impedendo la disattivazione del servizio, l’inizializzazione e la riattivazione dei dispositivi a chi non è in possesso di questi dati. Anche se il dispositivo viene inizializzato da remoto, il sistema continua infatti a impedirne la riattivazione fino a quando non vengono inseriti Apple ID e password del proprietario e  continua a mostrare un messaggio deciso dal legittimo proprietario.

Blocco attivazione viene avviato automaticamente all’attivazione di Trova il mio iPhone in iOS 7 o eseguendo l’update a iOS 7 da una precedente versione di iOS in cui Trova il mio iPhone è già attivata. Per attivarlo basta portarsi in Impostazioni, selezionare iCloud, accedere all’account.

In caso di smarrimento, basterà attivare la modalità smarrito accedendo a http://www.icloud.com/find da un Mac o un altro dispositivo. Tale modalità blocca lo schermo con un codice a quattro cifre che permette di visualizzare un numero di telefono o un messaggio personalizzato per aiutare a recuperare il dispositivo. È anche possibile inizializzare il dispositivo in remoto e continuare a visualizzare il messaggio dopo l’operazione.

La preoccupazione della polizia per la sicurezza di chi ha un iPhone è comprensibile visto in alcune città, i furti e le rapine di iPhone hanno determinato il numero complessivo dei crimini che, in assenza dei ladri di iPhone, sarebbero invece diminuiti. A New York lo scorso anno i furti sono aumentati del 4%, quelli di iPhone del 40% e in alcuni casi sono sfociati in atti violenti e addirittura in omicidi.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

 

Tag:
settembre 20, 2013

“Apple ha trovato per essere utilizzando avanzate di networking TCP Multipath in iOS 7”

Come suggerisce il nome, Multipath TCP consente un dispositivo collegato, come ad esempio un iPhone o iPad, per trasmettere i dati su più percorsi contemporaneamente. Per esempio, la tecnologia permette di dispositivi compatibili per trasferire i dati su entrambi i cellulari 3G e reti Wi-Fi. La scoperta è stata fatta da Olivier Bonaventura, un professore di informatica presso il Networking Lab IP in Belgio, che in seguito ha pubblicato i risultati al suo blog personale.Multipath TCP

Uno dei vantaggi di Multipath TCP su estensioni TCP tradizionali è la capacità del protocollo di spingere i dati attraverso la rete più efficiente, che porta ad un minor numero di abbandoni. Se un canale non funziona, un altro prenderà il sopravvento.

Bonaventura spiega che ha fatto la scoperta usando un iPad con iOS 7. Monitorando tracce di pacchetti, fu in grado di dedurre che Multipath TCP è stato utilizzato per connettersi a determinati server Apple compatibili.

“Non vedrete Multipath TCP per le connessioni TCP regolari da applicazioni come Safari,” scrive Bonaventura “, ma se si utilizza SIRI, si potrebbe vedere che il collegamento con uno dei server Apple corre utilizza Multipath TCP.”

La tecnologia viene da sviluppo radicato in una iniziativa 2008 finanziato dalla Commissione Europea chiamato Progetto Trilogy, anche se ha ancora visto l’adozione diffusa. Si ritiene che l’inclusione di Apple di Multipath TCP in iOS 7 è il primo prodotto di consumo per spedire con la tecnologia.

Bonaventura aveva congetture su come Apple prevede di implementare il protocollo avanzato oltre i propri server, anche se può essere ipotizzato che la società è alla ricerca di modi per rendere i propri servizi iCloud basati più affidabile.

Questo articolo lo trovate su sito Appleinsider

Tag:
settembre 3, 2013

“I brevetti di Apple iOS Sblocco dei metodi che determinano il livello di accesso degli utenti alle funzioni della periferica e del software”

A grande richiesta da parte dei genitori per quanto riguarda iOS è che Apple implementare account utente sui suoi dispositivi mobili, al fine di fare in modo che un genitore può accedere con maggiore accesso a funzioni e applicazioni di dispositivi di un bambino, per esempio. E ‘un sistema che ha già un analogo sul desktop, e che Google ha pensato bene di realizzare con più account utente con differenti livelli di autorizzazioni per le tavolette con sistema operativo Android 4.3 e superiori. Un nuovo brevetto concesso ad Apple di oggi (notato da AppleInsider) descrive un modo di cambiare l’accesso al dispositivo a seconda di chi sta facendo il accede.iphone-ios7-unlock-hero

Brevetto appena concesso di Apple descrive un sistema in cui il metodo utilizzato da un utente per sbloccare un dispositivo tramite ingresso basato su gesti sarebbero determinare quali applicazioni sono disponibili, così come quello che le funzioni hardware. Così, per esempio, un gesto (potrebbe essere il disegno di una forma o lettera specifica con la punta delle dita) potrebbe consentire l’accesso solo ai contenuti giochi sui cellulari, mentre un altro potrebbe offrire l’accesso a un’intera categoria di applicazioni fornite attraverso distribuzione aziendale , ma non ad altre caratteristiche.

Il sistema di Apple ha brevettato consente anche di gesti per sbloccare il telefono direttamente in applicazioni specifiche, in modo che si possa lanciare l’applicazione e-mail e di mantenere un utente all’interno di quel po ‘di software esclusivamente, per esempio. Altre incarnazioni potrebbero limitare l’accesso a determinate funzioni del telefono, compresa la fotocamera e microfono, o di acquisti in-app, bloccando un dispositivo per la condivisione senza problemi con un bambino.

A parte finalmente in modo efficace permettendo “modalità ospite” su un dispositivo, questo brevetto in azione permetterebbe ad Apple di costruire un lanciatore lockscreen che può essere utilizzato non solo attraverso i gesti, ma anche con la voce e con gli eventi della tastiera, del mouse o dello stilo (ognuno dei quali sono coperti dal brevetto). Le potenziali applicazioni, per uso non solo tra i genitori, ma anche nelle scuole, nei dati sicure ambienti aziendali e di più sono estese, quindi speriamo che questo è uno dei brevetti che Apple in realtà mette in pratica.

Questo articolo lo trovate su sito TechCrunch

Tag:
luglio 3, 2013

“Onswipe: sviluppatori, tester di interesse in iOS 7 beta molto alto”

Web, mobile advertising e ottimizzazione società Onswipe sta riportando che l’interesse per l’iOS beta 7 sta crescendo ad un ritmo furioso, con tre quarti di punto percentuale della base di utenti iPhone già in esecuzione il software in versione beta. Le figure rappresentano almeno più di due milioni di iPhone, molto più alti di quelli in esecuzione iOS 6 beta nello stesso punto nel suo ciclo di sviluppo. Mentre alcuni di tale cifra potrebbe essere utenti che hanno pirata della beta (notoriamente instabili e buggy), più si crede di essere sviluppatori che hanno bisogno di abbinare le loro applicazioni per il nuovo look di iOS 7.

Le variazioni di iOS 7 vanno più profondo di un semplice distintivo, lusingare icona di stile visto in immagini pubblicitarie: apps sono tenuti a portare quel linguaggio di design attraverso il programma, cravatta in servizi di corrispondenza forniti dalla stessa OS (come il traslucido “vetro smerigliato” aspetto del pannello) e aggiungere funzioni e altri cambiamenti nel modo in cui i servizi sono implementati in iOS 7, dettagliati nel corso delle sessioni presso la Worldwide Developers Conference il mese scorso (gli sviluppatori che non hanno potuto partecipare possono scaricare i video delle sessioni).

Cellulare agenzia pubblicitaria e analista Chitika ha riferito poco più di due settimane fa, che 0,22 per cento della base di iPhone negli USA erano già in esecuzione iOS 7; con la figura ora al 0,77 per cento, la seconda beta nuovissima versione di iOS 7 ha scatenato circa tre volte più interesse tra gli sviluppatori e gli altri tester: iPad, che non poteva correre la prima beta a tutti, già mostrare 0,28 per cento di quella base con iOS 7 dopo solo una settimana. In totale, iOS 7 rappresenta il 0,46 per cento del traffico mobile totale monitorato da Onswipe, questa volta lo scorso anno, solo la metà come molti utenti stavano testando l’iOS 6 beta.

Entrambe le aziende ritengono che l’aumento del numero di utilizzo significa che gli sviluppatori sono già al lavoro contro una scadenza rigida per aggiornare le applicazioni per tutti i nuovi progetti e standard. Apple ha già promesso che iOS 7 uscirà in autunno, e che generalmente significa la fine di settembre – meno di tre mesi di distanza. Un altro fattore è la continua crescita del gruppo di sviluppatori iOS, che è esploso negli ultimi anni. WWDC di Apple vende fuori in pochi secondi, e vi è una notevole richiesta di Apple di fare di più che occasionali demo “sviluppatore Roadshow” al fine di portare gli ingegneri Apple per più dei paesi in cui la maggior parte di sviluppo iOS sta succedendo al di fuori degli Stati Uniti.

Apple ha esacerbato questo “problema”, consentendo agli sviluppatori di iscriversi al programma iOS beta (e gli altri vantaggi di essere uno sviluppatore registrato, come la vendita in iOS App Store) per soli 99 $ all’anno. Alcuni utenti avanzati e aziendali sono stati conosciuti per pagare la quota annuale è sufficiente per ottenere l’accesso anticipato, anche se non intendono sviluppare le proprie applicazioni.

Si prevede inoltre che il rilascio di iOS 7 sarà accompagnato da un nuovo hardware, il che significa una frenesia di acquisto che è probabile che a tempo di colpire appena prima della stagione di acquisto vacanza. Per questo motivo, gli sviluppatori vorranno lucidare le loro applicazioni nuove e di aggiornamento alle nuove funzionalità e modifiche di leva di Apple in iOS 7 a cavalcare le falde di milioni di acquirenti nuovi e upgrading.

Questo articolo lo trovate su sito Macnn

Tag:
giugno 19, 2013

“Video: E ‘di questo Apple iOS 7 in esecuzione su un iPad, o semplicemente una presa in giro di cosa aspettarsi?”

Russia-based utente di YouTube Rozetked ha pubblicato un video di quello che lui sostiene di essere la versione tablet ottimizzato del prossimo sistema operativo di Apple iOS 7 in esecuzione su un iPad. Attualmente non è noto se il video sta dimostrando un legittimo del nuovo sistema operativo e, se legittima, come è stato ottenuto e installato il software …

In base a quello che Apple ha mostrato per l’iPhone e iPod touch versione di iOS 7, e sulla base degli elementi di interfaccia utente di versioni precedenti di iOS per iPad, il video fa apparire come una rappresentazione accurata di ciò che gli utenti iPad possono aspettare da iOS 7 di questo autunno. Apple è ancora al seme la versione iPad di iOS 7 per gli sviluppatori, in quanto la società ha concentrato lo sviluppo (finora) della versione iPhone, come abbiamo riportato in maggio.

In particolare, gli elementi user-inteface come in app musica sembrano essere simile alle brevi alambicchi di iPad iOS 7 Music app indicato sul sito web di Apple e durante il WWDC 2013 keynote calcio d’inizio. Inoltre, a differenza con gli screenshot del iPad iOS simulatore ottimizzato 7, il Centro di controllo e interfacce Centro di notifica sembrano essere ottimizzata per lo schermo tablet più grande. Inoltre, abbinando il software dell’iPad e l’hardware, il Centro di controllo mostrato nel video qui sopra manca l’iPhone esclusiva torcia LED e funzioni di calcolatrice.

Questo articolo lo trovate su sito 9to5Mac

Tag:
giugno 17, 2013

“Problemi di Apple raro commento pubblico sul suo ‘impegno per la privacy dei clienti”

Il 6 giugno, pochi giorni prima di una settimana Worldwide Developer Conference di Apple ha aperto, il Washington Post ha pubblicato un rapporto che delinea un progetto di governo precedentemente segreto – nome in codice Prism – che ha detto monitorato i server centrali di nove grandi società di Internet degli Stati Uniti, nominando Apple come il più recente di aderire al programma di sorveglianza.Apple commitment to customer privacy

Il rapporto, basato su diapositive di PowerPoint trapelato, ha descritto il governo ad essere in grado di “estrarre [s] audio, video, fotografie, e-mail, documenti e registri di connessione che consentono agli analisti di seguire i movimenti di una persona e di contatti nel corso del tempo.” Apple : “Non abbiamo mai sentito parlare di Prism Non forniamo alcuna agenzia governativa, con accesso diretto ai nostri server.».

Apple ha negato le affermazioni, dicendo in una dichiarazione al The Wall Street Journal, “Non abbiamo mai sentito parlare di Prism. Non forniamo alcuna agenzia governativa, con accesso diretto ai nostri server.”

Commento followup di oggi, pubblicata questa mattina presto e collegati a dal sito principale della società, segue nella sua interezza:

Due settimane fa, quando le aziende di tecnologia sono stati accusati di condividere indiscriminatamente dati dei clienti con le agenzie governative, Apple ha pubblicato una risposta chiara: In primo luogo abbiamo sentito parlare del programma “Prisma” del governo, quando le società di informazione ci hanno chiesto circa il 6 giugno. Non forniamo alcuna agenzia governativa, con accesso diretto ai nostri server, e qualsiasi agenzia governativa richiesta di contenuti cliente deve ottenere un ordine del tribunale.

Come molte altre aziende, abbiamo chiesto al governo degli Stati Uniti per il permesso di riferire il numero di richieste che riceviamo relative alla sicurezza nazionale e come li gestiamo. Siamo stati autorizzati a condividere alcuni di questi dati, e stiamo offrendo qui nell’interesse della trasparenza.

Dal 1 dicembre 2012 al 31 maggio 2013, Apple ha ricevuto tra i 4.000 e 5.000 richieste dalla legge degli Stati Uniti per i dati dei clienti. Tra 9.000 e 10.000 conti o dispositivi sono stati specificati in tali richieste, che è venuto da autorità federali, statali e locali e inclusi due indagini penali e le questioni di sicurezza nazionale. La forma più comune di richiesta viene dalla polizia che indaga rapine e altri reati, alla ricerca di bambini scomparsi, cercando di individuare un paziente con malattia di Alzheimer, o nella speranza di evitare un suicidio.

Indipendentemente dalle circostanze, il nostro team legale conduce una valutazione di ogni richiesta e, solo se necessario, recuperiamo e consegnare il più stretto possibile insieme di informazioni alle autorità. Infatti, di tanto in tanto, quando vediamo le incongruenze o inesattezze in una richiesta, rifiuteremo di compierla.

Apple ha sempre posto una priorità sulla tutela dei dati personali dei nostri clienti, e noi non raccogliere o mantenere una montagna di dati personali sui nostri clienti in primo luogo. Ci sono alcune categorie di informazioni che non forniamo alle forze dell’ordine o di qualsiasi altro gruppo, perché abbiamo scelto di non conservarlo.

Ad esempio, le conversazioni che si svolgono nel corso iMessage e FaceTime sono protetti da crittografia end-to-end in modo che nessuno, ma il mittente e il destinatario possono vedere o leggere. Apple non può decifrare i dati. Allo stesso modo, noi non memorizzare i dati relativi alla localizzazione dei clienti, Mappa ricerche o richieste di Siri in qualsiasi forma identificabile.

Noi continueremo a lavorare duramente per trovare il giusto equilibrio tra soddisfare le nostre responsabilità legali e proteggere la privacy dei nostri clienti come si aspettano e meritano.

Questo articolo lo trovate su sito Appleinsider

Tag: ,
maggio 8, 2013

“iOS 7 picchi di traffico mobile su iPhone e iPad Davanti WWDC di Apple, secondo Onswipe”

Annuale Worldwide Developers Conference di Apple è solo circa un mese di distanza, e mentre noi siamo già in attesa di vedere iOS 7 almeno in anteprima durante l’evento, ora abbiamo alcuni dati effettivi per il backup di tale supposizione. Onswipe, la società di conversione per i cellulari che sfrutta HTML5 per fornire siti web ottimizzati per tablet, ha visto un grande picco di traffico ai propri siti partner di dispositivi con sistema operativo iOS 7 nei giorni scorsi. ios-7

Durante la scorsa settimana, Onswipe trovato un urto significativo del numero di visite da iOS 7 iPhone e iPad, in particolare situate sia in Cupertino e San Francisco. SF ha avuto il maggior numero di iOS 7 visite, con il 18,75 per cento, e Cupertino rappresentato il 17,9 per cento del totale. 2 maggio ha visto il più alto iOS 7 traffico fino ad oggi, che rappresentano il 23 per cento, ovvero quasi un quarto, di tutte le iOS visitatori unici a siti Onswipe abilitati. La maggior parte erano in visita da iPhone (75 per cento), ma anche iPad ha rappresentato un quarto delle visite.

Mela verifica tipicamente nuove versioni di iOS internamente, prima di allora di rilasciarli come anteprima per gli sviluppatori a chiunque registrato con il programma per gli sviluppatori iOS, e infine rilasciarlo al pubblico dopo un altro paio di mesi di test. Un aumento del numero di utenti su iOS 7 è un segno probabile che Apple sta avanzando il test più aggressivo prima di un lancio più ampio al WWDC, che è in linea con altre relazioni che abbiamo visto che dicono di Apple è davvero riorientare le risorse per iOS 7 per assicurarsi che arriva in orario.

Onswipe non si limitò a notare quanta utilizzare iOS 7 stava facendo, ma ha anche individuato quello che le persone in ancora-a-essere-rilasciato OS stavano guardando. In particolare, Onswipe ha scoperto che gli utenti di iOS pioniere 7 sono stati interessati a scoprire su quale giradischi acquistare, recente aggiornamento della vite che permette di selfie vids, prezzo delle azioni Apple dramma e Kid Cudi. Forse quei siti Onswipe abilitati sono particolarmente ben sintonizzato per lo stress test la prossima versione di Safari, o forse è solo il tipo di cose ingegneri Apple sono in.

Quanto a quello che iOS 7 porterà, di lì prezioso poche informazioni finora, oltre a voci che il design sarà abbracciare uno stile visivo più piatta, e che le applicazioni di base come calendario ed email otterrà aggiornamenti funzionalità significative. Almeno non dobbiamo aspettare a lungo per trovare le prospettive per l’OS mobile di Apple.

Questo articolo lo trovate su sito TechCrunch

Tag: