“Giandomenico Basso al top, è vittoria al Transilvania Rally”

Non poteva iniziare nel modo migliore l’avventura di Giandomenico Basso e Lorenzo Granai nel Tour European Rally. I campioni italiani rally in carica hanno infatti conquistato la prima, poderosa ed indiscutibile vittoria nel primo appuntamento della nuova serie continentale, il Transilvania Rally. Il pubblico assiepato sulle prove speciali rumene ha assistito ad un dominio vero e proprio dell’equipaggio della BRC che, con la Hyundai i20 R5, si è è preso tutta la scena dopo una prima tappa non del tutto agevole. Tutte le difficoltà della prima giornata sono state messe in archivio grazie ad una serie di sratch che hanno consentito al pilota di Cavaso del Tomba di prendere il largo nella classifica generale, fino al minuto e oltre di distacco rifilato al secondo equipaggio classificato. E avrebbero potuto essere anche di più, se la strategia di amministrazione adottata nel finale fosse stata sostituita da un andatura al maximum attack. E’ durata quindi solo lo spazio di quattro prove speciali l’illusione di Bodgan Marisca di aggiudicarsi la gara di casa, che ha chiuso comunque in una piazza d’onore di tutto rispetto. Il distacco accumulato dal pilota rumeno rimane tuttavia importante, considerando soprattutto i sei secondi di gap accusati dai nostri portacolori al termine della prima tappa. Terzo posto per un ottimo Bernd Casier al volante di una Fiesta R5 con cui ha agguantato il podio in seguito ad una corsa che lo ha visto sempre nelle posizioni di vertice, contornata dal successo nell’ultima speciale, la power stage “Cluj-Napoca”. Il pilota belga si è inoltre aggiudicato a mani basse il duello con il driver locale Dan Girtofan, che lo precedeva sull’ultimo gradino del podio al termine della prima tappa. Per il pilota rumeno di Skoda, la quarta piazza ha perciò un sapore decisamente amaro. Dietro di lui si è piazzata la Mitsibishi Lancer Evo IX di Valentin Porcisteanu mentre al sesto posto si è confermato il nostro Luca Rossetti navigato da Eleonora Mori, stra vincitori tra le vetture a due ruote motrici con la Toyota GT86 CS-R3. E’ andata decisamente peggio a Simone Tempestini, ritirato ancora prima di partire a causa di un guasto sulla Citroen DS3 R5. Spavento per il coreano Chewon Lim, autore di un violento crash durante la quinta prova speciale che ha costretto l’intervento dell’ambulanza in seguito ad un uscita contro un palo. L’equipaggio Hyundai è giunto in ospedale con qualche acciacco ma fortunatamente se la sono cavata senza nulla di grave.

Questo articolo lo trovate su sito Rallyssimo

Annunci
Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: