Archive for agosto 9th, 2019

agosto 9, 2019

“Presentata la Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K”

Blackmagic Design ha presentato Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K, nuova cinepresa digitale compatta con sensore HDR 6K Super 35, 13 stop di gamma dinamica, attacco obiettivo EF e doppio ISO nativo fino a 25600 per il quale il produttore palra di “performance eccellente in condizioni di scarsa illuminazione”. Dopo il successo di Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K, questo nuovo modello vanta un sensore Super 35 con risoluzione 6K, offrendo una qualità dell’immagine ancora maggiore. L’attacco obiettivo EF supprota un’ampia varietà di obiettivi, tra cui Canon, Zeiss, Sigma e Schneider. Pocket Cinema Camera 6K racchiude numerose funzioni per il cinema digitale in un design miniaturizzato e maneggevole. Realizzata in un composto di fibra di carbonio e policarbonato leggero, offre un’impugnatura multifunzione per accedere con facilità ai controlli per Rec, ISO, bilanciamento del bianco e angolo dell’otturatore. Il sensore è progettato per ridurre il rumore termico, garantendo a detta del prodyttoree ombre più nitide e un ISO più alto. Il display LCD da 5″ facilita la messa a fuoco alle risoluzioni 4K e 6K. Forte di un sensore Super 35 da 6144 x 3456 e un attacco obiettivo EF, Blackmagic la cinepresa digitale consente di usare i grandi obiettivi fotografici EF per produrre immagini cinematografiche a bassa profondità di campo, con sfondi sfocati creativi ed effetti bokeh. È possibile filmare in 6K, per poi zoomare e reinquadrare le immagini in post produzione e ricavare grandangolari e primi piani dalla stessa camera, senza perdita di qualità. I modelli 4K e 6K dispongono di 13 stop di gamma dinamica, caratteriastica che secondo il produttore permette di ottenere una maggiore quantità di dettagli nelle aree più luminose e più scure dell’immagine rispetto alle normali videocamere. Impostando l’esposizione per una scena d’interni,il produttoee afferma che è possibile contare su “una definizione impeccabile” anche della luce filtrata dalla finestra, e ottenere colori persino “più accurati dello spazio colore DCI-P3 usato per i film”. Blackmagic Pocket Cinema Camera offre un doppio ISO nativo fino a 25600, che minimizza la granulosità e il rumore nelle immagini, pur servendosi dell’intera gamma dinamica del sensore. Un ISO di 400 è ideale per riprendere sotto le luci del set. Il gain si auto-imposta di pari passo alla regolazione dell’ISO, agevolando la cattura di immagini anche quando non c’è tempo per configurare l’impianto luci. Il modello 6K raggiunge una risoluzione di 6144 x 3456 16:9 a 50 fps, 6144 x 2560 2.4:1 a 60 fps, e 5744 x 3024 17:9 a 60 fps. Per gli alti frame rate, in modalità finestra arriva a 2.8K 2868 x 1512 17:9 a 120 fps. Si può lavorare anche in anamorfico 6:5 usando obiettivi anamorfici da 3.7K 3728 x 3104 a 60 fps. Pocket Cinema Camera registra file dal formato aperto che non è necessario transcodificare, più precisamente Apple ProRes a 10 bit in tutti i formati fino al 4K, e Blackmagic RAW a 12 bit in tutti i formati fino al 6K. Il vantaggio è che questi file vengono letti da tutti i sistemi operativi, e le schede e i drive di archiviazione si possono formattare in HFS+ su Mac e ExFAT su Windows. Integra uno slot di registrazione CFast e uno per SD UHS II, e una porta di espansione USB C per registrare direttamente su un drive esterno. È possiible usare le comuni schede SD per lavorare in HD, oppure i modelli UHS II o CFast ad alta prestazione per il 4K e il 6K in Blackmagic RAW. Sarà possibile catturare più di un’ora di materiale 6K a piena risoluzione su una sola scheda UHS II da 256GB. La camera include un connettore HDMI, utilizzabile per il monitoraggio di flussi HDR a 10 bit, con o senza overlay. Ospita anche una connessione XLR mini con alimentazione phantom da 48 volt per microfoni professionali, un ingresso 3,5 mm per microfoni per videocamera, una connessione per cuffie e un connettore di alimentazione DC ad aggancio sicuro. Il produttore spiega che le camere digitali riprendono con uno spazio colore logaritmico che mantiene l’intera gamma dinamica. Queste immagini sono ideali in post produzione, ma appaiono piatte e sbiadite sul monitor in fase di ripresa. La soluzione è applicare le LUT 3D, che conferiscono alle immagini il look finale che si desidera ottenere post-montaggio. Blackmagic Pocket Cinema Camera è compatibile con LUT 3D a 17 e 33 punti standard, e include anche LUT 3D interne, tra cui Extended Video, Film to Video e Film to Rec.2020. In termini di alimentazione, Blackmagic Pocket Cinema Camera si avvale di batterie rimovibili LP-E6 e include un connettore DC ad aggancio sicuro per evitare lo scollegamento indesiderato durante le riprese. Inoltre il cavo AC in dotazione alimenta la camera e allo stesso tempo ricarica la batteria. La porta di espansione USB C consente di ricaricare la batteria sfruttando caricabatteria portatili, caricatori per smartphone o laptop. È anche possibile inserire l’opzionale Blackmagic Pocket Battery Grip per utilizzare due

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: