Archive for agosto 2nd, 2017

agosto 2, 2017

“Samsung Q9F, fino a 20 mila euro per il top di gamma dei QLED TV”

Arriva anche in Italia, disponibile nei tagli da 88 e 65 pollici, Samsung Q9F, il top di gamma dei QLED TV, ideato per gli utenti che cercano una qualità immagine perfetta, un’esperienza d’uso senza paragoni ma anche senza limiti di budget di spesa: fino a 20 mila euro per la variante con diagonale più grande. Samsung Q9F propone la tecnologia Quantum Dot a un livello superiore migliorando ulteriormente la purezza della luce e la stabilità dell’immagine, con colori migliorati e sfumature realistiche. Vanta la capacità di arrivare a 2.000 nits di luminosità per la miglior resa dell’HDR10, con la possibilità di riprodurre il 100% del volume colore senza perdere tono, brillantezza e dettaglio dell’immagine. Impiega la tecnologia Quantum Dot a nucleo metallico, con miglioramenti nella purezza della luce, nella stabilità dell’immagine e nell’ampiezza dello spettro colore. A presentarlo al pubblico italiano è Marco Hannappel, Vice President di Samsung Electronics Italia, che nello spendere parole di elogio per i nuovi pannelli, parla dei Q9F come del top di gamma in ambito TV, con Samsung pronta a dar vita a un ciclo di innovazione che segna una nuova era del concetto di home entertainment, che “mette al centro la fruizione di qualità, all’insegna del valore e della forza della tecnologia e del design”. Tra le tecnologie impiegate nelle nuove TV anche Q Picture, per sfruttare la luce e ottimizzare i quattro elementi che determinano la qualità dell’immagine: il colore, il contrasto, l’HDR (High Dynamic Range) e l’angolo di visione. Con Q Color il costruttore assicura la stessa gamma di colori che apprezziamo nel mondo reale, con Q Contrast il pannello Ultra Black agirà sul contrasto, eliminando rifessi di luce esterni, disperdendo e assorbendo la luce ambientale. Inoltre Q HDR sfrutta l’alta luminosità del pannello per esaltare i particolari presenti nell’immagine sia nelle zone scure, sia in quelle chiare e, infine, Q-Viewing Angle permette al pannello di diffondere la luce e tutte le sue componenti in tutte le direzioni in maniera uniforme, assicurando una qualità d’immagine eccellente da qualsiasi angolo di visione. Purtroppo, tutta questa tecnologia non è affatto a buon mercato: Samsung Q9F è disponibile a un prezzo al pubblico suggerito a partire da 5.499 euro per il 65” e da 19.999 euro per quello da 88 pollici. Maggiori dettagli sul sito ufficiale Samsung.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
agosto 2, 2017

“Moto G5s Plus disponibile su Amazon: preordine a 299€”

Nonostante non sia ancora stato presentato (né lui e né i suoi compagni di viaggio), Moto G5s Plus è già sbarcato su Amazon. Il noto marketplace ha infatti aperto i preordini su questo nuovo smartphone che, ricordiamo, si caratterizza per via di un display più grande rispetto agli altri modelli che compongono la gamma. Stando alla scheda prodotto, il telefono sarà disponibile all’acquisto vero e proprio e quindi alle prime spedizioni a partire dal 18 agosto. Due le colorazioni previste, la grigia e la oro, ad un prezzo di listino che in tutti e due i casi è pari a 299€. E nel momento in cui scriviamo il prezzo è persino stato scontato a 249€! Tutto molto interessante, ma per quanto riguarda la scheda tecnica? Sul sito si parla di un display 5.5″ Full HD, di un reparto memorie composto da 3GB di RAM e 32GB di storage, e di un sensore per il riconoscimento delle impronte digitali (posto in coincidenza del tasto fisico Home). Presente poi una batteria da 3.000 mAh, ma anche il supporto alla tecnologia NFC e una fotocamera posteriore da 13 megapixel capace di registrare video in 4K. Se il prezzo della variante Plus dovesse effettivamente esser questo, allora vale la pena immaginare che il Moto G5s con Snapdragon 430 finirà sul mercato attorno ai 200€. Qui il link per approfittarne dell’offerta: Lenovo Moto G5S Plus Smartphone, Memoria Interna da 32 GB, Grigio

Questo articolo lo trovate su sito WebTrek

Tag:
agosto 2, 2017

“Tim Cook parla di veicoli autonomi, Cina, lavoro in USA e delle voci sui nuovi iPhone”

Annunciati numeri e percentuali dei risultati fiscali Apple per il terzo trimestre 2017, è seguita la tradizionale sessione di domande e risposte con i giornalisti. Qui Tim Cook ha fatto il punto della situazione del business di Cupertino in Cina, delle iniziative di Apple per creare nuovi posti di lavori in USA ma il Ceo ha anche parlato di alcune delle novità in corso in Apple tra cui ARKit, un commento sulle indiscrezioni relative ai nuovi iPhone infine anche sui veicoli autonomi. Nella presentazione dei risultati del trimestre precedente Tim Cook aveva indicato nella quantità esorbitante di indiscrezioni sui nuovi iPhone la ragione della possibile flessione di vendite e aggiornamenti da parte degli utenti per i modelli ora a listino. Negli ultimi tre mesi invece le vendite di iPhone 7 sono leggermente aumentate, un risultato notevole considerando l’approssimarsi del rinnovo e Tim Cook è apparso più ottimista anche per quanto riguarda le indiscrezioni. Secondo Cook “Il numero e il volume delle indiscrezioni” provoca qualche rallentamento nei numeri colpendo Apple nel breve termine, aggiungendo però che tutto questo potrebbe beneficiare Cupertino in un secondo momento. Per quanto riguarda la Cina, Cook dichiara di essere “Molto incoraggiato dai risultati di questo trimestre”. I numeri indicano una situazione senza crescita ma in termini di valuta costanti Apple è cresciuta del 3%. Cook sottolinea l’aumento delle vendite di iPad in Cina, sensibilmente superiore al mercato tablet, mentre per iPhone vendite costanti in linea con il mercato. Il Ceo indica anche il possibile vettore di miglioramento per questo importante mercato “Il fatto che molte persone usano WeChat rende le opportunità di switch ancora più grandi”: Apple punta a collaborare ulteriormente con Tencent. Sempre per quanto riguarda la Cina, Cook spiega che la filosofia di Apple è quella di collaborare con i governi nei paesi in cui opera, anche se non in accordo con idee e principii. La rimozione delle app VPN è stata richiesta dal governo per le app che svolgono queste funzioni senza la licenza necessaria obbligatoria: Cook precisa però che su App Store sono ancora presenti centinaia di app VPN. Tim Cook evita accuratamente di rispondere alla domanda sui tre nuovi stabilimenti Apple promessi da Donald Trump, indirizzando invece la risposta sulla creazione di lavoro in USA. Il Ceo dichiara che Cupertino ha la responsabilità di incrementare l’attività economica in USA perché “Apple potrebbe essere stata creata solo qui”». I due vettori principali per Apple sono gli sviluppatori di App: il 75% dei 2 milioni di posti di lavoro creati da Apple in USA sono programmatori di App, oltre all’acquisto di merci e servizi per 50 miliardi di dollari da società basata in USA, cifre e numeri che Cupertino vuole incrementare ulteriormente. Infine il Ceo di Apple ha risposto brevemente a domande sui contenuti video originali per Apple TV, su ARKit e sistemi autonomi. Per i contenuti video la strategia di Apple è duplice: iniziare a creare contenuti per entrare in un mercato nuovo per Apple allo stesso tempo offrendo contenuti esclusi agli utenti di Apple Music. “Siamo molto concentrati su sistemi autonomi. Abbiamo un grande progetto in corso e stiamo facendo un grande investimento in questo. L’autonomia è la madre di tutti i progetti AI- concludendo – I sistemi autonomi possono essere usati in vari modi e un veicolo è solo uno. Ma non voglio approfondire ulteriormente”. Su ARKit “Penso che ARKit sia grande e profonda. Questa è una delle cose enormi di cui guardaremo indietro meravigliandoci dell’inizio di. C’è anche un grande entusiasmo dalle imprese”. Infine la domanda d’obbligo “Perché la release di iPhone di quest’anno è una delle più grandi?” sui nuovi iPhone in arrivo ma la cui risposta è già scontata “Non abbiamo commenti su tutto ciò che non è stato annunciato”.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: