Archive for luglio 28th, 2017

luglio 28, 2017

“GraphicConverter 10.4.3, aggiornata l’app Mac tuttofare per le immagini” 

Gli sviluppatori di Lemke Software GmbH hanno rilasciato GraphicConverter 10.4.3, ultima versione di un’applicazione che ha un solo difetto: il nome lascia immaginare che serve solo a convertire immagini in vario formato ma in realtà fa molto, molto di più. Esiste da molti anni e integra centinaia di funzioni che normalmente si trovano in applicazioni molto più costose. L’applicazione può importare file in 200 formati diversi, esportare in 80 formati, importare direttamente immagini da alcune fotocamere (anche in formato RAW), permette di creare cataloghi di immagini (per il web o da stampare), supporta l’importazione di immagini da scanner che supportano lo standard TWAIN, permette di accedere servizi quali Google , Flickr e locr, offre funzionalità per la creazione di presentazioni, permette di elaborare in batch cartelle con immagini, supporta Applescript, ColorSync e profili ICC e molto altro ancora. GraphicConverter L’applicazione esiste da 25 anni ed è molto nota e apprezzata dagli utenti Mac in virtù della sua capacità di aprire un numero elevato di formati, da quelli classici (es. file in formato Photoshop) a quelli più “esoterici” (es. Sinclair QL, Palm Pilot, i vecchi file PCX e centinaia di altri). Come già detto, non bisogna farsi ingannare dal nome: non è solo un convertitore ma una completa applicazione di editing. con utili funzioni per l’elaborazione e il fotoritocco. È un “coltellino svizzero” che non dovrebbe mancare tra le utility degli utenti Mac e vanta un eccellente insieme di strumenti e funzionalità. Sono presenti una sterminata serie di funzioni che consentono di regolare luminosità, contrasto, saturazione, gamma, nitidezza, ruotare le immagini, applicare effetti (bianco e nero, caldo, freddo, ombre, ecc.), applicare filtri, unire immagini in cartelle e molto altro ancora. La versione 10.4.3 offre la possibilità di importare ed esportare file heic/heif, integra funzionalità di salvataggio automatico, offre funzionalità di livello automatico per le immagini a scala di grigi a 16 bit (funzionalità comoda per chi lavora con immagini da microscopi), offre veloce accesso alle funzioni di conversione e modifica. GraphicConverter 10.4.3 richiede un Mac con OS X 10.9 o seguenti ed è in vendita a 43,99 euro sul Mac App Store.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag:
luglio 28, 2017

“Per l’iPod fine del viaggio, via nano e shuffle dallo store: resta solo iPod touch”

iPod nano e iPod shuffle spariscono dagli scaffali degli Apple Store online. La società ha appena rimosso le pagine sul sito web, che ora rimandano alla home page di Apple Music, mentre non è chiaro se sono stati rimossi soltanto dagli store online o se sono spariti anche dagli scaffali dei punti vendita al dettaglio. A listino resta solo iPod touch (ora disponibile in due soli tagli, da 32GB e 128GB a partire da 239 euro), la cui icona ora rappresenta l’intera categoria, ma potrebbe avere vita breve: da anni la categoria iPod ricopre infatti un ruolo marginale nel bilancio dell’azienda, convincendola a dare l’addio all’iPod classic nel 2014 e cominciando una lenta dismissione della linea dei propri lettori MP3, che prosegue oggi con i modelli della serie nano e touch. L’ultima versione di iPod shuffle (quinta generazione) e iPod nano (ottava generazione) risale al 14 luglio 2015, giorno in cui fu presentata anche la sesta (e ultima) generazione di iPod touch. Il fatto che sia ancora disponibile all’acquisto ha senso per due ragioni: innanzitutto rimuovere completamente e in sordina un’intera categoria di prodotto potrebbe risultare una scelta piuttosto drastica, ma soprattutto a differenza dei modelli nano e shuffle, iPod touch utilizza iOS. Considerando che iOS 11 è ancora supportato da iPhone 5s (rilasciato nel 2013) e dallo stesso iPod touch di sesta generazione, è più facile credere che Apple possa decidere di dismetterlo completamente il prossimo anno con il rilascio di iOS 12 o, ancora più probabilmente, nel 2019 con iOS 13, ultima versione probabilmente compatibile con iPhone 6s, presentato soltanto pochi mesi dopo l’unico iPod touch in vendita ancora adesso.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Tag: