“iPhone 8 con Touch ID rivoluzionario potrebbe arrivare a ottobre o novembre”

La produzione industriale di iPhone 8 inizierà, probabilmente, nel mese di settembre prossimo; a riferirlo DigiTimes, certo che il prossimo smartphone di Cupertino sostituirà l’attuale Touch ID con una nuova tecnologia per il riconoscimento biometrico delle impronte digitali. Peraltro, secondo l’ultimo rapporto emerso in rete, invece di utilizzare la tecnologia Synaptic o Qualcomm, Apple avrebbe già perfezionato un sistema proprietario dedicato, sfruttando algoritmi AuthenTec abbinati a tecnologie di Privaris per la scansione delle impronte su vetro, forse basato sugli ultrasuoni. Molto stranamente, però, si parla di una produzione industriale nel mese di settembre, che farebbe slittare, non di poco, l’uscita del terminale sul mercato. Se davvero l’indiscrezione dovesse essere confermata, la distribuzione di iPhone 8 slitterebbe così al mese di ottobre o, addirittura, a quello di novembre. Non si tratta di ana anticipazione poi tanto inverosimile, e il ritardo potrebbe essere imputabile proprio alla nuova tecnologia del touch ID. Il nuovo sistema per il riconoscimento delle impronte digitali, da porre direttamente sotto il vetro, e non più in separata sede su un tasto fisico, sarebbe più complicato da produrre. Del resto, però, l’ultima volta che Apple ha rilasciato a ottobre un iPhone, si è trattato del modello 4s: insomma, la storia del dispositivo ha abituato l’utenza ad una release a settembre. Per iPhone 8, come ormai sostenuto da molteplici rumor, ci si aspetta un design completamente rivoluzionato, simile per certi aspetti a quello di LG G6 e del futuro Galaxy S8: questo vorrebbe dire assenza, o quasi, di cornici, con un frontale tutto schermo. Nel caso specifico, si parla di iPhone 8 con display OLED curvo da 5,8 pollici. Accanto a quest’ultimo, potrebbero essere presentati i più tradizionali iPhone 7s e 7s Plus, che dovrebbero riuscire a rispettare la canonica tabella di marcia, con un rilascio al pubblico nel mese di settembre. In questo scenario Apple potrebbe presentare tutti e tre i nuovi terminali nello stesso keynote, commercializzare subito o poco dopo i due modelli evoluzione di iPhone 7 e 7 Plus, mentre la disponibilità di iPhone 8 completamente rinnovato potrebbe slittare più avanti nel tempo. Questa strategia, oltre che giustificata da esigenze di produzione potrebbe avere anche una logica alla luce del prezzo top da 1.000 dollari e oltre atteso per l’iPhone decimo anniversario, ma per previsioni più affidabili occorre attendere ulteriori indicazioni. Non è escluso che Cupertino si stia attrezando per calare un poker d’assi e sorprendere il mondo con tre nuovi iPhone tutti contemporaneamente disponibili poco dopo il keynote.

Questo articolo lo trovate su sito Macity

Annunci
Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: