Archive for maggio 28th, 2019

maggio 28, 2019

“Intel svela Project Athena 1.0 per «Una nuova ondata di notebook»”

In occasione del COMPUTEX 2019 di Taiwan, Intel ha annunciato una serie prodotti e tecnologie e nuovi dettagli sul programma di innovazione nome in codice Project Athena 1.0 che, nella visione del produttore di CPU, porterà il computing portatile a un nuovo livello, fino al primo processore per il gaming con frequenza turbo di 5 GHz, velocità disponibile in contemporanea per tutti i core di calcolo, e non più solamente per un solo core come visto finora. «Ormai tutti vogliono tutto, senza compromessi: durata della batteria, prestazioni, reattività, connettività e design eleganti» dichiara Gregory Bryant, Senior Vice President e General Manager del Client Computing Group di Intel. «Il nostro compito è collaborare con il settore per offrire computer straordinari e differenziati, realizzati appositamente per rispondere alle esigenze reali delle persone. I processori Intel Core di decima generazione – le nostre CPU con il più alto livello di integrazione – e Project Athena sono ottimi esempi di come i nostri investimenti a livello di piattaforma favoriscano l’innovazione nell’intero settore». Le specifiche target di Project Athena 1.0 renderanno possibile, una «Nuova ondata di notebook» nel secondo semestre di quest’anno. L’azienda ha anche mostrato in anteprima alcuni dei primi modelli prodotti dai partner, tra cui Acer, Dell, HP e Lenovo che spaziano da modelli consumer a sistemi per business. Nelle intenzioni del produttore, il programma mira a mettere in primo piano la creazione di «Esperienze utente in linea con le condizioni reali effettive misurate tramite indicatori di prestazioni chiave», Key Experience Indicator, siglato KEI. Intel ha sviluppato le nuove metriche di progettazione KEI, utilizzate durante il processo di verifica del programma, come un modo per testare e offrire esperienze conformi nei notebook. Le metriche si basano sullo studio dell’utilizzo quotidiano dei portatrile a casa o al lavoro, in condizioni reali. L’obiettivo è collaborare con l’ecosistema «Per guidare una innovazione che abbia un notevole effetto sull’esperienza degli utenti con i notebook», facendo evolvere queste caratteristiche e capacità anno dopo anno. La prima serie di obiettivi KEI prevedono: rettività costante della batteria; almeno 16 ore di durata della batteria in modalità riproduzione locale di video e almeno 9 ore di durata della batteria in condizioni prestazionali reali Riattivazione del sistema dalla sospensione in meno di 1 secondo Tra le specifiche che renderanno possibili queste esperienze sono indicati requisiti della piattaforma come ad esempio la compatibilità con Thunderbolt 3,  Wi-Fi 6 (Gig+),  OpenVINO (un toolkit che consente di implementare soluzioni di visione artificiale e di deep learning) e funzionalità per lo standby connesso. Il produttore offre supporto di co-engineering nell’intero ecosistema e nell’ambito del Project Athena riferisce che già più di 100 aziende sono iscritte, offrendo nuovi strumenti e strutture Open Labs per supportare la verifica e i test dei notebook. Non è al momento previsto nessun elemento distintivo per i consumatori (adesivi o marchi particolari), riderimenti per indicare che la macchina soddisfa i requisiti di Project Athena 1.0 e non è chiaro in che modo i produttori comunicheranno l’adesione a queste specifiche. Intel parla ad ogni modo di “iniziativa pluriennale”, spiegando che le specifiche target di Project Athena 1.0 rappresentano solo l’inizio di ciò che dovremmo vedere in futuro.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
maggio 28, 2019

“Rally Alta Val di Cecina: aperte le iscrizioni”

Sono aperte le iscrizioni al 41° Rally Alta Val di Cecina gara valevole per il Trofeo Rally Toscano, il Campionato Sociale Rally AC Pisa, il premio Rally AC Lucca e il neonato Trofeo Rally Super  2000. La gara, organizzata dalla Scuderia Lagone Corse, si svolgerà il 22-23  giugno prossimi e presenterà un percorso composto da 8 prove speciali coinvolgendo i principali comuni dell’ area Geotermica: Pomarance, Castelnuovo, Monterotondo, Radicondoli e Montecatini Val di Cecina. Quest’anno la Lagone Corse offrirà un percorso più ricco e con ben quattro prove speciali diverse da ripetersi due volte, uno sforzo organizzativo con cui il sodalizio dell’entroterra pisano ha rivolto risorse e tempo per offrire un format decisamente più impegnativo e divertente in controtendenza alle altre manifestazioni similari rimanendo fedele ad una tipologia di rally di livello superiore.   La novità infatti è l’introduzione della prova di Montecatini Val di Cecina, riprendendo un tratto già utilizzato nel passato dalla Lagone Corse che con i suoi 10,50 Km. sarà anche la prova d’apertura a cui seguirà il classico Micciano invece di 9,15 Km. I due tratti cronometrati saranno ripetuti due volte nella giornata di sabato 22 giugno. La domenica invece saranno disputate le altre due prove speciali di Sasso Pisano quest’anno di 7,30 Km. e Montecastelli invece di 9,30Km., anche nella giornata di domenica 23 le due prove saranno ripetute due volte. Partenza quindi della manifestazione sabato alle 15.31 dal centrale Piazzale Roma a Castelnuovo Val di Cecina per farvi ritorno la sera stessa alle ore 21.00, lungo riordino notturno per poi ripartire alle 08.31 di domenica e quindi arrivo finale della prima vettura alle ore 14.30 a cui seguirà la premiazione. Globalmente il chilometraggio della manifestazione sarà di 294,40 Km. di cui 72,50 Km. di tratti cronometrati. Come già accennato la manifestazione sarà valevole per il Trofeo Rally Toscano 2019 come sesto appuntamento degli undici in calendario oltre che per il seguito Premio Rally Ac Lucca e il Campionato Sociale Ac Pisa.  Come tutti gli anni sarà da seguire il 106 Mania Trofeo Giacomo Bicchielli riservato ai partecipanti con la piccola vettura francese con cui si è distinto l’indimenticabile pilota livornese scomparso prematuramente che ne era stato l’ideatore e promotore. Per questa edizione sarà assegnato a chi avrà la migliore somma dei due passaggi sulla prova di Sasso Pisano.  Inoltre la novità del 2019 è la validità per il Trofeo Super 2000 dove saranno valorizzate le potenti e performanti vetture di questa spettacolare categoria a cui sono riservati premi importanti. L’edizione 2018 ha visto il duo pisano livornese composto da Senigagliesi e Morganti, con la usuale Peugeot 208 T16, ad aggiudicarsi per la nona volta la gara dell’entroterra pisano riuscendo ad avere la meglio nei confronti del piacentino Cogni navigato da Pollicino e Maestrini-Michi giunti nell’ordine entrambi su Skoda Fabia R5. “E’ stato variato il percorso rispetto alla scorsa edizione” dice Jonny Biagini Presidente del Comitato Organizzativo della Lagone Corse e continua “infatti abbiamo inserito  una vecchia e prestigiosa prova come quella di Montecatini Val di Cecina, che unita alle altre tre, Micciano, Sasso Pisano e Montecastelli ne fanno una gara varia e completa. Lo sforzo organizzativo è stato enorme, abbiamo avuto un buon riscontro con interessi da parte di molti conduttori.  La scelta di effettuare metà gara il sabato e la rimanente metà nella mattina della domenica è stata presa seguendo le indicazioni dei conduttori per rendere agevole il rientro di coloro che vengono da lontano. Vi è stato un notevole interesse da parte degli appassionati per questo format. La Lagone Corse, tutta la popolazione oltre che le amministrazioni comunali coinvolte stanno lavorando per ospitare al meglio la manifestazione che nel suo piccolo coinvolge tutte le realtà economiche della Val di Cecina spostando migliaia di persone sia di addetti ai lavori che di semplici appassionati contribuendo con la loro presenza allo sviluppo ed alla promozione del territorio.” Programmi, orari, informazioni e curiosità possono essere reperite su http://www.lagonecorse.it

Questo articolo lo trovate su sito Rally.it

Tag: