“Un milione di euro per i disabili dalla Regione in tre anni”

Di Flaminio Spinetti Una Lombardia più facile perché tutti i suoi cittadini, nessuno escluso, possano sentirsi parte di questa regione. È questa l’ambizione del programma triennale SpazioDisabilità, progetto nato per creare una rete regionale di sportelli rivolti alle persone con disabilità per un’assistenza a 360 gradi. Un’assistenza che vada oltre l’ambito strettamente sanitario e abbracci ogni ambito della loro vita, con risposte esaustive su mobilità e turismo, formazione, lavoro, sport e legislazioni regionali e nazionali rivolte alle specifiche forme di disabilità. Nell’arco dei prossimi tre anni un co finanziamento di un milione di euro garantito dalla Regione e dalle principali reti associative delle persone con disabilità, come Uici, Ledha, Aias, Anfass, Anmic e Ens, puntano a integrare diverse iniziative già messe in cantiere nel corso degli ultimi anni e ad ampliarle. «Abbiamo deciso di fare tesoro dell’esperienza di ExpoFacile, che nel corso dei sei mesi di Expo ha registrato un numero di utenti molto importante. Con il sito web LombardiaFacile possiamo fare ancora di più, venendo incontro a bisogni nuovi e diversi dei nostri cittadini con disabilità», ha spiegato durante la presentazione Francesca Brianza, assessore regionale per il reddito di autonomia e inclusione sociale. All’assistenza online si affiancherà una forte presenza sul territorio, basata sul modello dello sportello SpazioDisabilità di Milano, in via Melchiorre Gioia 36, che dalla sua apertura nel 2001 ha visto una media di più di 8mila visite annuali, favorite dalla 64 ore settimanali di servizio assicurate dalla presenza a rotazione di sette operatori di sportello specializzati. Personale integrato da supporti specifici come materiale informativo in braille, informazioni audio e dal 2017 un servizio in remoto di video chat Lis (lingua dei segni) per non udenti per favorirne l’interazione con gli addetti allo sportello. Il servizio verrà ora esteso alle sedi di SpazioRegione degli 11 capoluoghi di provincia lombardi, con un dodicesimo nella città di Legnano. La rete verrà integrata da 13 antenne territoriali associative, una per capoluogo e due a Milano, che verranno scelte tra le sedi delle diverse associazioni di categoria per l’assistenza alla disabilità. Proprio alle associazioni verrà poi chiesto un maggiore coinvolgimento nel corso dei prossimi mesi per arricchire con la loro esperienza diretta sul territorio le diverse voci del portale Lombardia Facile. Un’opportunità di collaborazione tra amministrazione e associazioni che va portata al massimo del suo potenziale, secondo Mauro Parolini, assessore allo sviluppo economico della Regione: «Dobbiamo fare in modo che questo sito sia aperto sia alle domande che ai contribuiti delle persone che ne beneficiano. Vogliamo che la Lombardia diventi la regione più accessibile d’Italia».

Questo articolo lo trovate su sito DisabiliAbili

Annunci
Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: