Archive for giugno 24th, 2019

giugno 24, 2019

“Anziani e disabili al mare: 45 posti disponibili al Gombo e Marina di Vecchiano”

l mare del Gombo e di Marina di Vecchiano si aprono per gli anziani dei comuni di Pisa, San Giuliano Terme e Vecchiano, per i disabili della Zona Pisana e i soggetti svantaggiati seguiti dalle realtà del terzo settore e del volontariato del territorio. Gli enti si sono attivati infatti per replicare l’appuntamento, si parte da martedì 25 giugno. Quindici in tutto gli ombrelloni a disposizione per un totale di 45 posti, con prenotazioni organizzate su mezze giornate: accanto alla spiaggia del Gombo, concessa dal Parco e dove saranno allestiti dieci ombrelloni per un totale di trenta posti grazie anche alla collaborazione del Circolo Dipendenti di San Rossore, è confermata la disponibilità dell’Oasi 0 di Marina di Vecchiano, attrezzata per consentire alle persone disabili di fare il bagno e in cui sono disponibili cinque ombrelloni per un totale di quindici posti.

Tre le modalità di accesso: le realtà del terzo settore e del volontariato che gestiscono servizi e strutture in convenzione con la Sds Pisana o con il Parco potranno farlo presentando domanda di partecipazione entro le 12 di sabato 22 giugno e potranno avere accesso sia al Gombo che all’Oasi 0. La documentazione può essere scaricata dal sito Sds.

Gli anziani ‘over 65’ avranno accesso alla spiaggia del Gombo. Per avere informazioni e prenotazioni, i residenti del comune di Pisa possono chiamare lo 050 23278 interno 3 (dalle ore 9 alle ore 12.30 dal lunedì al venerdì) oppure inviare una mail a madrigalialberto@gmail.com. I residenti del comune di San Giuliano Terme hanno tre numeri di telefono a disposizione 392.3348630, oppure 050.819333 e 050.819246 (gli ultimi due chiamando dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 11.30). Via mail, infine, è possibile richiedere la prenotazione scrivendo a zatteracons@gmail.com. Infine gli over 65 di Vecchiano: previa disponibilità, possono fissare l’ombrellone chiamando, in orario di ufficio, in Comune ai numeri 050.859642, 050.859647 e 050 859658. Oppure scrivendo a istruzione@comune.vecchiano.pisa.it, asoldato@comune.vecchiano.pisa.ito protocollo@comune.vecchiano.pisa.it.

La terza tipologia di soggetti che possono accedere all’iniziativa sono le persone con invalidità superiore al 74% o con handicap grave riconosciuto e i relativi accompagnatori che potranno andare all’Oasi 0. Per questi ultimi c’è un numero di telefono dedicato (800.086540, il martedì e il giovedì pomeriggio dalle 14 alle 18) messo a disposizione dal progetto ‘Informazione e Comunicazione Zona Pisana’ gestito dalla Uildm.

“Complessivamente siamo riusciti a garantire la stessa disponibilità dello scorso anno – spiega la presidente della Sds pisana Gianna Gambaccini, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pisa – un risultato importante e non scontato in favore delle fasce più vulnerabili del nostro territorio dato che, purtroppo anche quest’anno l’erosione ha fatto sentire i suoi effetti sulla spiaggia di San Rossore. Ottenuto grazie alla collaborazione e alla disponibilità di tutte le realtà promotrici di questa importante iniziativa, coordinate dalla Società della Salute”.

“Grazie a questo progetto, la nostra Marina di Vecchiano è anche spiaggia di inclusione per le fasce più deboli – commenta il sindaco di Vecchiano Massimiliano Angori – dallo scorso anno, infatti, presso l’Oasi Zero di Marina di Vecchiano vengono ospitati qui dei disabili per far godere loro di un periodo di mare e la nostra bella marina, riserva naturale, grazie alle sue innate caratteristiche di accessibilità, ha così modo di offrire i propri servizi a beneficio di questi cittadini che non potevano più essere ospitati alla spiaggia del Gombo. E’ dunque un immenso piacere accogliere queste persone e come Amministrazione Comunale ospitante siamo a disposizione di coloro che usufruiranno di tale servizio per qualsiasi necessità”.

“La centralità delle politiche sociali e inclusive è una delle caratteristiche principali della nuova amministrazione comunale di San Giuliano Terme – commenta l’assessore alle politiche abitative del Comune di San Giuliano Terme, Francesco Corucci – o ha ricordato il sindaco sergio Di Maio alla presentazione della Giunta, lo conferma la rinnovata partecipazione del Comune di San Giuliano Terme a un progetto molto importante per garantire la massima accessibilità delle nostre spiagge agli anziani e alle fasce deboli della popolazione”.

“Anche questo anno si rinnova questa iniziativa che testimonia  l’apertura del parco ai cittadini e alle comunità locali nel senso delle solidarietà e della attenzione a fasce particolari delle popolazione – ha detto il vicepresidente del Parco Maurizio Bandecchi – il Gombo è una spiaggia chiusa al pubblico con l’unica piccola eccezione della Buca del Mare gestita dal Circolo dei dipendenti del Parco. E che non solo simbolicamente accoglie persone anziane o svantaggiate che sono indirizzate qui direttamente dai comuni per una dimostrazione di equità e siamo soddisfatti di questo. La riflessione sui futuri sviluppi è in corso con il massimo di attenzione a più elevati equilibri fra tutela integrale e possibilità di fruizione come merita uno degli ultimi lembi di costa naturale dell’intero bacino del mediterraneo  e di un territorio di altissimo valore ambientale”.

Questo articolo lo trovate su sito DisabiliAbili

giugno 24, 2019

“Huawei Mate X arriva a settembre: sarà il primo pieghevole top veramente in vendita?”

Presentato nei giorni del Mobile World Congress, Huawei Mate X era stato indicato in arrivo entro l’estate: successivamente il bando dagli USA e ulteriori test per risolvere alcuni problemi e migliorare lo schermo pieghevole hanno fatto slittare la data della commercializzazione ma ora ci siamo o quasi. Il colosso cinese è fiducioso, tanto che Vincent Peng, senior vice presidente di Huawei, ha dichiarato che il suo primo terminale pieghevole arriverà a settembre al più tardi, aggiungendo «Probabilmente prima, ma sicuramente settembre è garantito». I pochi fortunati che hanno avuto occasione di fare un rapido giro di prova sia con Samsung Galaxy Fold che con Huawei Mate X assicurano che il dispositivo del colosso cinese è migliore del primo pieghevole dei sudcoreani. Le dichiarazioni del dirigente Huawei, raccolte da TechRadar, oltre a porre una finestra di lancio per quello che è destinato a diventare un terminale ultra premium, sembrano anche rassicurare utenti e mercato sul destino e sul futuro del colosso, ma la situazione è in rapido mutamento. I primi terminali pieghvoli sono attesi con grande curiosità, questo però a patto di non farsi spaventare da prezzi di listino decisamente elevati, siamo nell’ordine dei 2.000 euro per Galaxy Fold e di ben 2.600 euro circa per Huawei Mate X. Biglietti di ingresso proibitivi per la maggior parte degli utenti, soprattutto tenendo conto delle incognite su sistema operativo e interfaccia che per la prima volta devono essere ottimizzati per sfruttare appieno gli schermi pieghevoli. Si intravvede così per la prima volta il possibile epilogo della saga dei primi smartphone pieghevoli. Huawei Mate X sarà con noi entro settembre, quindi molto vicino ai nuovi iPhone 2019 (i successori di iPhone XS Max, XS e iPhone XR), anche se fin da ora appare poco probabile una concorrenza con i terminali di Cupertino. Rimane ancora in sospeso Galaxy Fold che doveva essere il primo in assoluto sul mercato tra maggio e giugno. Dopo il ritiro per i problemi allo schermo, alcune indiscrezioni puntavano l’arrivo nel mese di luglio, ma ancora una volta la multinazionale si è affrettata a dichiarare che non arriverà il prossimo mese, senza precisare però quando.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: