“Paddon si racconta a Rally.it: Emozionato per Sanremo. WRC? I risultati arriveranno” 

Nonostante la Nuova Zelanda sia esattamente (o quasi) dall’altra parte del mondo rispetto a noi, Hayden Paddon pare amare davvero il nostro paese, il “kiwi” infatti non perde occasione di venirci a trovare di tanto in tanto, tra Rally Legend vari e, a breve, partecipando al Rally di Sanremo. Noi di Rally.it abbiamo deciso di contattarlo e parlare con lui di Sanremo, del nuovo navigatore, del mondiale e non solo. Ecco cosa ci siamo detti. Ciao Hayden, questo fine settimana parteciperai al Rally Sanremo. E’ un evento pieno di storia, come ti senti ad affrontarlo? E cosa ti aspetti dagli avversari che incontrerai? Sì sono molto carico, il rally ha un sacco di storia e sarà bello competere lì per la prima volta. Non ci concentreremo sul risultato, l’obiettivo è guadagnare esperienza sull’asfalto. Sappiamo che il campionato italiano è molto competitivo e ci saranno un sacco di piloti veloci. Ultimamente sei stato al centro dell’attenzione perché cambierai navigatore dopo il Rally di Finlandia. Cosa ti mancherà di John Kennard e quali novità ci saranno con Seb Marshall? Sì, è una decisione importante ma una che abbiamo discusso negli ultimi due anni. Io e John abbiamo passato 12 bellissimi anni insieme ma abbiamo sempre saputo che ad un certo punto ci sarebbe stato un cambiamento. Abbiamo lavorato con Seb [Marshall ndr] negli ultimi 12 mesi nei vari test e nel team, quindi abbiamo pensato che ora è il momento giusto per il cambio, in preparazione al 2018. Sei conosciuto per essere un gran lavoratore, che prova sempre a migliore la propria guida, e la vittoria in Argentina è uno dei più grandi risultati del tuo lavoro. Quali sono, al moemento, gli aspetti sui quali stai lavorando maggiormente per fare un altro passo avanti? E’ la cosa bella del rally – tutti i piloti e le auto diventando sempre più veloci, e quando credi di aver fatto un passo avanti – lo stesso hanno fatto tutti gli altri. La competizione è così serrata ora, che i margini sui quali lavoriamo sono molto piccoli, e a volte questo significa che devi pensare fuori dagli schemi. Quello di quest’anno non è stato il nostro miglior inizio, ma dietro le quinte stiamo facendo ottimi progressi e sono sicuro che presto, si trasformeranno in risultati. La Hyundai i20 WRC ha mostrato un grande passo dall’inizio del campionato ma non ha ancora vinto un rally. Come ti senti nell’auto? Ci sono delle aree da migliorare?  Tutte le auto e i team sembrano vicini quest’anno, il che è ottimo – naturalmente anche io penso di avere una buona macchina. Stiamo ancora ricercando il setup più adatto al mio stile di guida, stiamo lavorando sodo per migliorare questo aspetto. Quest’anno sembra che ci sia un po’ più equilibrio tra i piloti davanti. Chi credi sarà il più difficile da battere e in generale quali sono i tuoi obiettivi per la fine della stagione? Credo che ogni team abbia dei piloti capaci di vincere dei rally. Ho sempre detto che i 3 avversari principali sarebbero stati Seb [Ogier], Kris [Meeke] e Thierry [Neuville] ma abbiamo visto quest’anno che anche Ott [Tanak] e Jari [Latvala] sono molto competitivi. Il livello di tutti i piloti è molto bilanciato e non puoi escludere nessuno. Un saluto finale agli amici italiani e ai fan di Rally.it :)? Un grande saluto a tutti – l’Italia è uno dei miei luoghi rallystici preferiti e abbiamo un sacco di fantastici fan in Italia, grazie a tutti per il supporto!

Questo articolo lo trovate su sito Rally.it

Annunci
Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: